La sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti e l’informativa nella relazione sulla gestione

Per dare un po’ di respiro alle imprese in crisi di liquidità, l’art. 5, comma 3-quater, del D.L. 31 maggio 2009, n. 78, aveva autorizzato il Ministro dell’Economia a stipulare “un apposita convenzione con l’Associazione bancaria italiana per favorire l’adesione degli istituti di credito a pratiche finalizzate alla attenuazione degli oneri finanziari sulle citate piccole e medie imprese”.
 
A seguito di tale invito, il Ministro dell’Economia e delle Finanze, il Presidente dell’ABI e le associazioni dei rappresentati delle imprese hanno firmato un Avviso comune per la sospensione dei debiti delle PMI verso il sistema creditizio. L’obiettivo dell’accordo – riproposto anche per il 2012 – è sostanzialmente quello di assicurare la disponibilità di adeguate risorse finanziarie per le imprese che, pur registrando tensioni di liquidità, presentano comunque prospettive economiche positive.
Di qui l’azione per creare le condizioni per il superamento delle attuali situazioni di criticità attraverso tre tipologie di intervento di natura finanziaria:

operazioni di sospensione dei finanziamenti ed, in particolare, sospensione per 12 mesi del pagamento della quota delle rate dei finanziamenti a medio‐lungo termine, nonché operazioni di sospensione per 12 mesi ovvero per 6 mesi del pagamento della quota capitale implicita nei canoni di operazioni di leasing rispettivamente “immobiliare” ovvero “mobiliare”;

operazioni di allungamento dei finanziamenti ed, in particolare, dei mutui e delle scadenza del credito a breve termine per sostenere le esigenze di cassa;

operazioni volte a promuovere la ripresa e lo sviluppo delle attività ed operazioni di finanziamento connesse ad aumenti dei mezzi propri realizzati dall’impresa.

Con lo studio novembre 2012 rubricato “ la redazione del bilancio delle società di minori dimensioni: disposizioni normative e criticità”, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili si è soffermato, tra l’altro, sull’informativa che deve essere esposta nella relazione sulla gestione, nel caso in cui l’impresa avesse beneficiato, nel corso dell’esercizio sociale, della sospensione del pagamento delle rate dei finanziamenti a medio e lungo termine.
Preliminarmente viene avvertita la necessità che l’impresa – ammessa al beneficio della moratoria – fornisca nella Relazione sulla gestione una precisa descrizione dei finanziamenti sospesi specificando, ad esempio, se si tratta della sospensione del pagamento della quota capitale delle rate di mutui, della sospensione del pagamento della quota capitale implicita nei canoni di operazioni di leasing, ovvero dell’allungamento delle scadenze del credito a breve termine.
Posto che l’adesione alla moratoria in commento è un segnale inequivocabile della tensione di liquidità che sta attraversando l’impresa, è altresì opportuno che l’organo amministrativo illustri, sempre nella Relazione sulla gestione, le informazioni in merito:

all’eventuale situazione di difficoltà finanziaria, ancorché temporanea, in cui versa l’impresa;

alla correlata adesione alla moratoria bancaria, quale azione strumentale al sostegno delle esigenze di cassa;

agli aspetti caratterizzanti la situazione di tensione finanziaria in ragione della quale l’impresa ha fatto ricorso alla moratoria.

Oltre alle predette informazioni, l’organo amministrativo deve dimostrare che la “continuità aziendale” dell’impresa non è comunque messa in discussione, ciò attraverso un esplicito riferimento agli elementi, desumibili dal bilancio, idonei a comprovare tale presupposto. Più nel dettaglio, si richiede agli…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it