La cassa in rosso è spia di nero

Con sentenza n. 17004 del 5 ottobre 2012 (ud. 4 luglio 2011) la Corte di Cassazione ha confermato che la cassa in rosso è spia di nero.
 
Il PROCESSO
A seguito di verifica della G.d.F. su una società gerente una discoteca furono emessi avvisi d’accertamento, annullati dalla CTP di Verbania (sent. n. 33/01/2005), ma confermati dalla CTR Piemonte (sent. 15/22/07 del 13/04/2007).
I giudici d’appello, accogliendo il gravame dell’Ufficio, hanno motivato la loro decisione ritenendo che la S.a.s. versasse in una “vera e propria anarchia contabile e amministrativa”, atteso che “i registri contabili … erano tenuti … nel peggiore dei modi” e che “nel triennio esaminato il conto cassa era risultato negativo ben 284 volte, vale a dire, con grande probabilità, tutti i giorni lavorativi dell’azienda”.
Inoltre, hanno precisato che “il conto cassa non può essere…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it