Spesometro, transazioni con e senza proroga

Scade il prossimo 30 aprile il termine per comunicare le operazioni rilevanti ai fini Iva effettuate fino al 31 dicembre 2011, di importo non inferiore a 3000 euro.
Differito al 15 ottobre 2012, il termine a diposizione degli operatori finanziari per le comunicazioni delle transazioni, relative al periodo 6 luglio – 31 dicembre 2011, effettuate con credit card, di importo superiore a 3.600 euro.
 
Premessa
La disciplina delle comunicazioni telematiche delle transazioni Iva all’Agenzia delle Entrate, introdotta dall’art. 21 del D.L. 78/2010, è stata interessata da continue modifiche ed integrazioni normative che, oltre a sconvolgerne il contenuto, hanno comportato la necessità di rinviare più volte i termini del primo invio delle stesse segnalazioni, imponendo un continuo restyling del tracciato record e delle “specifiche tecniche” di volta in volta ridefiniti per l’esigenza di adeguamento alle novelle normative e di semplificazione degli adempimenti dei soggetti obbligati.
 
Il primo provvedimento di attuazione delle disposizioni dell’art. 21 del direttore dell’Agenzia delle Entrate che, come detto, ha previsto l’obbligo delle comunicazione per le operazioni rilevanti ai fini Iva di importo non inferiore a 3.000 euro, aveva fissato il termine di invio delle comunicazioni in argomento al 31 ottobre 2011, per il periodo d’imposta 2010, e al “30 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento”, per i periodi d’imposta successivi.
 
Come vedremo in seguito, le integrazioni apportate al testo dell’art.21, sostanzialmente, hanno operato un distinzione tra operazioni per le quali è previsto l’obbligo di emissione della fattura e operazioni per le quali non è richiesta.
In particolare, con riguardo a quest’ultime, se pagate dai privati consumatori con carte di credito di credito, di debito o prepagate, l’obbligo di comunicazione è imposto soltanto se superano la soglia di 3.600 euro ed è previsto a carico degli operatori finanziari che le gestiscono le “carte” anziché delle imprese fornitrici dei beni e dei servizi oggetto delle operazioni.
Per tali transazioni – rilevate dal 6 luglio al 31 dicembre 2011, il direttore dell’Agenzia delle entrate aveva stabilito l’invio telematico entro il 30 aprile di quest’anno, ma anche per quest’ultimo è arrivata la proroga.
 
Vediamo, nel dettaglio, e nella loro “evoluzione” i differenti percorsi intrapresi dalle comunicazioni di cui trattiamo a partire dall’ultima modifica che ha interessato le operazioni tracciate, oltre la “soglia” dei 3600 euro.
 
Il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 16 aprile 2012
Con un nuovo provvedimento, datato 16 aprile 2012, il Direttore dell’Agenzia delle entrate ha differito il termine del 30 aprile 2012, previsto dal precedente provvedimento del 29 dicembre 2011 (di attuazione dell’art. 23, comma 41, D.L. 6.07.2011, n.98), al 15 ottobre 2011.
 
In particolare, il provvedimento del 29.12.2011 “Oggetto e termini di comunicazione delle operazioni” aveva fissato al 30 aprile 2012la data entro cui effettuare la comunicazione delle operazioni – indicate dal provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate1 del 22.12.2010 all’art. 2, cc. da 1 a 3 -rilevate dal 6 luglio al 31 dicembre 2011.
Le operazioni richiamate sono le seguenti:

“cessioni di beni e le prestazioni di servizi rese e ricevute dai soggetti passivi di cui al punto 1, per le quali i corrispettivi dovuti, secondo le condizioni contrattuali, sono di importo pari o superiore a euro tremila al netto dell’imposta sul valore aggiunto”;

“operazioni rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto per le quali non …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it