Novità fiscali del 12 marzo 2012: la fattura del professionista non subisce la revocatoria fallimentare

 

Indice:
1) Modello Iva TR 2012: Bozza recepisce le novità della disciplina Iva
2) Dipendenti PPAA: Risoluzione del rapporto di lavoro per permanente inidoneità psicofisica
3) Pubblici esercizi: Lavoro extra da prevedere
4) Parcella del professionista: Non rientra nella revocatoria fallimentare
5) Determinazione del compenso: Non è nullo l’accordo verbale tra il professionista e il proprio cliente anche dopo il decreto liberalizzazioni
6) Nuove misure in materia di diritto nazionale e comunitario: Modifiche anche in materia di sovra indebitamento; approvata riforma “golden share”
7) Iva al 20% sui cavalli d’allevamento non a destinazione agricola
8) Flusso telematico Mod. 730-4: Entro il 31 marzo la comunicazione

 
1) Modello Iva TR 2012: Bozza recepisce le novità della disciplina Iva
È ormai disponibile, dal giorno 08.03.2012, sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate la bozza del Modello Iva TR che andrà utilizzato a partire dal prossimo mese di aprile per chiedere il rimborso o utilizzare in compensazione il credito Iva maturato nel primo trimestre del 2012.
Il modello è stato adeguato alle novità introdotte nella disciplina Iva.
Causa la modifica dell’aliquota Iva ordinaria
Nei quadri TA e TB i righi riservati, rispettivamente, all’esposizione delle operazioni attive con applicazione dell’aliquota del 20% (TA11) e all’esposizione degli acquisti e delle importazioni con aliquota del 20% (TB11) sono stati modificati per tenere conto della nuova aliquota del 21% che, a decorrere dal 17.09.2011, costituisce l’aliquota Iva ordinaria (art. 2, D.L. n. 138 del 2011).
Queste le altre novità
Nel quadro TE, riservato all’ente o società controllante di un gruppo Iva di cui all’art. 73 del D.p.r. n. 633 del 1972, sono stati eliminati i righi previsti per l’esposizione dei crediti relativi a periodi precedenti e trasferiti al gruppo dalle controllate nel primo anno di partecipazione alla procedura di liquidazione dell’Iva di gruppo.
Sulla base della normativa vigente e delle interpretazioni fornite con diversi documenti di prassi non è più consentito alle controllate il trasferimento al gruppo Iva dei crediti maturati in periodi antecedenti l’ingresso nel gruppo stesso.
Inoltre, nel quadro TD è stato previsto il nuovo presupposto “operazioni non soggette” riservato ai contribuenti che hanno effettuato nei confronti di soggetti passivi non stabiliti nel territorio dello Stato, per un importo superiore al 50% dell’ammontare di tutte le operazioni effettuate, determinate prestazioni di servizi per le quali non sussiste il requisito territoriale (lavorazioni relative a beni mobili materiali, prestazioni di trasporto di beni e relative prestazioni di intermediazione, prestazioni di servizi accessorie ai trasporti di beni e relative prestazioni di intermediazione, ovvero prestazioni di servizi di cui all’art. 19, comma 3, lettera a-bis).
 
2) Dipendenti PPAA: Risoluzione del rapporto di lavoro per permanente inidoneità psicofisica
L’Inps, con la circolare n. 33 del 08.03.2012, ha fornito indicazioni riguardo l’applicazione dei contenuti del Regolamento di attuazione in materia di risoluzione del rapporto di lavoro dei dipendenti delle amministrazioni pubbliche dello Stato e degli enti pubblici nazionali, in caso di permanente inidoneità psicofisica, con particolare riguardo alla procedura, gli effetti ed il trattamento giuridico ed economico.
Il regolamento distingue tra inidoneità psicofisica permanente assoluta, intesa come assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa, e relativa, intesa come stato del dipendente impossibilitato, in via permanente, a svolgere alcune o tutte le mansioni dell’area…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it