Crediti d'imposta concessi a favore delle imprese individuali

Premessa
Riprendiamo la descrizione delle sezioni che compongono il quadro RU “Crediti d’imposta concessi a favore delle imprese”, presente nel modello UNICO PF 2012; in particolare in questa sede andremo ad esporre gli incentivi concessi nella forma di crediti d’imposta e contenuti delle sezioni:
 

“VIII”, per le imprese che svolgono attività di autotrasporto di merci;

“IX”, per le imprese che sostengo investimenti nel comparto dell’agricoltura;

“X”, per le imprese che effettuano investimenti in aree svantaggiate del Mezzogiorno e del Centro-Nord;

“XI”, intitolata “pluricredito”, per le piccole e medie imprese che intendono potenziare la propria attività di ricerca mediante l’assunzione a tempo pieno di laureati e/o ricercatori universitari, nonché per tutte quelle imprese che acquistano veicoli elettrici, a metano o a GPL; in tal contesto va sottolineato che lo stesso credito è riconosciuto anche alle imprese che eseguono l’installazione di impianti alimentati con le medesime fonti energetiche;

“XII”, a favore di alcune attività di trasporto merci, Enti e imprese pubbliche di trasporto, esercenti autoservizi e trasporti a fune, rapportati ai consumi a gasolio.

“XIII”, per il recupero del contributo al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) versato dagli autotrasportatori sui premi di assicurazione per la responsabilità civile per danni derivanti dalla circolazione autostradale;

“XIV”, per il credito d’imposta relativo alla spesa per l’acquisto della carte sostenuta da parte delle imprese editrici di quotidiani e periodici iscritte al ROC e delle imprese editrici di libri per l’acquisto di carta;

“XVI”, per il credito d’imposta riconosciuto alle imprese per gli investimenti in progetti di ricerca scientifica in favore di Università o altri Enti pubblici di ricerca;

“XVII”, per il credito d’imposta relativo alle spese sostenute dalle imprese per attività di ricerca e sviluppo.

 
Anche in questo caso, sezione per sezione, procederemo con l’esposizione delle modalità con le quali vengono erogati gli incentivi, concessi nella forma di crediti d’imposta, e delle relative istruzioni per la compilazione.
 
 
Sezione VIII – imprese di autotrasporto di merci
Con il D.L. n. 81/2007, articolo 12, è stato concesso alle imprese che esercitano attività di autotrasporto di merci un incentivo, che può essere usufruito sia nella forma di contributo che di credito d’imposta, a fronte degli investimenti da queste realizzati. Tale contributo è erogabile nei limiti individuati dal D.P.R. n. 227/2007. Per quanto riguarda la sua indicazione in dichiarazione, essa dovrà essere appostata in 4 righi, ovvero dal rigo RU40 al rigo RU43, nei quali deve essere indicato:
 

al rigo RU40, l’ammontare del credito d’imposta residuo della precedente dichiarazione dei redditi così come risultante nel rigo RU43, seconda colonna, del modello UNICO PF 2011;

al rigo RU41, l’importo complessivo del credito usato in compensazione nel corso del

2011 ai sensi del D.lgs. n. 241/1997 usando il codice tributo “6810”;

al rigo RU42 l’ammontare del credito di cui al rigo RU41 versato nel 2011 per ravvedimento operoso e fino alla data di presentazione della dichiarazione, al netto di interessi e sanzioni dovute;

nel rigo RU43, l’importo del credito residuo utilizzabile in compensazione dal 2012. Tale importo si ottiene dalla differenza tra la somma degli importi indicati nei righi R40, ed R42 e l’importo indicato nel rigo RU41.

 
Sezione IX – investimenti in agricoltura
In questa sezione deve …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it