L'indicazione dei costi black list e la loro deducibilità in Unico 2012

I costi sostenuti dalle imprese italiane relativamente a operazioni (acquisti di beni e prestazioni di servizi) intercorse con soggetti domiciliati in Paesi o territori extra-UE a fiscalità privilegiata (c.d. paradisi fiscali) devono essere evidenziati nel mod. UNICO sia dai soggetti IRPEF, che dai soggetti IRES.

Con questo approfondimento cerchiamo di fornire una trattazione completa della disciplina addentrandoci nell’identificazione dei costi che vanno comunicati, con quali Paesi vengono sostenuti e in quali righi del modello Unico vanno indicati.

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it