Il "nuovo" concordato preventivo

Anche la Legge fallimentare è stata “coinvolta” nel processo di rinnovamento che sta operando il legislatore per favorire ed incentivare la ripresa e lo sviluppo del Paese.

Questo mese Fiscus punta il mouse sul concordato preventivo e sui primi chiarimenti del rinnovato strumento, esaminandone doviziosamente i suoi aspetti applicativi.

 

Gli articoli

Legge fallimentare: cosa cambia dopo il Decreto Sviluppo in materia di concordato preventivo, accordi di ristrutturazione

nonché dei c.d. “piani attestati”

di Antonella Benedetto

Pagina 2

Pre-concordato preventivo, primi chiarimenti della giurisprudenza

di Sandro Cerato

Pagina 7

Il concordato con continuità aziendale

di Antonella Benedetto

Pagina 9

Sopravvenienze da riduzione dei debiti, è ancora preferibile il concordato preventivo

di Sandro Cerato

Pagina 13

L’attività del Collegio Sindacale nella crisi di impresa

di Antonella Benedetto

Pagina 15

La deducibilità delle perdite su crediti: il Decreto Sviluppo riformula l’art. 101 c.5 del Tuir

di Maria Benedetto

Pagina 22

Documento redatto dalla seconda sezione civile – fallimenti del tribunale di MILANO concernente l’interpretazione delle norme di carattere concorsuale contenute nel Decreto Sviluppo (D.L. n.83/2012 convertito in Legge n.134/2012 ) e la prassi da adottare

Pagina 27

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it