Gli aspetti pratici della costituzione di una S.n.c.

di Roberto Mazzanti

Pubblicato il 9 ottobre 2012



quali sono gli adempimenti pratici da seguire in sede di costituzione di una S.n.c.? quali sono i professionisti coinvolti? quali compiti hanno?

Quesito:

Gent. mo Rag. Roberto Mazzanti, avrei bisogno di un suo autorevole parere.

La costituzione dell'attività commerciale, come da Lei consigliatomi dovrebbe avvenire nella forma di società in nome collettivo. Per la redazione dello statuto provvederà il notaio. Il Notaio dovrebbe effettuare l'iscrizione della società e degli amministratori alla camera di commercio, ma dovrà anche aprire la partita Iva all'Agenzia delle Entrate?

Le eventuali tasse di concessione governativa, le imposte di registro e di bollo sono da lasciare al Notaio, che provvederà a pagarle simultaneamente alla costituzione, della stessa?

Bisogna espletare altri adempimenti all'Agenzia Entrate, all'Inps e all'Inail, considerando che la società non è operativa? Invece quando sarà operativa?

Per quanto riguarda i libri sociali di una società in nome collettivo , quali sono obbligatori?

Mi conviene redigere un registro per i verbali di assemblea, in modo da formalizzare le assemblee ed anche le eventuali delibere? Mi conviene vidimare lo stesso?

Per quanto riguarda una società in nome collettivo, se la stessa è irregolare, può richiedere la partita Iva all'Agenzia delle Entrate e può comunque emettere fatture e registrare le eventuali spese?

Per quanto una società in nome collettivo , se la stessa è iscritta alla camera di commercio, ed ha la partite Iva, ma non c'è stata l'inizio attività, pertanto non è operativa, può comunque emettere fatture e registrare le eventuali spese?

Con quali sanzioni?

Per quanto riguarda i costi relativi alla costituzione di una società in nome collettivo sia fiscali, (imposta di registro, bolli, tasse di concessione governativa), sia camerali, a parte i costi relativi al notaio, a quanto ammontano?

Scarica il documento