Modello Unico SP 2012 e Unico PF 2012: scelta per il regime premiale

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 16 febbraio 2012

ecco una prima guida alla scelta per optare per il nuovo regime premiale teso a favorire la trasparenza sui dati bancari dei contribuenti

Come optare per il regime premiale per favorire la trasparenza

L’art. 10 del D.L. n. 201 del 06.12.2011, convertito dalla Legge n. 214 del 22.12.2011, ha introdotto, a decorrere dal 01.01.2013, un regime premiale per promuovere la trasparenza e favorire l’emersione di base imponibile, destinato ai soggetti che svolgono attività artistica o professionale ovvero attività di impresa in forma individuale o con le forme associative di cui all’art. 5 del TUIR.

Il comma 6 di tale articolo ha previsto che il citato regime è applicabile previa opzione da esercitare nella dichiarazione dei redditi presentata nel periodo d’imposta precedente a quello di applicazione dello stesso.

Quindi, la scelta da parte dei contribuenti interessati, dovrà essere effettuata nel Modello Unico 2012, sia pure relativo al 2011, la cui presentazione è prevista entro il mese di settembre 2012 (cioè l’anno prima a quello di inizio decorrenza del regime premiale: 2013).

Opzione nel Modello Unico SP 2012

I contribuenti, soggetti alla presentazione del Modello Unico SP 2012 (S.n.c., S.a.s., ecc.) che decideranno di avvalersi di tale regime, poiché in possesso dei previsti requisiti normativi (peraltro, ancora in attesa dei relativi provvedimenti di attuazione), dovranno barrare l’apposita casella, introdotta nel Modello Unico Società di Persone, nel rigo RS44 del quadro RS relativo ai prospetti comuni.

Opzione nel Modello Unico PF 2012

Le persone fisiche  che si vorranno avvalere del regime premiale per promuovere la trasparenza e favorire l’emer