Novità fiscali del 16 luglio 2012: studi di settore, la fedeltà sussiste anche in caso di errori o di omissioni!

Pubblicato il 16 luglio 2012

regime premiale differenziato per i 55 studi di settore: la fedeltà sussiste, lo stesso anche in caso di errori oppure di omissioni; partite Iva e stagionali: si allenta la stretta; fabbricati in fase di trasformazione: la cessione é esente IVA; pagamenti in contanti: circolare sulle verifiche antiriciclaggio; professionisti: ammessi i volantini per la pubblicità; eventi atmosferici e proroga dei termini tributari e previdenziali: ordinanza in G.U.; sisma in Emilia Romagna, Lombardia e Veneto: chiarimenti Inps; indice dei prezzi al consumo per le rivalutazioni monetarie per giugno 2012; pubblicati i bandi per i Corsi di Formazione in “Revisore di Ente Locale”; iscrizioni elenco Revisori Enti locali, casella di supporto attiva anche sabato e domenica

 

Indice:

1) Regime premiale differenziato per i 55 studi di settore: la fedeltà sussiste lo stesso anche in caso di errori oppure di omissioni

2) Partite Iva e stagionali: si allenta la stretta

3) Fabbricati in fase di trasformazione: la cessione é esente Iva

4) Pagamenti in contanti: circolare sulle verifiche antiriciclaggio

5) Professionisti: ammessi i volantini per la pubblicità

6) Eventi atmosferici e proroga dei termini tributari e previdenziali: ordinanza in G.U.

7) Sisma in Emilia Romagna, Lombardia e Veneto: chiarimenti Inps

8) Indice dei prezzi al consumo per le rivalutazioni monetarie per giugno 2012

9) Pubblicati i bandi per i Corsi di Formazione in “Revisore di Ente Locale”

10) Iscrizioni elenco Revisori Enti locali, casella di supporto attiva anche sabato e domenica

 

 

1) Regime premiale differenziato per i 55 studi di settore

E’ arrivato il provvedimento n. 102603 del 12.07.2012 che ha chiarito le modalità applicative del regime premiale previsto dai commi da 9 a 13 dell’art. 10 della D.L. 201/2011 (manovra Monti).

Per rientrare nel regime di premialità, previsto per 55 studi di settore su 206 e relativo all’anno 2011, sono necessari i requisiti di congruità, coerenza e fedeltà.

Ecco di seguito l’elenco di tali 55 studi:

- TG98U - Riparazione di beni di consumo nca;

- UD05U - Produzione e conservazione di carne;

- UD11U - Fabbricazione olio di oliva e di semi;

- UD15U - Trattamento igienico e confezionamento di latte e derivati;

- UD17U - Fabbricazione di prodotti in gomma e plastica;

- UD22U - Fabbricazione di apparecchiature per illuminazione e di lampade elettriche;

- UD23U - Laboratori di corniciai;

- UD25U - Concia delle pelli e del cuoio;

- UD29U - Produzione di calcestruzzo e di altri prodotti per l’edilizia;

- UD30U - Recupero e preparazione per riciclaggio e commercio all'ingrosso di rottami metallici;

- UD31U - Fabbricazione di saponi, detersivi, profumi e oli essenziali;

- UD36U - Fusione di metalli, prima trasformazione del ferro;

- UD37U - Costruzione e riparazione di imbarcazioni;

- UG38U - Riparazione di calzature e di altri articoli in cuoio;

- UG52U - Confezionamento di generi alimentari e non;

- VG36U - Servizi di ristorazione commerciale;

- VG37U - Bar, gelaterie e pasticcerie;

- VM01U - Commercio al dettaglio di alimentari;

- UD39U - Fabbricazione di coloranti, pitture, vernici;

- UD40U - Fabbricazione di motori, generatori ed altri apparecchi elettrici;

- UD41U - Fabbricazione e riparazione di macchine ed attrezzature per ufficio;

- UD42U - Fabbricazione e riparazione di elementi per ottica;

- UD43U - Fabbricazione di apparecchi medicali e protesi;

- UD44U - Fabbricazione di accessori per autoveicoli, motoveicoli e biciclette;

- UD46U - Fabbricazione di prodotti chimici;

- UD49U - Fabbricazione di materassi;

- VD01U - Produzione e commercio al dettaglio di prodotti di pasticceria;

- VD02U - Produzione di paste alimentari;

- VD03U - Molitoria dei cereali;

- VD04B - Segagione, frantumazione e lavorazione artistica del marmo e pietre affini;

- VD06U - Fabbricazione di ricami;

- VD07A - Fabbricazione di articoli di calzetteria;

- VD07B - Confezione ed accessori per abbigliamento;

- VD08U - Fabbricazione di calzature, parti e accessori;

- VD09A - Fabbricazione di mobili, poltrone e divani, porte e finestre in legno;

- VD09B - Lavorazione del legno;

- VD10U - Confezione di biancheria;

- VD12U - Produzione e commercio al dettaglio di prodotti di panetteria;

- VD13U - Nobilitazione dei tessili;

- VD14U - Produzione tessile;

- VD16U - Confezione su misura di vestiario;

- VD18U - Fabbricazione prodotti in ceramica e terracotta;

- VD19U - Fabbricazione di porte e finestre in metallo, tende da sole;

- VD20U - Fabbricazione e lavorazione di prodotti in metallo;

- VD21U - Fabbricazione e confezionamento di occhiali comuni e da vista;

- VD24U - Confezione e commercio al dettaglio di articoli in pelliccia;

- VD26U - Confezione di vestiario in pelle;

- VD27U - Fabbricazione di articoli da viaggio, borse, marocchineria e selleria;

- VD28U - Fabbricazione, lavorazione e trasformazione del vetro;

- VD32U - Fabbricazione, installazione e riparazione di macchine e apparecchi meccanici;

- VD33U - Produzione e lavorazione di oggetti di gioielleria ed oreficeria;

- VD34U - Fabbricazione e riparazione di protesi dentarie;

- VD35U - Editoria, prestampa, stampa e legatoria;

- VD38U - Fabbricazione di mobili metallici per uffici e negozi;

- VD47U - Fabbricazione di articoli in carta e cartone.

Come è noto i commi da 9 a 13 dell’art. 10 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 2011, prevedono uno specifico regime premiale applicabile ai contribuenti soggetti al regime di accertamento basato sulle risultanze degli studi di settore, ai sensi dell’art. 10, della legge 8 maggio 1998, n. 146.

In particolare, è previsto che nei confronti contribuenti cui si applica tale regime:

- sono preclusi gli accertamenti basati sulle presunzioni semplici;

- sono ridotti di un anno i termini di decadenza per l’attività di accertamento. Tale disposizione non si applica in caso di violazione che comporta obbligo di denuncia ai sensi del codice di procedura penale;

- la determinazione sintetica del reddito complessivo è ammessa a condizione che il reddito complessivo accertabile ecceda di almeno un terzo quello dichiarato.

Per accedere a tale regime è necessario che il contribuente:

- dichiari, anche per effetto dell’adeguamento, ricavi o compensi pari o superiori a quelli risultanti dell’applicazione degli studi di settore;

- abbia regolarmente assolto gli obblighi di comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell'applicazione degli studi di settore, indicando fedelmente tutti i dati previsti;

- risulti coerente con gli specifici indicatori previsti dai decreti di