Novità fiscali del 5 aprile 2012: confermate le prime regole di applicazione per l’IMU

 

 Indice:
 1) Corrispettivo per la costituzione del diritto di superficie su un immobile: trattamento fiscale
 2) Giurisprudenza: fatture false, no rimborso Irap professionisti, occultamento libri contabili, incertezza normativa, contestazione credito
 3) Le polizze assicurative per i dipendenti: parere della Fondazione Studi n. 14/2012
 4) Camera dei Deputati: sì definitivo al Decreto in materia di semplificazione e sviluppo
 5) Credito di imposta per acquisto carta: nuovo codice tributo
 6) Energia elettrica da impianti fotovoltaici senza Iva: i chiarimenti dalle Entrate per gli enti pubblici
 7) Senato: via libera al Disegno di Legge di conversione del D.L. sulle semplificazioni fiscali, confermate le prime regole di applicazione per l’IMU
 

 
1) Corrispettivo per la costituzione del diritto di superficie su un immobile: Trattamento fiscale
Come è noto (si veda tra le novità fiscali di marzo 2012), l’Associazione Italiana dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (AIDC), con la norma di comportamento del n. 183 del 01.03.2012 si è occupata del trattamento ai fini delle imposte dirette ed indirette del corrispettivo per la costituzione del diritto di superficie su un immobile.
Adesso vediamone di seguito tutti i relativi particolari.
Ai sensi dell’art. 9, comma 5, del T.U.I.R. il trattamento del corrispettivo conseguito per la costituzione di un diritto di superficie a favore di terzi su un bene immobile è equiparato, ai fini delle imposte dirette, a quello relativo alla cessione di un bene immobile a titolo oneroso.
Per i cedenti persone fisiche non imprenditori, l’eventuale plusvalenza è imponibile con il criterio di cassa solo se compresa tra quelle di cui all’art. 67, comma 1, lett. b), del T.U.I.R..
Per i cedenti imprenditori (persone fisiche o società) la plusvalenza è imponibile ai sensi dell’art. 86, comma 1, lett. a), se il bene immobile oggetto di concessione di diritto di superficie rientra tra le immobilizzazioni; nel caso in cui l’immobile sia un bene alla cui produzione o al cui scambio è diretta l’attività dell’impresa, il provento concorre a formare il reddito nel rispetto di quanto disciplinato dal 2° comma, lett. a, dell’art. 109 del T.U.I.R.
Per i soggetti Iva, la costituzione di un diritto di superficie è equiparata alla cessione di un bene immobile in base all’art. 2 del D.P.R. n. 633/1972, con esclusione da Iva per i terreni non suscettibili di utilizzazione edificatoria di cui alla lett. c), comma 3, del suddetto art. 2, esenzione nei casi previsti per i fabbricati dai punti 8- bis e 8- ter dell’art. 10 del D.P.R. n. 633/1972 ed imponibilità ad aliquota IVA ordinaria negli altri casi.
La costituzione del diritto di superficie, se non rientra nel campo di applicazione dell’IVA, è soggetta ad imposta proporzionale di registro.
I proprietari di un terreno (agricolo o edificabile) o di un fabbricato (abitativo o strumentale) possono concedere a favore di terzi un diritto di superficie, che – non sempre ma nella maggior parte dei casi – è a tempo determinato.
Alla scadenza del termine, il diritto di superficie si estingue ed in base al principio di accessione si ripristina la piena proprietà.
Essendo il diritto di superficie un diritto reale di godimento, ai fini delle imposte sui redditi si applicano, ai sensi dell’art. 9, comma 5, del T.U.I.R., le disposizioni relative alle cessioni di un bene immobile a titolo oneroso.
Il trattamento ai fini delle imposte dirette del corrispettivo pattuito a fronte della costituzione del diritto di superficie è subordinato sia alle caratteristiche del soggetto che lo concede, sia a quelle del bene su cui il diritto è costituito.
Il trattamento dei diversi casi è il …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it