Novità fiscali del 7 agosto 2012: no mediazione tributaria in caso di sospensione licenza per mancata emissione dello scontrino

 

Indice:

1) Mediazione tributaria: non vi rientrano le sanzioni di sospensione della licenza o autorizzazione all’esercizio attività a seguito mancata emissione ricevute o scontrini

2) Gerico 1.0.3: aggiornate le specifiche tecniche

3) Legge sulla crescita: panoramica sulle novità

4) Omessa dichiarazione Iva/Irap/dirette con eccedenze a credito: istruzioni per controlli e rimborsi

5) Elenchi dei soggetti che hanno chiesto di accedere al beneficio del 5 per mille dopo i termini per l’iscrizione

6) In G.U. il decreto sugli obblighi informativi e documentali nei processi di fusione e scissione

7) IVA – recepimento della direttiva 2010/45/UE: scaricabile lo schema di DLgs e relazione

8) IRDCEC: pubblicato l’Osservatorio Economico – Luglio 2012

9) Accertamento con adesione – compensazione: nota di Assonime

 

 

1) Mediazione tributaria: non vi rientrano le sanzioni sulle ricevute o scontrini

Resa nota la circolare delle Entrate con alcune risposte ai quesiti posti dai contribuenti.

Gli atti di irrogazione delle sanzioni, compresi quelli riguardanti la trasmissione telematica delle dichiarazioni e gli omessi o tardivi versamenti trovano spazio nell’istituto della mediazione.

Restano, invece, escluse le sanzioni di sospensione della licenza o dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività per la mancata emissione di ricevute o scontrini fiscali, in quanto il valore della controversia è indeterminabile.

Sono questi alcuni dei principali chiarimenti contenuti nella circolare dell’Agenzia delle entrate n. 33/E del 3 agosto 2012 contenente le risposte ai quesiti dei contribuenti sull’istituto della mediazione.

Via libera alla mediazione delle sole sanzioni

I provvedimenti di irrogazione di sanzioni tributarie, d’importo non superiore a 20mila euro, rientrano a pieno titolo tra quelli per cui è obbligatorio presentare istanza di mediazione e, di conseguenza, in caso di accordo, possono ottenere una riduzione al 40%.

Anche i contribuenti che vogliono ricorrere contro le sanzioni relative alla trasmissione telematica delle dichiarazioni e contro l’iscrizione a ruolo per omesso o tardivo versamento a seguito di un controllo automatizzato della dichiarazione devono presentare istanza di mediazione.

In quest’ultimo caso, considerato che le sanzioni per omesso o tardivo versamento sono del 30%, se il contribuente non paga, a seguito di comunicazione di irregolarità, e le somme vengono iscritte a ruolo, in caso di accordo di mediazione le sanzioni sono pari al 12% dell’imposta non versata (40 % del 30%).

Ricevute e scontrini: l’indeterminabilità esclude la mediazione

Restano fuori dall’istituto della mediazione le sanzioni di chiusura del locale per mancata emissione della ricevuta o dello scontrino fiscale, in quanto il valore della controversia è indeterminabile.

L’art. 17- bis del Dlgs 546 del 1992 prevede, infatti, che il valore deve essere espressamente individuato e non superiore a 20mila euro.

Come si applica la riduzione al 40%

L’ufficio in sede di mediazione può rideterminare la misura della sanzione irrogata e di conseguenza l’ammontare su cui ha facoltà di calcolare il 40%.

Infine, la suddetta circolare ha fornito numerosi esempi che illustrano come vengono rideterminati i tributi e le sanzioni.

Autotutela parziale: la mediazione trova spazio solo prima dell’impugnazione

In caso di controversie di ammontare superiore a 20mila euro che a seguito di autotutela parziale da parte dell’Amministrazione raggiungono un valore inferiore a questa cifra, il contribuente deve presentare istanza di mediazione se l’atto non è stato ancora impugnato. Contrariamente, se al momento dell’impugnazione il valore della controversia era superiore a 20mila euro non è più possibile usufruire dell’istituto della mediazione ma resta aperta l’ipotesi della conciliazione giudiziale.

 

2) Gerico 1.0.3: aggiornate le specifiche tecniche

Nessun nuovo calcolo per chi ha già applicato gli studi. Pronte le…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it