Novità fiscali del 17 settembre 2012: basta la SCIA per aprire una nuova attività

 

 
Indice:
1) Extraue da regolarizzare
2) IRDCEC: osservatorio economico – Agosto 2012
3) Presentati due bandi per i giovani del Sud
4) Modello F24: ridenominate le causali contributo per il versamento dei contributi di spettanza dell’INPS Gestione ex Inpdap
5) Emersione: dal Ministero chiariti alcuni punti per questure e SUI
6) Attivato il Fondo complementare Perseo
7) INPS: nuovi regolamenti comunitari
8) Coefficiente del TFR di agosto
9) Dal 14 settembre 2012 è possibile aprire l’attività solo con la Scia
10) Interrogazione Parlamentare: delibere Comuni su aliquote e detrazioni IMU al 31 ottobre
11) Variazione interessi di mora
12) Entro il 17 settembre il versamento della seconda rata dell’IMU
13) Quote rosa, pubblicati i curricula delle commercialiste per i cda delle quotate
14) Fisco: pubblicate nuove faq relative ad operatori finanziari e agli studi di settore
15) Maggiorazione all’Ires “Robin Tax”: trattamento delle eccedenze pregresse e compilazione del Modello Unico
16) Tra le misure del governo il regolamento che disciplina l’autorizzazione unica ambientale
 

 
1) Extraue da regolarizzare
Extraue da regolarizzare: I dubbi sui documenti attestanti la presenza in Italia dal 2011 ritarderanno gli invii.
Ha preso il via sabato 15 settembre l’operazione emersione che vedrà coinvolti datore di lavoro e straniero occupato irregolarmente. Non sarà necessaria nessuna corsa contro il tempo, questo perchè non ci sono limiti numerici alle distanze d’emersione e nessun clik day. Anche per questo motivo, si prevede uno spostamento agli ultimi giorni per gli invii.
Ma la principale causa di rinvio della presentazione della domanda di emersione consiste nel fatto che la ricerca dei documenti per portare a temine la regolarizzazione, sarà l’operazione più delicata e non può prescindere dai chiarimenti attesi per lunedì 17 dal ministero dell’interno.
Con proprie faq il ministero, come anticipato nell’incontro tenutosi martedì scorso al Viminale alla presenza dei rappresentanti del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del lavoro, dovrebbe specificare, ad esempio, quali sono i documenti di prova validi relativi alla presenza in Italia almeno dal 31.12.11 come richiede la norma.
La presenza in Italia nel 2011 deve essere attestata da documentazione proveniente da organismi pubblici.
Il DLgs n. 109/12, Decreto del 29.8.12 e le circolari emanate non specificano quali siano le attestazioni valide e nemmeno quali siano gli organismi pubblici, lasciando ampio margine di discrezionalità.
La Fondazione studi dei Consulenti del Lavoro (nota del 14 settembre 2012) ritiene, ad es., che possano essere ritenuti validi dallo Sportello Unico:
– certificato medico dell’Asl,
– visto per motivi turistici,
– PDS non rinnovato,
– certificato ospedaliero,
– tesserino sanitario stp (straniero temporaneamente presente)
– atto notarile,
– rinnovo del passaporto effettuato presso il Consolato di appartenenza.
– decreto d’espulsione
– invito della questura
– timbri di entrata sul passaporto
Sarà lo Sportello Unico, in sede di convocazione del datore e del lavoratore, a verificare la documentazione attestante la presenza in Italia dal 31 dicembre del lavoratore.
Attese anche le istruzioni Inps che con apposita circolare dovrà intervenire sull’emissione dei mav per il lavoro domestico che ricomprenderanno i 6 mesi minimi, sugli uniemens riferiti ai periodi pregressi che necessitano di codici appositi, sui minimali contributivi citati dai decreti, ma di fatto superati dai minimi contrattuali e dall’obbligo dell’emersione a tempo pieno.
 
2) IRDCEC: osservatorio Economico – Agosto 2012
Le posizioni “salva euro” assunte dalla BCE a fine luglio hanno …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it