Novità fiscali del 2 aprile 2012: oggi scade la possibilità di definire le liti pendenti

Pubblicato il 2 aprile 2012

entro oggi si può fruire della chiusura delle liti fiscali pendenti; in scadenza anche la comunicazione “black list”; il reddito da diritto di superficie equivale a plusvalenza; cartelle di pagamento e avvisi di addebito: telematizzate le domande di dilazione e riduzione delle sanzioni; INPS: obbligo contributivo per il socio di Srl; UnicoPF2011: pubblicate le statistiche per l’anno 2010; dall'1 aprile vige la mediazione tributaria obbligatoria; nuovo regime impositivo dei redditi di natura finanziaria; finanziamento dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato; elenco dei Revisori dei conti degli enti locali: nota del CNDCEC

 

Indice:

1) Entro oggi si può fruire della chiusura delle liti fiscali pendenti

2) In scadenza anche la comunicazione “black list”

3) Il reddito da diritto di superficie equivale a plusvalenza

4) Cartelle di pagamento e avvisi di addebito: telematizzate le domande di dilazione e riduzione delle sanzioni

5) Inps: obbligo contributivo per il socio di Srl, vicenda chiusa ?

6) Modello Unico PF 2011: pubblicate le statistiche per l’anno 2010

7) Dal 1 aprile vige la mediazione tributaria obbligatoria

8) Nuovo regime impositivo dei redditi di natura finanziaria

9) Finanziamento dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato

10) Elenco dei Revisori dei conti degli enti locali: nota del CNDCEC

 

 

1) Entro oggi si può fruire della chiusura delle liti fiscali pendenti

Scade oggi il termine per provvedere al versamento degli importi dovuti e per presentare la domanda di definizione delle controversie pendenti al 31.12.2011 di valore non superiore ai 20mila euro.

Entro il 02.04.2012, gli interessati alla chiusura agevolata devono versare la somma dovuta e presentare la relativa domanda.

Questa può essere trasmessa in via telematica o presentata presso qualsiasi direzione provinciale dell’Agenzia delle Entrate, che procederà all’invio.

Le somme vanno versate con il Modello F24, senza possibilità di avvalersi della compensazione, utilizzando il codice tributo “8082”.

Questi gli importi dovuti per la definizione:

- 150 euro, se la lite è inferiore a 2mila euro;

- 10% del valore della lite, se l’ultima sentenza è stata favorevole al contribuente;

- 50% del valore della lite, se l’ultima sentenza è stata favorevole all’Agenzia;

- 30% del valore della lite, se non vi sia stata ancora alcuna sentenza.

Le novità del “milleproroghe”

A seguito dell’art. 29, comma 16-bis, del D.L. n. 216/2011 (cd. Decreto “milleproroghe”), sono definibili anche le liti instaurate, mediante ricorso introduttivo del giudizio di primo grado, tra il 02.05.2011 ed il 31.12.2011.

Le controversie devono risultare pendenti, al 31.12.2011, dinanzi alle commissioni tributarie o al giudice ordinario in ogni grado del giudizio e anche a seguito di rinvio.

 

2) In scadenza anche la comunicazione “black list”

Scade anche il 02.04.2012 il termine per l’invio della comunicazione mensile dei dati relativi alle transazioni con operatori economici residenti in Paesi “black list”.

I soggetti passivi Iva devono comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle operazioni (a decorrere da quelle effettuate dal 01.07.2010) con operatori economici con sede, residenza o domicilio negli Stati o territori a fiscalità privilegiata (cosiddetti “Paesi black list”) individuati dal Decreto 04.05.1999 del Ministro delle Finanze (per le persone fisiche) e dal Decreto 21.11.2001 del Ministro dell’Economia e delle Finanze (per le società).

Il modello di comunicazione va presentato all’Agenzia delle Entrate in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, entro l’ultimo giorno del mese successivo al periodo di riferimento.

Contenuto della comunicazione

Devono essere comunicati i dati relativi a:

- Cessioni di beni e prestazioni di servizi rese;

- acquisti di beni e prestazioni di servizi ricevute.

I dati vengono comunicati all’Agenzia delle Entrate con periodicità:

- Trimestrale dai soggetti che hanno realizzato, nei 4 trimestri precedenti e per ciascuna categoria di operazioni, un ammontare totale trimestrale non superiore a 50mila euro;

- mensile dagli restanti soggetti.

Chi è tenuto alla presentazione trimestrale può scegliere di adottare la periodicità mensile per l’intero anno solare.

I contribuenti che presentano una comunicazione trimestralmente e che nel corso di un trimestre superano la soglia dei 50mila euro, devono passare alla periodicità mensile a partire dal mese successivo a quello in cui il limite viene superato.

 

3) Il reddito da diritto di superficie equivale a plusvalenza

Costituzione del diritto di superficie a favore di terzi con tassazione equiparata a quella di una cessione di un immobile, ancorché differenziata in base al soggetto cedente (privato o impresa).

Il reddito derivante dalla costituzione del diritto di superficie a favore di terzi è da qualificare come plusvalenza (differenza tra corrispettivo e costo fiscalmente riconosciuto).

Solo se l’immobile è un “bene merce” il concedente consegue un ricavo.

Ai fini Iva l’operazione è assimilata ad una cessione di beni, cui si applica l’alternatività con l’imposta di registro.

E’ stata, infatti, pubblicata la norma di comportamento n. 183/2012 dell’AIDC.

 

4) Cartelle di Pagamento e Avvisi di Addebito: Telematizzate le domande di Dilazione e Riduzione delle Sanzioni

A decorrere dal 21.03.2012 sono state telematizzate le domande di dilazione e di riduzione delle sanzioni per le aziende con dipendenti che operano con il sistema UniEmens e le richieste di provvedimenti su Avviso di Addebito e Cartella di Pagamento per la generalità dei contribuenti tenuti all’assolvimento degli obblighi contributivi nelle gestioni previdenziali dell’Istituto.

E’ stato predisposto, inoltre, il servizio di trasmissione telematica delle comunicazioni delle Cessioni dei Crediti degli Enti morali.

Dal 21.03.2012 le domande di dilazione e riduzione delle sanzioni civili delle aziende con dipendenti che operano con il sistema UniEmens devono essere trasmesse con modalità telematica.

La domanda di dilazione potrà essere trasmessa dalle aziende, dai consulenti e dai professionisti che accedono mediante PIN al sito Internet dell’Istituto attraverso la sezione “Servizi on-line”.

Provvedimenti su Avviso di Addebito e Cartella di Pagamento

Dal 21.03.2012, le aziende con dipendenti che operano con il sistema UniEmens, gli iscritti alla gestione degli artigiani e commercianti, le aziende assuntrici di manodopera e i lavoratori autonomi agricoli, committenti e liberi professionisti dovranno trasmett