Unico 2012: quadro RU per esercenti arti e professioni ed imprese individuali

Premessa
Riprendiamo la descrizione delle sezioni che compongono il Quadro RU “Crediti d’imposta concessi a favore delle imprese”, presente nel modello UNICO PF 2012; in questo terzo intervento verranno descritti gli incentivi che la normativa attualmente in corso di vigenza concede nella forma di crediti d’imposta e contenuti delle sezioni:

XVIII, per il credito d’imposta riconosciuto agli imprenditori agricoli per gli investimenti in nuovi beni strumentali per aziende situate nelle regioni svantaggiate del Sud Italia;

XIX, per il credito d’imposta riconosciuto alle imprese che effettuano nuovi investimenti nelle aree svantaggiate.

 
Sezione XVII – agricoltura 2007
La Legge n. 296/2006, Finanziaria per l’anno 2007, ha disposto il riconoscimento di un credito d’imposta a favore degli imprenditori agricoli, così come sono individuati dall’articolo 1 del D.lgs. n. 228/2001, che abbiano sostenuto nel corso dell’anno 2007 investimenti finalizzati all’acquisto di nuovi beni strumentali da utilizzare in strutture produttive situate nelle zone svantaggiate delle Regioni del Sud Italia, elencate dalla Legge Finanziaria 2007, articolo 1, comma 271 e seguenti.
Con il Decreto del Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali del 06.07.2002 sono state disciplinate le modalità con le quali il contribuente può usufruire del credito per l’anno 2007, fissando il limite massimo di euro 200.000,00 per ciascun imprenditore, previa presentazione all’Agenzia delle Entrate dell’istanza di attribuzione del credito stesso.
Dal punto di vista operativo il credito, nel caso in cui, ovviamente sia stato riconosciuto dall’Agenzia, potrà essere utilizzato per operare compensazioni orizzontali, ai sensi del D.lgs. n. 241/2007, ed in sede di compilazione della sezione XVII, che è composta dal solo rigo RU86, dovrà essere indicato:

alla colonna 1, l’importo complessivo degli investimenti lordi realizzati, importo che è pari al costo sostenuto per l’acquisizione dei beni oggetto di agevolazione;

alla colonna 2, l’ammontare complessivo dell’investimento agevolabile;

alla colonna 3, il valore del credito d’imposta residuo, così come risultante dalla dichiarazione relativa al 2009 ed esposta al rigo RU86, colonna 7, UNICO PF 2011;

alla colonna 4, l’importo del credito maturato per gli investimenti agevolabili che sono stati sostenuti nel 2011, nei limiti di euro 200.000,00, e riconosciuto dall’Agenzia delle Entrate;

alla colonna 5, l’ammontare del credito che è stato compensato nel 2011;

alla colonna 6, l’importo di cui alla precedente colonna 5, versato nel 2011 in seguito di ravvedimento operoso, al netto dei relativi interessi e sanzioni;

alla colonna 7, l’ammontare del credito residuo rinviabile al periodo d’imposta successivo, e pari alla differenza fra il totale di cui alla colonna 3, 4, 6 del rigo RU86 ed il valore esposto in colonna 5.

 
Sezione XIX – nuovi investimenti nelle aree svantaggiate
La compilazione della sezione XIX del quadro RU fornisce i dati necessari per consentire al contribuente la fruizione del credito d’imposta riconosciutogli nel caso abbia sostenuto investimenti per acquisto di nuovi beni strumentali da impiegare in strutture localizzate nelle aree svantaggiate individuate dalla Finanziaria 2007 all’articolo 1, comma 271 e disciplinato dalla stessa Finanziaria all’articolo1, commi da 272 a 279, con i quali il Legislatore ha provveduto a stabilire i requisiti che devono essere soddisfatti per godere del credito.
L’agevolazione, sotto la forma del riconoscimento di un credito di imposta, viene concessa ai soggetti che nel periodo d’imposta compreso tra lo 01.01.2007 ed il 31.12.2013, abbiano …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it