Novità fiscali del 27 settembre 2012: tutti gli aggiornamenti sulle cartelle esattoriali

 

Indice:
1) Termini di prescrizione dell’accertamento fiscale: niente raddoppio dei termini automatico
2) Cassa Previdenza Ragionieri: stoppata la riforma
3) Annullamento automatico della cartelle esattoriali errate
4) False partite IVA: chi lavora con la pubblica amministrazione non è soggetto alla stretta voluta dalla riforma Foriero
5) Cinque per mille 2012 – soggetti ammessi dopo la scadenza: aggiornati elenchi
6) Nullità delle cartelle esattoriali se non vengono prodotte in giudizio
7) IVA: da Assonime gli ultimi chiarimenti sulla dichiarazione annuale per l’anno 2011 nell’imminente scadenza di presentazione
8) Valido l’accertamento induttivo basato sulla valutazione delle rimanenze finali diverse da quelle dell’esercizio successivo
9) Rimborsi Iva operatori extra Ue: la richiesta si presenta solo su carta entro il 1 ottobre 2012
 

 
1) Termini di prescrizione dell’accertamento fiscale: niente raddoppio dei termini automatico
La Commissione Tributaria Provinciale di Reggio Emilia, con due sentenze (114/4 e 115/4), entrambe del 19 settembre 2012, ha stabilito che se la notizia di reato inoltrata all’Autorità giudiziaria è infondata, l’Amministrazione finanziaria non può pretendere il raddoppio dei termini di decadenziali.
La notizia, poi, deve emergere prima della scadenza ordinaria del termine. Nei casi analizzati gli uffici riprendevano a tassazione costi ritenuti indeducibili e la relativa Iva di una società.
In particolare, ipotizzando la dichiarazione fraudolenta mediante fatture soggettivamente inesistenti, l’ufficio riteneva raddoppiati i termini di decadenza dell’accertamento.
Nella seconda pronuncia la C.T.P. ha dato concreta attuazione alle previsioni della Cassazione e della Consulta secondo cui compete al giudice di merito valutare la fondatezza della notitia criminis.
 
2) Cassa Previdenza Ragionieri: stoppata la riforma
Non è passata la riforma della Cassa di Previdenza dei Ragionieri. Ciò poiché lo scorso 25 settembre una parte dei delegati al momento del voto ha abbandonato i lavori facendo venire meno la maggioranza qualificata necessaria per l’approvazione delle modifiche allo Statuto.
Adesso per la Cassa previdenziale si apre, dunque, un periodo di riflessione sul da fare per il futuro, nonché per gli stessi iscritti.
 
3) Annullamento automatico della cartelle esattoriali errate
Uno dei prossimi provvedimenti del governo dovrebbe prevede l’annullamento automatico delle cartelle esattoriali errate.
Il contribuente, se ne riccone il caso, potrà presentare all’agente della riscossione una dichiarazione che contesta il contenuto della cartella della concessionaria, entro 90 giorni dalla notifica.
A questo punto, entro i successivi 10 giorni, l’agente della riscossione dovrà rivolgersi all’ente impositore per chiedere gli opportuni chiarimenti.
La risposta dell’ente deve comunque arrivare entro due mesi, altrimenti le cartelle saranno annullate, trascorsi 220 giorni dalla presentazione della domanda. Riguardo la decorrenza, la novità dovrebbe essere retroattiva e valere anche per i destinatari di cartelle precedenti l’entrata in vigore del futuro provvedimento.
 
4) False partite IVA: chi lavora con la pubblica amministrazione non è soggetto alla stretta voluta dalla riforma Fornero
Per chi collabora con le pubbliche amministrazioni, mediante il possesso di partita IVA, non si applica il restrittivo regime introdotto dalla riforma lavoro (Legge n. 92/2012).
Lo ha chiarito il Dipartimento della Funzione Pubblica, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la nota n. 38226 del 25 settembre 2012, emessa a riguardo delle prestazioni professionali svolte nei confronti delle pubbliche amministrazioni da parte di titolari di …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it