Dichiarazione IVA 2012: ecco le novità dei modelli per la dichiarazione sull’anno 2011

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 6 febbraio 2012

tutte le novità al modello della dichiarazione IVA 2012 relativa all'anno 2011, già pronta per la presentazione

I modelli relativi alla Dichiarazione Iva 2012 sono stati approvati con i Provvedimenti del 16.01.2012, recependo le novità introdotte con le diverse manovre del 2011, tra cui le modifiche al nuovo regime dei minimi.

Peraltro, la dichiarazione Iva 2012, relativa all’anno 2011, deve essere presentata:

- Nel periodo compreso tra il 01.02.2012 ed il 01.10. 2012 (poiché il 30.09.2012 cade di domenica), se il contribuente è tenuto alla presentazione in via autonoma;

- entro il 01.10.2012, se il contribuente è tenuto a comprendere la dichiarazione IVA nella dichiarazione unificata.

Scadrà, invece, il 29.02.2012 il termine per l’invio telematico della Comunicazione Dati 2011 concernente le operazioni Iva (per le registrazioni eseguite nell’anno 2011).

Da ricordare, che saranno esonerati dalla presentazione di tale Comunicazione dei Dati per il 2011 tutti i contribuenti (sia a credito, sia a debito) che presenteranno la Dichiarazione Annuale Iva 2012 (per l’anno 2011) entro il prossimo 29 febbraio.

Modello di Dichiarazione annuale Iva/2012

Il modello di Dichiarazione annuale Iva/2012 concernente l’anno d’imposta 2011 deve essere utilizzato sia dai contribuenti tenuti alla presentazione di tale dichiarazione in via autonoma, sia dai contribuenti obbligati a comprendere la dichiarazione annuale Iva nel Modello Unico 2012.

Peraltro, per la presentazione della Dichiarazione annuale Iva è possibile utilizzare, in alternativa al presente modello, il Modello Iva BASE/2012, cui è possibile consultare le relative istruzioni per la compilazione.

Arrotondamenti

Gli importi devono essere indicati nella dichiarazione in unità di euro, arrotondando l’importo per eccesso se la frazione decimale è uguale o superiore a 50 centesimi di euro o per difetto se inferiore a detto limite.

A tal fine, negli spazi relativi agli importi sono stati prestampati i due zeri finali dopo la virgola.

Le novità contenute nella Dichiarazione Iva

Le stesse istruzioni ministeriali illustrano le principali modifiche che sono state introdotte nei modelli di Dichiarazione Iva 2012.

QUADRO VA

Il rigo VA14 è stato ridenominato “Regime per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità di cui all’articolo 27 del decreto legge n. 98 del 2011”. Da quest’anno, infatti, è riservato ai soggetti che presentano l’ultima dichiarazione Iva prima di aderire al nuovo regime dei minimi (disciplinato dall’art. 27 del D.L. n. 98/2011).

È stata introdotta la sezione 3 riservata all’indicazione degli estremi identificativi dei rapporti con gli operatori finanziari (art. 7, comma 6, del D.P.R. n. 605 del 1973).

QUADRO VE

La sezione 2 è stata ampliata con l’introduzione del rigo VE23 riservato all’indicazione delle operazioni con aliquota al 21%.