La proposta "destabilizzazione" delle detrazioni e deduzioni IRPEF per il 2012

il disegno di decreto legge di stabilità 2013 rilasciato il 10/10/2012, porta con sè una notevole riduzione della fruibilità di deduzioni e detrazioni fiscali: alcune considerazioni pratiche su un tema che rischia di penalizzare tantissimi contribuenti

La Legge di Stabilità con una manovra “a sorpresa” ha ridimensionato la portata della riduzione di aliquota IRPEF relativa alla prima e alla seconda fascia di reddito ridotte con effetto dal 01/01/2013, rispettivamente, dal 23 % al 22 % per i redditi fino a 15.000 Euro annui e dal 27 % al 26 % per redditi maggiori di 15.000 Euro e fino a 28.000 Euro annui. Il taglio delle aliquote IRPEF è stato accompagnato da misure che prevedono, con decorrenza 01/07/2013, un aumento di un punto percentuale dell’aliquota IVA del 10 % e del 21 %, portandole rispettivamente, al 11 % e al 22 %. Non contenti della inevitabile compensazione parziale degli effetti delle due azioni sopra citate, nel DDL riguardante la Legge di Stabilità, si prevede l’introduzione di norme che possono ridurre – e nel caso delle detrazioni possono annullare – la portata delle deduzioni previste dall’art. 10 del T.U.I.R. e delle detrazioni fiscali previste dall’art. 15 del T.U.I.R., salvo alcune eccezioni.

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it