Novità fiscali del 14 giugno 2012: finalmente in Gazzetta Ufficiale la proroga dei termini di Unico!

Pubblicato il 14 giugno 2012

decreto di proroga dei versamenti fiscali da Unico 2012 in Gazzetta Ufficiale; individuati nuovi soggetti da includere tra gli incaricati della trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali: i contribuenti si possono rivolgere anche ai Notai; invariate le rendite catastali ai fini dell’IMU; R.ETE. Imprese Italia: “Senza GERICO proroga dei versamenti fiscali insufficiente”; novità sui versamenti da Unico 2012 spiegate da Assonime; notariato: pubblicata la guida per le donazioni consapevoli; INFOIL: precisazioni operative delle Dogane e rilascio autorizzazioni; liquidazione domande di indennità di disoccupazione e assegno per il nucleo familiare ai lavoratori dipendenti agricoli in competenza 2011; sisma in Emilia Romagna: comunicazioni telematiche di assunzione e benefici contributivi

 

 

Indice:

1) Decreto di proroga dei versamenti fiscali da Unico 2012 in Gazzetta Ufficiale

2) Individuati nuovi soggetti da includere tra gli incaricati della trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali: i contribuenti si possono rivolgere anche ai Notai

3) Invariate le rendite catastali ai fini dell’IMU

4) R.ETE. Imprese Italia: “Senza GERICO proroga dei versamenti fiscali insufficiente”

5) Novità sui versamenti da Unico 2012 spiegate da Assonime

6) Notariato: pubblicata la guida per le donazioni consapevoli

7) INFOIL: precisazioni operative delle Dogane e rilascio autorizzazioni

8) Liquidazione domande di indennità di disoccupazione e assegno per il nucleo familiare ai lavoratori dipendenti agricoli in competenza 2011

9) Sisma in Emilia Romagna: comunicazioni telematiche di assunzione e benefici contributivi

 

 

1) Decreto di proroga dei versamenti fiscali da Unico 2012 in Gazzetta Ufficiale

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 135 del 12.06.2012 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 06.06.2012 recante il differimento, per l'anno 2012, dei termini di effettuazione dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni fiscali.

Tutte le persone fisiche tenute, entro il 18.06.2012, ai versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, da quelle in materia di Irap e dalla dichiarazione unificata annuale effettuano i predetti versamenti:

a) entro il 9 luglio 2012, senza alcuna maggiorazione;

b) dal 10 luglio 2012 al 20 agosto 2012, maggiorando le somme da versare dello 0,40% a titolo di interesse.

Tali disposizioni si applicano anche ai soggetti diversi dalle persone fisiche tenuti ai versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi, da quelle in materia di Irap e dalla dichiarazione unificata annuale entro il 18 giugno 2012, che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore di cui all’art. 62-bis del D.L. 30 agosto 1993, n. 331, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427, e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito per ciascuno studio di settore dal relativo decreto di approvazione del Ministro dell'economia e delle finanze.

Le medesime disposizioni si applicano anche ai soggetti che partecipano, ai sensi degli articoli 5, 115 e 116 del D.p.r. n. 917/1986, a società, associazioni e imprese con i requisiti indicati nel periodo precedente.

 

2) Individuati nuovi soggetti da includere tra gli incaricati della trasmissione telematica delle dichiarazioni fiscali: i contribuenti si possono rivolgere anche ai Notai

Un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate, n. 45204 pubblicato il 12.06.2012, ha individuato altri soggetti incaricati della trasmissione telematica dei dati contenuti nelle dichiarazioni.

In particolare, dispone che ai soli fini della presentazione delle dichiarazioni in via telematica di cui all’art. 3, del D.P.R. n. 322/1998, si considerano altri incaricati della trasmissione delle dichiarazioni stesse i notai.

Pertanto, con il neo provvedimento i notai iscritti nel ruolo indicato nell’art. 24 della legge 16 febbraio 1913, n. 89, sono stati inclusi tra i soggetti incaricati della trasmissione telematica di cui all’art. 3, comma 3, lettera e), del D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322.

Tale scelta è stata motivata dalla circostanza che i soggetti in esame, oltre a possedere i necessari requisiti tecnici ed organizzativi, svolgono un ruolo significativo nei rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione, in particolare per la registrazione di atti e denunzie.

 

3) Invariate le rendite catastali ai fini dell’IMU

Le disposizioni in materia di Imposta Municipale Propria (IMU) non hanno modificato le rendite delle unità immobiliari già iscritte in Catasto.

Pertanto, se l’immobile non ha subito modifiche a seguito di ristrutturazione o ampliamento, è ancora utilizzabile la rendita già attribuita e usata per la dichiarazione dei fabbricati nel Modello Unico.

La consultazione gratuita e pubblica dei dati catastali, relativi agli immobili presenti su tutto il territorio nazionale, può essere richiesta presso qualsiasi Ufficio provinciale dell’Agenzia oppure attraverso il servizio online Visure catastali.

L’accesso è gratuito e la visura si può effettuare semplicemente indicando nei campi di ricerca del modulo:

- il proprio codice fiscale;

- la provincia di ubicazione dell’immobile;

- gli identificativi catastali (Comune, sezione, foglio, particella).

Attraverso questo servizio, è possibile conoscere la rendita e le altre informazioni su immobili censiti al Catasto edilizio urbano; i redditi dominicale e agrario e le altre informazioni su immobili censiti al Catasto terreni.

In caso di informazioni non inserite nella banca dati informatica, è necessario rivolgersi all’Ufficio provinciale competente.

(Agenzia del Territorio, comunicato stampa del 12.06.2012)

 

4) R.ETE. Imprese Italia: “Senza GERICO proroga dei versamenti fiscali insufficiente”

Secondo R.E TE. Imprese Italia la proroga dei versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi disposta con il D.P.C.M. del 06.06.2012, potrebbe essere insufficiente se il programma di calcolo dei risul