Novità fiscali del 16 febbraio 2012: prorogato il pagamento dell'imposta di bollo sullo scudi fiscali

 

 
Indice:
 
1) Dichiarazione Iva 2012: Indicazione dei dati bancari/postali dei piccoli e medi contribuenti
 
2) Imposte sulle attività finanziarie scudate: Oggi scade il versamento
 
3) DURC: Sportello Unico Previdenziale aggiornato
 
4) Autoliquidazione premi Inail e contributi associativi
 
5) Niente Irap per il professionista che si avvale di co.co.co. solo occasionalmente ?
 
6) L’accertamento con adesione può salvare il contribuente
 
7) Anche le società di servizi dei Caf possono utilizzare CIVIS
 
8) La finta richiesta di adesione all’accertamento fiscale non sospende i termini del ricorso
 

 
1) Dichiarazione Iva 2012: Indicazione dei dati bancari/postali dei piccoli e medi contribuenti
L’indicazione dei dati bancari e/o postali non è obbligatoria, è, quindi, facoltativa.
Ma sembrerebbe che pochi potranno avvalersi di tale agevolazione, considerando che per le piccole spese (o marginali incassi), di solito si paga (o si riscuote) in contanti (circostanza che fa decadere da tale beneficio).
I righi da VA20 a VA26, della dichiarazione Iva 2012, relativa al 2011, sono riservati all’indicazione degli estremi identificativi dei rapporti (c/c, ecc.) con gli operatori finanziari (ad es. banche, società Poste italiane spa, ecc.) in essere nel periodo di imposta 2011.
I piccoli/medi contribuenti (in particolare, le imprese o i professionisti con ricavi e compensi dichiarati non superiori a 5 milioni di euro)  possono indicare tale dati solo se per tutte le operazioni attive e passive effettuate nell’esercizio dell’attività siano stati utilizzati esclusivamente strumenti di pagamento diversi dal denaro contante (basta un incasso o un pagamento in contanti per far decadere da tale possibilità).
Riuscendo a fare quando sopra, in caso di accertamenti fiscali con rinvenimento di maggiori volumi affari o maggior reddito da dichiarare, viene prevista la riduzione alla metà delle sanzioni amministrative applicabili.
 
 
2) Imposte sulle attività finanziarie scudate
Dalle Entrate fornite le linee guida per il calcolo e il versamento.
Gli intermediari trattengono l’imposta di bollo speciale annuale sulle attività oggetto di emersione e l’imposta straordinaria sui prelievi delle stesse attività dal conto del soggetto che ha effettuato l’emersione, oppure ricevono la provvista direttamente da quest’ultimo.
Il versamento è stato prorogato con un comunicato stama dela Ministero dell’enonomia e delle finanze, date le oggettive difficoltà di applicazione della normativa (ricordiamo che i provvedimenti attuativi sono stati pubblicati solo il 14 febbraio).
I codici tributo sono quelli istituiti con la risoluzione n. 14/E del 09.02.2012. Inoltre, il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 14.02.2012, ha stabilito che gli stessi intermediari (banche italiane, società di intermediazione mobiliare, società di gestione del risparmio, società fiduciarie, agenti di cambio e Poste Italiane S.p.A., nonché stabili organizzazioni in Italia di banche e di imprese di investimento non residenti) segnalano all’Agenzia delle Entrate i soggetti nei cui confronti non è stato possibile applicare e versare le imposte.
La segnalazione va effettuata nel modello 770 ordinario degli intermediari, a decorrere da quello relativo al periodo d’imposta 2012 (mod. 770/2013).
Imposta di bollo speciale annuale sulle attività oggetto di emersione
Il Decreto “Salva Italia” (art. 19, comma 6, del D.L. n. 201/2011) prevede che le attività finanziarie oggetto di emersione sono soggette, a decorrere dal periodo d’imposta 2011, a un’imposta di bollo speciale annuale pari a:
– 10 per mille …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it