Novità fiscali dell'1 marzo 2012: i chiarimenti per la comunicazione dell'impronta informatica

 

Indice:
1) Nuovo istituto del reclamo e mediazione
2) Nuovi importi dei diritti di copia di atti e documenti del processo tributario
3) Beni concessi a soci o familiari: Entro il 31 marzo andranno comunicati i dati all’Agenzia delle Entrate
4) Comunicazione dell’impronta dei documenti informatici: Dalle Entrate le risposte ai quesiti degli operatori
5) Esenzione IMU enti non commerciali
6) Aggiornamento dei premi assicurativi: Emendamento al D.L. liberalizzazioni
7) Monti: Graduale spostamento da imposte dirette a indirette
8) Tassa sui libri sociali in scadenza il 16.03.2012

 
1) Nuovo istituto del reclamo e mediazione
L’Agenzia delle Entrate, nel proprio annuario del contribuente 2012, ricorda che dal 01.04.2012 viene previsto, nel processo tributario, il nuovo istituto del “reclamo”, il cui obiettivo è trovare un accordo preventivo con il Fisco ed evitare il ricorso al giudice tributario (art. 39, comma 9, del D.L. n. 98/2011).
Riguarda esclusivamente le controversie di valore non superiore a 20.000 euro, relative ad atti emessi dall’Agenzia delle Entrate e notificati a decorrere dal 01.04.2012 (sono esclusi gli atti riguardanti il recupero degli aiuti di Stato).
La mancata presentazione del reclamo determinerà l’inammissibilità del ricorso presentato, rilevabile in ogni stato e grado del giudizio, anche d’ufficio.
Il reclamo andrà presentato alla Direzione provinciale o alla Direzione regionale che ha emanato l’atto e può contenere una motivata “proposta di mediazione”, completa della rideterminazione dell’ammontare della pretesa.
Apposite strutture, diverse ed autonome da quelle che curano l’istruttoria degli atti, esamineranno la documentazione presentata e decideranno se accogliere o meno il reclamo, volto a ottenere l’annullamento totale o parziale dell’atto, o l’eventuale proposta di mediazione.
L’ufficio, a sua volta, può formulare una controproposta di mediazione.
Trascorsi novanta giorni senza che sia stato notificato l’accoglimento del reclamo o senza che sia stata conclusa la mediazione, il reclamo produce gli effetti del ricorso.
I termini per La costituzione in giudizio delle parti decorrono da questa data.
Se, invece, l’Agenzia delle Entrate respinge il reclamo (o lo accoglie parzialmente) in data antecedente, i predetti termini decorrono dal ricevimento del diniego (o dalla notificazione dell’atto di accoglimento parziale).
È previsto, infine, che, nel procedimento tributario riguardante una controversia interessata al nuovo istituto del reclamo, la parte soccombente è tenuta a rimborsare, oltre al pagamento delle spese di giudizio, il 50% degli oneri sostenuti per il procedimento del reclamo e della mediazione.
Eccetto i casi di soccombenza reciproca, la Commissione tributaria può compensare parzialmente o per intero le spese tra le parti solo se ricorrono giusti motivi (da indicare nella motivazione) che hanno indotto la parte soccombente a disattendere la proposta di mediazione.
 
2) Nuovi importi dei diritti di copia di atti e documenti del processo tributario
Cambiano gli importi dovuti per il rilascio di copie di atti e documenti da parte delle Commissioni tributarie.
E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 50 del 29.02.2012 (ed è anche disponibile sul sito www.finanze.gov.it), il Decreto del Ministro dell‘economia e delle finanze del 27.12.2011, con il quale si è proceduto alla revisione e all’aggiornamento della misura del diritto di copia nel processo tributario.
I nuovi importi del diritto di copia previsti dal decreto sono applicabili dal 01.03.2012.
 

Diritto per il rilascio di copia cartacea senza certificazione di conformità

Numero di pagine

Diritto di copia forfettizzato…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:


Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it