Novità fiscali del 10 febbraio 2012: possibile una proroga per le zone che hanno subito eventi meteorologici eccezionali

Pubblicato il 10 febbraio 2012



zone nevose per eventi eccezionali: niente sanzioni per i pagamenti dei debiti tributari fatti in ritardo; semplificazione tributaria in arrivo; Cassa Previdenza Dottori Commercialisti: aumentano contributi; ritardato invio telematico delle dichiarazioni fiscali: sanzione all’intermediario; importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale per attività socialmente utili relativi all’anno 2012; INPS: determinazione per il 2012 del limite minimo di retribuzione giornaliera di tutte le contribuzioni dovute; professionisti “unitari”: mobilitati per la manifestazione dell'1 marzo; novità dalle Entrate: software comunicazione 730, calcolo superbollo e modelli studi da allegare ad Unico 2012; in scadenza l’imposta sostitutiva sul TFR; per lo sport dilettantistico l’aumento dell’aliquota base dell’addizionale regionale IRPEF decorre dal 2011

 

 

Indice:

 

1) Zone nevose per eventi eccezionali: Niente sanzioni per i pagamenti dei debiti tributari fatti in ritardo

 

2) Semplificazione tributaria in arrivo

 

3) Cassa Previdenza Dottori Commercialisti: Aumentano contributi

 

4) Ritardato invio telematico delle dichiarazioni fiscali: Sanzione all’intermediario

 

6) Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale per attività socialmente utili relativi all’anno 2012

 

7) Inps: Determinazione per il 2012 del limite minimo di retribuzione giornaliera di tutte le contribuzioni dovute

 

8) Professionisti “unitari”: Mobilitati per la manifestazione del 01.03.2012

 

9) Novità dalla Entrate: Software comunicazione 730, calcolo superbollo e modelli studi da allegare ad Unico 2012

 

10) In scadenza l’imposta sostitutiva sul TFR

 

11) Per lo sport dilettantistico l’aumento dell’aliquota base dell’addizionale regionale Irpef decorre dal 2011

 

 

1) Zone nevose per eventi eccezionali: Niente sanzioni per i pagamenti dei debiti tributari fatti in ritardo

Zone nevose per eventi eccezionali: Non verranno applicate le sanzioni in relazione ai tardivi pagamenti dei debiti tributari ed adempimenti connessi.

L’Agenzia delle Entrate ha, infatti, comunicato che, per i contribuenti domiciliati nelle zone interessate dalle recenti eccezionali precipitazioni nevose, sarà valutata la disapplicazione per causa di forza maggiore delle sanzioni previste per ritardi nell’effettuazione degli adempimenti tributari, anche in relazione ad eventuali provvedimenti che potranno individuare le aree interessate da tali eventi.

(Agenzia delle Entrate, comunicato del 08.02.2012)

 

 

 

2) Semplificazione tributaria in arrivo

E’ atteso nella seduta del governo Monti, con tutta probabilità, di martedì prossimo, un provvedimento che introdurrà, anche nel settore fiscale, misure di semplificazione, dopo quelle fatte in altri settori.

Tra i possibili interventi, meritevoli di segnalazione:

Le ritardate comunicazioni per fruire dei benefici fiscali saranno “perdonate”, nel senso che tali benefici, comunque, non si perdono.

- reintroduzione delle esenzioni ai fini dell’IMU;

- l’acconto IMU da pagare nel prossimo mese di giugno si pagherà, considerando soltanto le aliquote fissare per Legge (4 per mille sulla prima casa, 7,6 per mille sugli altri immobili);

- azzeramento delle attuali comunicazioni da presentare all’Agenzia delle Entrate in maniera distinta con apposito modello (ad es. tonnage, rinnovo per la tassazione di gruppo, opzione Irap per la tassazione in base ai dati di bilancio da parte delle ditte individuali o delle società di persone), facendole confluire in un quadro dei vari Modelli Unico;

- reintroduzione del “vecchio” elenco clienti e fornitori in sostituzione dell’attuale “spesometro”;

- snellimento di taluni adempimenti fiscali, come nel caso della liquidazione Iva di gruppo.

 

 

3) Cassa Previdenza Dottori Commercialisti: Aumentano contributi

Mercoledì scorso (08.02.2012) è stata approvata dai Ministeri dell’Economia e del Lavoro, la delibera con cui si ufficializza l’aumento del contributo soggettivo degli iscritti alla Cassa di Previdenza dei Dottori Commercialisti per il 2012 e il 2013 che sale di un punto percentuale passando all’11% e arriverà al 12% nel 2014.

E’ stato confermato il contributo integrativo nella misura del 4%.

A seguito delle novità, il presidente della Cassa di Previdenza dei Dottori Commercialisti ha spiegato che “se un iscritto versa il 12% di contributi avrà in realtà riconosciuto un versamento pari al 15%”.

 

 

 

4) Ritardato invio telematico delle dichiarazioni fiscali: Sanzione all’intermediario

Il consulente, con il rilascio dell’autorizzazione da parte dell’Amministrazione finanziaria, risponde personalmente per l’inadempimento relativo ai ritardi nella presentazione dei modelli fiscali.

E’ questo principio affermato dalla Commissione Tributaria Regionale del Lazio con la sentenza n. 420/38/11.

In particolare, in caso di ritardi nell’invio delle dichiarazioni telematiche, la responsabilità diretta e personale nei confronti dell’Amministrazione finanziaria, sarebbe dell’intermediario, con la conseguente irrogazione delle sanzione direttamente al professionista responsabile dell’illecito.

Nel caso di specie, un consulente del lavoro ha ricevuto un unico avviso di irrogazione di sanzioni per la tardiva trasmissione telematica di numerose dichiarazioni fiscali. Professionista che si è difeso lamentando  dei problemi tecnici che, tuttavia, per l’anno d’imposta, oggetto delle dichiarazioni fiscali inviate in ritardo, non sono risultati all’Amministrazione finanziaria.

 

 

 

5) Illegittima la tassa di rifiuti massima per gli studi professionali

Il Consiglio di Stato ha accolto l’appello avanzato da più ordini professionali tra cui i Consulenti del Lavoro e i Commercialisti.

E’, dunque, illegittima la tassa di rifiuti massima per gli studi professionali. La sentenza del Consiglio di Stato n. 539 ha accolto l’appello avanzato da più ordini professionali, tra cui Dottori Commercialisti, Ragionieri e Periti Commerciali e Consulenti del Lavoro, che chiedevano al Tar Toscana di annullare le delibere del Comune di Prato, dell’anno 2005, relative all'approvazione di un regolamento per l’applicazione della Tariffa per la gestione dei rifiuti urbani, che fissava la tariffa per gli studi professionali nella misura più alta possibile.

(Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro, nota del 09.02.2012)

 

 

 

6) Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, mobilità e disoccupazione ed importo dell’assegno per attività socialmente utili relativi all’anno 2012

L’Inps, ha riportato la misura, in vigore dal 01.01.2012, degli importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, mobilità e disoccupazione - al lordo ed al netto della riduzione prevista dall’art. 26 L. 41/86 e distinti in base alla retribuzione soglia di riferimento - nonché la misura dell’importo mensile dell’assegno per le attività socialmente utili.

Difatti, l’art. 1, comma 27, della legge n. 247 del 24.12.2007 prevede che, con effetto dal 1° gennaio di ciascun anno, gli aumenti di cui all’ultimo periodo del secondo comma dell’art. 1 della Legge n. 427/1980, e successive modificazioni e integrazioni – c.d. “tetti” dei trattamenti di integrazione salariale, mobilità e disoccupazione, relativi agli importi mensili massimi dei trattamenti ed alla retribuzione mensile, comprensiva dei ratei di mensilità aggiuntive, da prendere a riferimento quale soglia per l’applicazione del massimale più alto – siano determinati nella misura del 100% dell’aumento derivante dalla variazione annuale dell’indice Istat dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati.

(Inps, circolare n. 20 del 08.02.2012)

 

 

 

7) Determinazione per l’anno 2012 del limite minimo di retribuzione giornaliera ed aggiornamento degli altri valori per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza ed assistenza sociale

Determinazione per l’anno 2012 del limite minimo di retribuzione giornaliera ed aggiornamento degli altri valori per il calcolo di tutte le contribuzioni dovute in materia di previdenza ed assistenza sociale.

L’Inps ha fornito i necessari chiarimenti per tutte le categorie dei lavoratori, compresi:

- Lavoratori dello spettacolo;

- sportivi professionisti.

- assunzioni agevolate.

- aliquote contributive.

(Inps, circolare n. 21 del 09.02.2012)

 

 

 

8) Professionisti “unitari”: Mobilitati per la manifestazione del 01.03.2012

E’ stata pubblicata sul proprio sito la nota informativa n. 8 del 09.02.2012 del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili riguardante la manifestazione del 01.03.2012 “La giornata delle professioni Professional Day”

La mobilitazione dei professionisti

Il CUP (Comitato Unitario Permanente degli Ordini e Collegi Professionali), il PAT (Professioni Area Tecnica) e l’Adepp (Associazione delle Casse di Previdenza dei Professionisti) in collaborazione con la Conferenza dei CUP territoriali e con le altre componenti del mondo ordinistico - hanno deciso congiuntamente di organizzare “LA GIORNATA DELLE PROFESSIONI PROFESSIONAL DAY’.

Si tratta di una manifestazione pubblica che consentirà ai professionisti di rappresentare, con voce unitaria, al Paese e alle Istituzioni le proprie posizioni passando dalla protesta alle proposte.

E’ una iniziativa epocale per le Professioni, di grande coesione e con intenti costruttivi e propositivi.

La manifestazione si svolgerà il 01.03.2012 con sede centrale a Roma e collegamenti con tutto il territorio attraverso i canali satellitari e multimediali Ogni sede territoriale di ordini professionali dovrà, pertanto, organizzare un convegno in cui trasmettere l’evento, introducendolo con una iniziativa di proprio interesse e gradimento.

L’evento avrà grande rilevanza mediatica e vuole trasmettere un messaggio comune a tutti gli ordinamenti professionali, con lo stesso spirito con cui in estate si e riusciti ad ottenere una riforma degli ordinamenti che ha tenuto di conto delle proposte del mondo professionale e non di altri.

(Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, nota informativa n. 8 del 09.02.2012)

 

 

 

9) Novità dalla Entrate: Software comunicazione 730, calcolo superbollo e modelli studi da allegare ad Unico 2012

Ecco di seguito le novità pubblicate o rese disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate il 09.02.2012:

- Sostituti d’imposta - comunicazione per la ricezione telematica dei modelli 730-4: E’ pronto il software per la compilazione e per il controllo;

- addizionale erariale sulle tasse automobilistiche (superbollo): E’ stata resa disponibile l’applicazione per il calcolo dell’importo da versare;

- studi di settore: Modelli da allegare a Unico 2012 (bozze).

 

 

10) In scadenza l’imposta sostitutiva sul TFR

Entro il 16.02.2012 si paga a saldo l’imposta sostitutiva dovuta sull’incremento annuale del capitale accantonato per il trattamento di fine rapporto di lavoro.

Si tratta, quindi del saldo dell’imposta sostitutiva dell’Irpef sulle rivalutazioni del trattamento di fine rapporto dei dipendenti, che si sono determinate nel 2011.

Lo scorso 16 dicembre si è già dovuto pagare l’acconto (nella misura del 90%), calcolato con il metodo storico o previsionale.

Adesso, entro il prossimo 16 febbraio, si pagherà il saldo con il Modello F24 (solo in via telematica per coloro che sono in possesso di partita Iva) indicando nella “Sezione Erario” il codice tributo 1713.

La scadenza del 16 febbraio, che riguarda, quindi, la rivalutazione annuale del TFR, prevista dall’art. 2120 c.c., non interessa i fondi pensionistici complementari, che ne sono esclusi.

Rivalutazione Tfr e imposta sostitutiva

Le quote di trattamento di fine rapporto accantonate al 31 dicembre di ogni anno (escluse quelle maturate nell’anno stesso) dai sostituti d’imposta per i loro assistiti vengono “maggiorate” applicando un coefficiente costituito da un tasso fisso dell’1,5%, più uno variabile, pari al 75% dell’aumento dell’indice Istat, rispetto al mese di dicembre dell’anno precedente. L’11% di questo aumento di capitale costituisce l’imposta sostitutiva dell'Irpef da versare al Fisco.

 



11) Per lo sport dilettantistico l’aumento dell’aliquota base dell’addizionale regionale Irpef decorre dal 2011

Per lo sport dilettantistico l’aumento dell’aliquota base dell’addizionale regionale Irpef decorre dal 2011.

L’art. 28 della c.d. manovra Monti “Salva Italia” (D.L. n. 201/2011) ha, infatti, previsto che a decorrere dall’anno di imposta 2011 viene aumentata l’aliquota di base dell’addizionale regionale Irpef dallo 0,90% all’1,23%.

Ritenuta sulle associazioni sportive dilettantistiche

Come è risaputo tale ritenuta, in aggiunta a quella del primo scaglione Irpef pari al 23%, si applica sui compensi per attività sportiva dilettantistica di valore superiore ai 7.500 euro.

Il problema non si pone per la generalità dei contribuenti, poiché verseranno l’addizionale in occasione della compilazione del Modello Unico 2012 (relativo al 2011), ma riguarda, invece, gli sportivi dilettanti che si sono visti trattenere dai sostituti d’imposta (associazioni e società sportive, altri enti non profit, ecc.) la ritenuta nel corso di tutto il periodo di imposta.

Come osservato in Dottrina “Non si comprende se e come possa essere recuperata con effetto retroattivo”. Peraltro, sulla base di quanto stabilito dall’art. 3 della Legge n. 212/2000 (statuto del contribuente) pare che sia dovuta la maggiorazione dell’addizionale regionale Irpef solo sui compensi versati dopo l’entrata in vigore del Decreto 201/2011.

Di sicuro resta la circostanza che i compensi corrisposti dopo l’entrata in vigore del D.L. n. 201/2011 (avvenuta dal 06.12.2011) hanno già dovuto subire la nuova aliquota (dal 0,90% al 1,23%).

Se anche questi non fossero stati effettuati con la nuova aliquota (1,23%) è possibile avvalersi (sostituto d’imposta) del ravvedimento operoso, versando la differenza (0,33%) ma solo per tale ipotesi, a causa dell’applicazione della vecchia addizionale, il sostituto può sempre procedere con il ravvedimento operoso.

 

 

Vincenzo D’Andò