Novità fiscali del 17 maggio 2012: le modifiche al regime della trasparenza fiscale

 

 

Indice:

 

1) Lettere dell’Agenzia Entrate per i controlli da 36bis: chiarimenti

 

2) Datori di lavoro domestico: estratto contributivo ora consultabile anche da Iphone e Smartphone

 

3) Prescrizione dei contributi previdenziali ed assistenziali: nuovi chiarimenti dall’Inps

 

4) Microimprese: prorogato il termine per la valutazione semplificata dei rischi sul lavoro

 

5) Antiriciclaggio esteso alle imprese di assicurazione

 

6) Niente buste paga al praticante

 

7) Contratti di appalto: responsabilità solidale Iva

 

8) Commercio di beni usati: il regime Iva del margine si applica anche sui contratti di leasing

 

9) Modifiche al regime fiscale di trasparenza per imprese e professionisti

 

 

1) Lettere dell’Agenzia Entrate per i controlli dichiarativi: chiarimenti

In relazione alle notizie di stampa secondo cui l’Agenzia delle entrate sta effettuando dei controlli massivi sulle dichiarazioni dei contribuenti, l’Agenzia delle Entrate, con il comunicato stampa del 15.05.2012, ha precisato che si tratta dei consueti controlli sugli oneri dedotti e sulle detrazioni di imposta che riguardano circa il 4% delle dichiarazioni delle persone fisiche.

Una parte dei controlli consiste nella richiesta di documenti che servono a verificare che le spese che danno diritto a detrazioni o deduzioni fiscali (spese sanitarie, mutui, ristrutturazioni edilizie ecc.) siano state effettivamente sostenute e correttamente indicate in dichiarazione. Questa attività di riscontro, assolutamente di routine, è eseguita per norma entro il secondo anno successivo alla presentazione della dichiarazione.

Nella richiesta è indicato il termine di 30 giorni per presentare la documentazione che decorre dalla data di ricevimento della lettera da parte del contribuente. A quest’ultimo riguardo non vengono richieste particolari formalità di prova.

 

2) Datori di lavoro domestico: estratto contributivo ora consultabile anche da Iphone e Smartphone

“Inps Mobile” si arricchisce di un nuovo servizio: la consultazione per il datore di lavoro dell’estratto contributivo relativo ai propri rapporti di lavoro domestico. L’applicazione, scaricabile gratuitamente, consente agli utenti di visualizzare i dati dell’estratto conto relativo ad uno specifico rapporto lavoro domestico precedentemente selezionato.

L’estratto conto fornito è di tipo analitico e riporta i dati identificativi del lavoratore e le informazioni di dettaglio relative ai pagamenti effettuati, ordinati per anno e trimestre.

Il servizio è fruibile sia tramite iPhone, sia tramite smartphone con il sistema Android

(Inps, nota del 16.05.2012)

 

3) Prescrizione dei contributi previdenziali ed assistenziali: nuovi chiarimenti dall’Inps

L’Inps, con il messaggio 8447 del 16.05.2012, ha fornito ulteriori chiarimenti, anche in relazione alla circolare n. 31 del 02.03.2012, sulla delicata questione della “Prescrizione dei contributi previdenziali ed assistenziali. Denuncia del lavoratore o dei suoi superstiti”.

Viene ribadito che la circolare in parola recepisce mutati orientamenti giurisprudenziali, ormai costanti e consolidati, alla luce dei quali la denuncia del lavoratore o dei suoi superstiti deve avvenire prima dello spirare della prescrizione quinquennale, e solo ove questo accada, diventa operante il meccanismo dell’allungamento dei termini prescrizionali da cinque a dieci anni, ai sensi dell’art. 3, comma 9, lettera a), ultimo periodo della legge 335/1995.

Ne consegue che una denuncia presentata dopo lo spirare del termine di cinque anni dalla scadenza per il versamento dei contributi non è atto idoneo a rendere operante il meccanismo suddetto e che, in nessun caso, potranno essere recuperati contributi per i quali, alla data della denuncia, sia già maturata l’ordinaria prescrizione quinquennale.

A titolo esemplificativo viene chiarito che, per contributi in scadenza a gennaio 2009, la prescrizione interviene a gennaio 2014.

In presenza di una denuncia…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it