Novità fiscali del 15 marzo 2012, tra cui le novità introdotte dall'approvato Decreto in materia di semplificazione e sviluppo

 

Indice:
1) Approvato il Decreto in materia di semplificazione e sviluppo
2) Applicazione tributi speciali agli atti registrati nell’ufficio delle Entrate
3) Come calcolare l’indennità Inps per il congedo parentale straordinario
4) Lavoro intermittente nel settore agricolo?
5) Indice per la rivalutazione del TFR del mese di febbraio 2012
6) La firma sul DDT presuppone l’instaurazione di un rapporto di lavoro dipendente
7) Spesometro 2011 ed Elenco clienti e fornitori 2012: Chiarimenti dalle Entrate
8) Processo penale svincolato da quello tributario
9) Nuove disposizioni in materia di trattamenti pensionistici
10) Unione Nazionale Giovani Commercialisti: Il nuovo istituto del reclamo complica anziché deflazionare
11) Reti d’impresa: Pronto il software di compilazione delle comunicazioni di asseverazione
12) “La mediazione tributaria”: La conferenza stampa all’Agenzia delle Entrate

 
1) Approvato il Decreto in materia di semplificazione e sviluppo
La Camera dei Deputati, il 13.03.2012, ha approvato il Disegno Di Legge di conversione del Decreto Legge 09.02.2012, n. 5, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo (C. 4940-A), che è ora passato all’esame dell’altro ramo del Parlamento.
Principali novità
Nelle S.r.l. si potranno sostituire i collegi sindacali in scadenza con il sindaco unico a condizione che l’atto costitutivo dell’ente non preveda espressamente la nomina di un organo di controllo collegiale. Tale possibilità non riguarderà, invece, le S.p.A., laddove, a prescindere dalle dimensioni societarie, sarà sempre d’obbligo nominare tre sindaci.
Autorizzazione unica per tutti. Tra sei mesi un regolamento del ministero dell’ambiente disciplinerà l’autorizzazione unica ambientale e semplificherà gli adempimenti amministrativi delle PMI e degli impianti non soggetti alle disposizioni in materia di autorizzazione integrata ambientale.
Acquisizione d’ufficio del Durc da parte della Pubblica Amministrazione.
Le dichiarazioni anagrafiche vanno rese nel termine di venti giorni dalla data in cui si sono verificati i fatti utilizzando una modulistica conforme a quella pubblicata sul sito istituzionale del ministero dell’interno.
L’ufficiale d’anagrafe, nei due giorni lavorativi successivi alla presentazione delle dichiarazioni, effettua le iscrizioni anagrafiche.
Gli effetti giuridici delle iscrizioni anagrafiche e delle corrispondenti cancellazioni decorrono dalla data della dichiarazione.
Dal 2013 negli appalti le verifiche sui requisiti dei concorrenti saranno effettuate esclusivamente online; sarà la Banca dati nazionale dei contratti pubblici, presso l’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici a mettere a punto il sistema telematico; le stazioni appaltanti, con l’avvio del sistema, non potranno verificare i requisiti dei concorrenti con modalità diverse dalla consultazione della Banca dati nazionale dei contratti pubblici e gli appaltatori, non dovranno più produrre certificati.
In occasione di consultazioni elettorali o referendarie, qualora l’ufficiale di anagrafe proceda al ripristino della posizione anagrafica precedente in tempi non utili ai fini degli adempimenti elettorali le conseguenti variazioni alle liste elettorali sono apportate non oltre il 15° giorno antecedente la data della votazione.
Le asseverazioni previste dall’art. 19 della Legge 241/1990 devono essere allegate alla Scia soltanto se la legge di riferimento lo prevede espressamente. La posta elettronica certificata (PEC) è obbligatoria per tutte le società. La domanda di iscrizione al Registro Imprese rimane sospesa fino a quando non viene comunicata la Pec.
La somministrazione di alimenti e bevande, in occasione di fiere, sagre e …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it