Il valore dell'avviamento, studi di settore e contraddittorio, la compensazione delle spese di lite...

CTR Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 582/14/2011, dep. 21/09/2011, Presidente Cellitti, Relatore Pennacchia

Imposizione diretta; IRPEF; indennità di buonuscita; periodi riscattati a domanda; assoggettabilità ad imposta; sussiste; rimborso; esclusione

L’indennità di buonuscita afferente i periodi riscattati a domanda, assume una propria fisionomia e non può essere esclusa dal calcolo dell’imposta, per cui non è dovuto alcun rimborso IRPEF.

Riferimenti normativi: L. n. 482/1985, art. 2, cc. 1 e 4; DPR n. 597/1973, art. 14; L. n. 576/1975.

Riferimenti giurisprudenziali: Corte Cost. n. 178/1986.

 

CTR Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 580/14/2011, dep. 21/09/2011, Presidente Cellitti, Relatore Tozzi

Processo tributario; compensazione delle spese; turbamento dell’anima; non ha valenza

Il turbamento dell’anima, che varia notevolmente da soggetto a soggetto, non può avere valenza in una vicenda tributaria risoltasi, come nella fattispecie, a totale favore del contribuente, per cui è legittima la compensazione delle spese da parte dei primi giudici.

Nella specie, l’ufficio aveva determinato un maggior reddito di capitale per più di € 50.000, causato da un errato comportamento del sostituto bancario.

Riferimenti normativi: D.Lgs. n.546/1992, art. 15; art.96 c.p.c..

 

CTR Roma, Sez. n. 14, Sent. n. 578/14/2011, dep. 21/09/2011, Presidente Cellitti, Relatore Tozzi

Processo tributario; PVC; anno riportato diverso da quello della verifica; incidenza sull’idoneità dell’atto; nessuna

La discordanza di scritturazione con l’anno della verifica apposta sul verbale della Guardia di Finanza non può dare luogo a nullità dell’atto di riferimento, né può giustificare l’affermazione di mancata conoscenza della società, essendo limitato a un punto marginale del PVC, non incidente sull’idoneità dell’atto e sulla sua conoscibilità.

 

CTR Roma, Sez. n. 9, Sent. n. 199/9/2011, dep. 12/10/2011, Presidente Amodio, Relatore Gallucci

Accertamento liquidazione controlli; IVA; contratto non autenticato; non si riverbera sulla certezza ed inerenza dei costi

Un contratto di associazione in partecipazione non redatto con atto pubblico o con scrittura privata autenticata non si riverbera sulla certezza e inerenza del costo che si deduce sulla scorta di tale documento, perché, a differenza per l’imposta di registro, non si rinvengono statuizioni sotto il profilo tributario per le Imposte Dirette e l’IVA.

Riferimenti normativi: art. 2704 c.c..

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. nn. 2402/2000, 10599/2003, 2810/2005.

 

CTR Roma, Sez. n. 9, Sent. n. 139/9/2011, dep. 20/09/2011, Presidente Amodio, Relatore Gallucci

Processo amministrativo; IVA; atto ritenuto definitivo; rigetto istanza di autotutela; ricorso; inammissibilità

E’ inammissibile il ricorso avverso il provvedimento di rigetto dell’istanza di autotutela volta ad ottenere l’annullamento di un atto impositivo ritenuto definitivo, fermo restando la sussistenza della facoltà dell’Amministrazione Finanziaria di procedere in autotutela per gli atti definitivi.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. n. 2870/2009.

 

CTR Roma, Sez. n. 4, Sent. n. 349/4/2011, dep. 15/09/2011, Presidente Falascina, Relatore Colaiuda

Riscossione; ritenuta alla fonte; sostituito; obbligazione solidale sin dall’origine; sussiste

Il sostituito è obbligato solidale al pagamento dell’imposta non solo in fase di riscossione, ma sin dall’origine dell’accertamento con i conseguenti oneri, fermo restando il diritto di regresso presso il sostituto che, dopo avere eseguito la ritenuta, non l’abbia versata all’Erario, esponendolo così all’azione del Fisco.

Riferimenti normativi: DPR n. 600/1973, art. 64.

 

CTR Roma, Sez. n. 6, Sent. n. 194/6/2011, dep. 20/09/2011, Presidente Lauro, Relatore Taglienti

Accertamento liquidazione e controlli; IRPEF; IRAP; studi di settore; motivazioni contribuente in sede di contraddittorio amministrativo non prese in considerazione; vizio dell’atto; sussiste

L’avviso di accertamento basato sugli studi di settore che non ha preso in considerazione le motivazioni del contribuente in sede di contraddittorio amministrativo è un provvedimento viziato.

 

CTR Roma, Sez. n. 4, Sent. n. 343/4/2011, dep. 15/09/2011, Presidente Falascina, Relatore Colaiuda

Accertamento liquidazione e controlli; IRPEF; terreno agricolo espropriato; ritenuta; solo sull’indennità

Nel caso di terreni espropriati la ritenuta deve essere fatta solo sull’indennità di esproprio di un terreno agricolo, ma non su quella dovuta per la sua qualità di coltivatore diretto, esercente l’attività sul terreno espropriato.

Riferimenti normativi: L. n. 413/1992, art. 11, cc. 5, 6 e 7; L. n. 865/1971, art. 17, c. 2.

 

CTR Roma, Sez. n. 4, Sent. n. 340/4/2011, dep. 15/09/2011, Presidente Falascina, Relatore Colaiuda

Accertamento liquidazione e controlli; IRPEF; valore avviamento determinato per l’imposta di registro; è vincolante ai fini l’IRPEF

Il valore dell’avviamento definitivamente accertato ai fini dell’imposta di registro assume carattere vincolante per l’Amministrazione Finanziaria (e per il contribuente), da utilizzare anche ai fini dell’IRPEF, nel qual caso ci si può limitare a richiamarlo nell’atto impositivo.

 

21 agosto 2012

Commercialista telematico

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it