La TARSU e gli alberghi…


La battaglia del Commercialista telematico e dell’avv. Maurizio Villani per la corretta applicazione della TARSU prosegue e produce frutti.

 

Il 4 giugno la C.T.R. di Bari (sezione distaccata di Lecce) è intervenuta sulla vexata quaestio della corretta applicazione della TARSU sulle strutture alberghiere con tre sentenze.

Ricordiamo che in origine molti comuni applicavano un coefficiente di calcolo della TARSU sugli alberghi troppo alto vista la tipologia di utilizzo della struttura.

 

In particolare la battaglia iniziata dall’avvocato Maurizio Villani e sostenuta dal Commercialista telematico richiede di considerare la struttura alberghiera a fini TARSU con 2 distinti parametri: per la porzione occupata dalle stanze dove alloggiano gli utenti si richiede l’applicazione del medesimo coefficiente utilizzato per le case di abitazione, per le altre aree si richiede l’applicazione di un coefficiente che tenga conto dell’effettiva destinazione d’uso.

 

Con le citate sentenze nn. 71/22/2012 – 72/22/2012 –  73/22/2012 (tutte depositate il 4 giugno scorso), la C.T.R. di Bari (sezione distaccata di Lecce) conferma la soluzione proposta dal Commercialista telematico e dall’avvocato Maurizio Villani: la TARSU applicabile sugli alberghi (almeno per la parte ad uso abitativo) non può essere sostanzialmente diversa da quella applicata sulle abitazioni e sulle “case vacanze”. I giudici pugliesi ricordano che: “è indicativo a tal proposito il paradigma dal c.d. Decreto Ronchi ove si evidenzia come le diverse tipologie di attività implichino una diversa potenzialità a produrre rifiuti solidi”. Il regolamento TARSU oggetto della controversia non teneva conto di quanto detto sopra; inoltre, a conferma della corretta interpretazione della TARSU proposta dal contribuente, il Comune aveva successivamente emanato nuovo regolamento per offrire una valutazione potenzialmente più realistica della capacità di produzione dei rifiuti delle strutture alberghiere tenendo conto della differente distribuzione d’uso delle parti di queste.

 

11 giugno 2012

Maurizio Villani


Partecipa alla discussione sul forum.