Novità fiscali del 12 gennaio 2012: la proroga dell'agevolazione del 36%

INAIL: iniziata la fase di telematizzazione; principio di cassa allargata applicabile solo per erogare i compensi di lavoro dipendente e assimilati; inapplicate le manette agli evasori; detrazioni fiscali nel settore immobiliare; regime di trasparenza fiscale opzionale e premiale evita i controlli fiscali


 

 

Indice:

 

1) Inail: Iniziata la fase di telematizzazione

 

2) Principio di cassa allargata applicabile solo per erogare i compensi di lavoro dipendente e assimilati

 

3) Inapplicate le manette agli evasori

 

4) Detrazioni fiscali nel settore immobiliare

 

5) Regime di trasparenza fiscale opzionale e premiale evita i controlli fiscali

 

 

 

1) Inail: Iniziata la fase di telematizzazione

Autoliquidazione Inail 2011/2012 solo on line al 16 marzo 2012. L’Istituto dirama le istruzioni.

Inail e imprese, comunicazione online

Gli adempimenti relativi all’autoliquidazione Inail, relativi al saldo 2011 e all’acconto 2012, andranno assolti esclusivamente online, con scadenza il 16 marzo 2012.

Lo ha reso noto l’Inail, con la circolare n. 1 del 10 gennaio 2012, con la quale ha fornito le relative istruzioni operative.

Inizia così la fase di telematizzazione dei rapporti tra l’Istituto assicurativo ed utenti, che dovrà concludersi entro 18 mesi.

Nel 2012 saranno 5 gli adempimenti che dal cartaceo passeranno in formato telematico.

In particolare, riguardo l’autoliquidazione le nuove procedure informatiche riguarderanno la dichiarazione delle retribuzioni, la dilazione del pagamento in quattro rate, la procedura per usufruire della riduzione dei premi per le aziende artigiane, la richiesta per la riduzione delle retribuzione presunte.

Un altro adempimento che usufruirà del canale telematico sarà la presentazione degli elenchi trimestrali dei soci lavoratori da parte delle cooperative di facchinaggio per la regolazione dei premi speciali.

 

2) Principio di cassa allargata applicabile solo per erogare i compensi di lavoro dipendente e assimilati

12 gennaio cassa allargata, ponendo attenzione alle date e alle regole sulla tracciabilità. Principio applicabile solo al lavoro dipendente e assimilato.

Fino al 12 gennaio è ancora possibile erogare compensi di lavoro dipendente e assimilati relativi al 2011.

Il principio di cassa allargata, infatti, consente di includere nel reddito annuale anche le somme percepite entro il 12 gennaio dell’anno successivo, ed è applicabile solo al reddito di lavoro dipendente e assimilato (art. 51 del Tuir), compresi i redditi di collaborazione coordinata e continuativa.

Per poter applicare il principio di cassa i pagamenti si intendono percepiti nel momento in cui le somme sono nella disponibilità del percettore.

Tutto ciò viene precisato dai Consulenti del Lavoro con la nota del 11 gennaio 2012.

Il pagamento in contanti (con le regole sulla tracciabilità fino a 999,99 euro):
si considera effettuato all’atto della consegna materiale del denaro.

Mentre il pagamento mediante assegni bancari o circolari si considera effettuato quando il destinatario lo riceve (risoluzione 138/E/2009).

Altresì, il pagamento effettuato con bonifico si considera effettuato quando il lavoratore riceve l’accredito sul conto corrente, cioè quando l’importo può essere effettivamente utilizzabile (circolare 38/E/2010).

Tracciabilità: Sintesi delle regole

Trasferimento di denaro, libretti di deposito bancari o postali al portatore o di titoli al portatore:

È vietato il trasferimento di denaro contante, libretti di deposito bancari o postali al portatore o di titoli al portatore, di importo pari o superiore a € 1.000 tra soggetti diversi (anche attraverso più operazioni singolarmente inferiori alla soglia che appaiono artificiosamente frazionate).

L’operazione può avvenire solo per il tramite di banche, istituti di moneta elettronica e Poste Italiane SpA.

Pagamento delle retribuzioni, imposte, contributi:

L’obbligo della tracciabilità prescinde dalla natura giuridica dei soggetti interessati dalla transazione e dalla causa sottostante avendo come unico punto di riferimento il citato limite quantitativo di € 1.000,00.

L’importo di € 1.000,00, per espressa previsione normativa, deve essere considerato “complessivamente”, evitando, in tal modo, l’aggiramento delle operazioni…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it