Novità fiscali del 12 novembre 2012: scheda carburante ecco quando serve ancora

 

 

Indice:

1) Niente scheda carburante se si paga con carta di credito: è arrivata finalmente la prima circolare delle entrate sull’argomento

2) L’Agenzia delle entrate presenta il “Redditest”

3) Utilizzo dei crediti derivanti dalla soppressa addizionale provinciale all’accisa sull’energia elettrica

4) Trattamenti di fine servizio dei dipendenti pubblici: prime istruzioni operative

5) Lavori temporanei all’INAIL, denunce dispensa on line

6) Contratti a termine, intervallo modificabile dalle parti

7) Determinazione della base imponibile IRAP: chiarimenti da Assonime

8) Pubblicato il D.L. sul riordino delle province e l’istituzione delle città metropolitane

9) Adesione della Turchia alle convenzioni UE-EFTA “Transito comune”

 

 

1) Niente scheda carburante se si paga con carta di credito: è arrivata finalmente la prima circolare delle entrate sull’argomento

Se si usa la moneta elettronica non serve la scheda carburante: In una circolare i primissimi chiarimenti per lavoratori autonomi ed imprese a distanza di circa un anno dall’avvento del provvedimento di semplificazione in materia.

I titolari di partita Iva possono fare a meno della scheda carburante se utilizzano per l’acquisto esclusivamente carte di credito, di debito e prepagate. La scheda carburante resta indispensabile, per usufruire della detrazione Iva e della deduzione dei costi ai fini delle imposte dirette, per chi paga anche, o solo, in contanti.

È questo uno dei principali chiarimenti forniti dall’Agenzia delle entrate, con la circolare 42/E del 09 novembre 2012, in merito alla semplificazione introdotta dal Decreto Sviluppo (art. 7, D.L. n. 70/2011) in materia di documentazione delle operazioni di acquisto di carburante per autotrazione.

La documentazione necessaria

Perché sia garantita la detrazione dell’Iva e la deducibilità dei costi, il mezzo elettronico di pagamento deve:

– essere rilasciato da operatore finanziario soggetto all’obbligo di comunicazione all’anagrafe tributaria;

– intestato al soggetto che esercita l’attività economica.

Inoltre, le ricevute dei pagamenti effettuati con la carta elettronica devono contenere tutti gli elementi per l’individuazione dell’acquisto quali, ad es., la data e il soggetto presso il quale è effettuato il rifornimento, nonché l’ammontare del relativo corrispettivo.

La carta non deve essere necessariamente “dedicata”

È possibile utilizzare la carta elettronica per effettuare anche altre spese, a patto che l’acquisto di carburante avvenga con una transazione distinta. Il documento di prassi, inoltre, precisa che non possono essere considerate moneta elettronica le “carte fedeltà”, ossia le tessere magnetiche associate ai contratti di “netting”, che l’utente utilizza per il pagamento e che sono rilasciate direttamente dalle società petrolifere.

No al sistema delle “carte fedeltà”

Quindi, le disposizioni introdotte dal Decreto sviluppo non interessano il sistema delle “carte fedeltà” associate al contratto di “netting”, in forza del quale il gestore dell’impianto di distribuzione si obbliga verso la società petrolifera ad effettuare cessioni periodiche o continuative in favore dell’utente il quale utilizza, per il pagamento, un sistema di tessere magnetiche rilasciate direttamente dalla società petrolifera.

La scheda carburante rimane per chi paga in contanti

Chi acquista il carburante in contanti o con mezzi diversi dalla moneta elettronica, deve continuare a utilizzare l’apposita scheda che resta, in questo caso, l’unico mezzo per beneficiare della detrazione dell’Iva e portare legittimamente in deduzione le spese.

 

2) L’Agenzia delle entrate presenta il “Redditest”

Martedì 20 novembre, l’Agenzia delle Entrate presenta il Redditest, il nuovo strumento di compliance che permette a tutti i contribuenti di valutare la coerenza tra il proprio reddito e le spese sostenute.

I giornalisti che intendono partecipare alla conferenza stampa, che si terrà alle ore 11 presso la sede…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it