Modello Unico Società di Capitali 2012: la deduzione per capitale investito proprio (ACE)

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 27 febbraio 2012

nella redazione dei bilanci per l'anno 2011 occorre tenere conto anche della deduzione per capitale investito proprio (cd. incentivo ACE); le istruzioni ministeriali per la compilazione del Modello Unico 2012

Il D.L. n. 201 del 06.12.2011, convertito dalla Legge n. 214 del 22.12.2011, per incentivare il rafforzamento della struttura patrimoniale delle imprese e del sistema produttivo italiano, ha introdotto una riduzione del prelievo delle imposte sui redditi commisurata al nuovo capitale immesso nell’impresa sotto forma di conferimenti in denaro da parte dei soci o di destinazione di utili a riserva.

Il Legislatore ha previsto l’esclusione dal reddito complessivo dichiarato del rendimento nozionale (fissato al 3% per il primo triennio) riferibile ai nuovi apporti di capitale di rischio e agli utili accantonati a riserva (ACE).

Coloro che sono alle prese con la redazione del bilancio relativo all’esercizio 2011, devono tenere conto anche di tale riduzione.

Avvertono le istruzioni ministeriali al Modello Unico SC 2012 che il rendimento nozionale del nuovo capitale proprio si determina mediante applicazione dell’aliquota percentuale alla variazione in aumento del capitale proprio rispetto a quello esistente alla chiusura dell’esercizio in corso al 31.12.2010.

In atto (al 20.02.2012) si attendono ancora le disposizioni di attuazione dell’agevolazione, da stabilire con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze. Con lo stesso provvedimento possono essere stabilite disposizioni aventi finalità antielusiva specifica.

Comunque, a parte ciò, nel citato Modello Unico, nel quadro RS (prospetti vari), è stato inserito il prosp