Novità fiscali del 15 febbraio 2012: le novità IVA per gli immobili

 

 
Indice:
 
1) Iva sugli immobili: cosa è cambiato
 
2) Tassazione della caparra confirmatoria nei contratti preliminari
 
3) Ispezioni programmate: Inail e Ministero del lavoro comunicano le linee di intervento
 
4) Diminuiscono le partite Iva in Italia
 
5) Parlamentare con dipendenti: Non opera la ritenuta d’acconto
 
6) Riscatto laurea: Piena deducibilità solo per i contributi pagati dal 2001
 
7) Fisco: Dal CNDCEC pubblicati nuovi documenti di studio
 
8) Nuove bozze dei Modelli studi di settore da allegare a Unico 2012
 

 
1) Iva sugli immobili: cosa è cambiato
In materia di Iva sulle operazioni relative ai fabbricati abitativi, il cd. decreto liberalizzazioni (D.L. n. 1 del 2012) ha esteso la possibilità di applicare l’imposta soltanto al cd. housing sociale, ossia alle cessioni e locazioni poste in essere nel quadro di operazioni caratterizzate dal perseguimento di scopi di interesse sociale.
Premessa
È, perciò, rimasta inattuata l’estensione del trattamento di imponibilità alle imprese di costruzione o di ristrutturazione quando vendono oltre cinque anni dall’ultimazione dei lavori, che era prevista nella versione originaria del citato D.L. n. 1/2012, alla quale fa peraltro riferimento la relazione illustrativa, ma che è scomparsa dal testo definitivo (non sono escluse ulteriori modifiche in sede di conversione in legge).
Cosa è cambiato in materia di Iva sugli immobili
Premesso ciò, vediamo cosa cambia attualmente:
L’art. 57 del suddetto D.L. n. 1 del 2012 (quindi, in attesa di conversione in Legge) ha modificato il contenuto dei punti 8) e 8-bis) dell’art. 10 del D.P.R. n. 633/72.
Locazioni di fabbricati abitativi
Il nuovo punto n. 8), relativamente alle locazioni di fabbricati diversi da quelli strumentali per natura, esclude adesso dall’esenzione le locazioni per le quali nel relativo atto il locatore abbia espressamente manifestato l’opzione per l’imposizione, di fabbricati abitativi, di durata non inferiore a quattro anni effettuate in attuazione di piani di edilizia abitativa convenzionata, di fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del ministro delle infrastrutture del 22.04.2008.
Rispetto a prima, non viene più richiesto che locatore sia l’impresa che ha costruito o ristrutturato il fabbricato, né che la locazione sia stipulata entro quattro anni dall’ultimazione dei lavori.
Inoltre, l’ipotesi di imponibilità comprende anche le locazioni aventi a oggetto “alloggi sociali”.
Per alloggio sociale (Secondo quanto disposto dal decreto 22.04.2008) viene intesa l’unità immobiliare adibita “a uso residenziale in locazione permanente che svolge la funzione di interesse generale, nella salvaguardia della coesione sociale, di ridurre il disagio abitativo di individui e nuclei familiari svantaggiati, che non sono in grado di accedere alla locazione di alloggi nel libero mercato. L’alloggio sociale si configura come elemento essenziale del sistema di edilizia residenziale sociale costituito dall’insieme dei servizi abitativi finalizzati al soddisfacimento delle esigenze primarie”.
Rientrano nella predetta definizione “gli alloggi realizzati o recuperati da operatori pubblici e privati, con il ricorso a contributi o agevolazioni pubbliche – quali esenzioni fiscali, assegnazioni di aree o immobili, fondi di garanzia, agevolazioni di tipo urbanistico – destinati alla locazione temporanea per almeno otto anni ed anche alla proprietà”.
Il riferimento all’edilizia abitativa convenzionata comprende gli interventi realizzati in forza di normative particolari, sulla base di una convenzione stipulata con l’ente pubblico nella quale, a fronte di …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it