Le principali novità 2012 in tema di “consulenza del lavoro”

di Maurizio Falcioni

Pubblicato il 17 gennaio 2012



gli interventi legislativi hanno innovato molto anche il mondo della consulenza del lavoro: presentiamo un riassunto schematico di tutte le novità che ci aspettano in questo anno 2012

ADDIZIONALI COMUNALI

I comuni possono dal 2012 aumentare o istituire l’addizionale comunale fino al massimo dello 0,8% (Dlgs. 23/2011).

 

ADDIZIONALI REGIONALI

Le Regioni a statuto Ordinario possono, per l’anno 2012, aumentare o diminuire l’aliquota base dell’addizionale all’Irpef (attualmente 1,23%) massimo di 0,5% (art.6 Dlgs. 68/2011).

 

AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA

Prorogati per il 2012 una serie di ammortizzatori sociali dal Decreto Milleproroghe 2012 (art. 6 DL 216/2011 in attesa di conversione in Legge).

  • A tutti i beneficiari della disoccupazione in deroga (art. 1 L. 2/2009) non destinatari di ammortizzatori ordinari.

  • Indennità di disoccupazione in deroga per i lavoratori assunti con la qualifica di apprendista, con almeno tre mesi di servizio presso l’azienda, per la durata massima di 90 giornate nell’intero periodo di vigenza del contratto di apprendista e subordinatamente a un intervento integrativo pari almeno alla misura del 20% dell’indennità stessa a carico degli enti bilaterali.

  • Indennità una tantum ai cococo e cocopro iscritti alla gestione separata.

 

APPRENDISTI

Per gli apprendisti assunti da datori di lavoro con un numero di addetti pari o inferiore a 9, nel periodo 01.01.12 – 31.12.16, risulta applicabile per i primi tre anno, lo sgravio totale dei contributi a carico datore di lavoro (art. 22 L. 183/2011).

 

ASSUNZIONE DI DONNE E RIDUZIONI CONTRIBUTIVE

Entro il 31/01/12 il Ministero del Lavoro individuerà le aree geografiche ad alta densità di disoccupazione/in occupazione femminile, finalizzate all’applicazione delle riduzioni contributive per l’assunzione di donne con contratto di inserimento (art. 22 c. 3 L.183/2011).

 

CLAUSOLE FLESSIBILI ED ELASTICHE NEL PART TIME

Dal 01.01.12 soppresso l’obbligo di convalida presso la DTL della trasformazione di lavoro da full time a part-time e abrogate le modifiche previste dalla L. 247/07 che subordinavano la facoltà di ricorrere alle clausole flessibili ed elastiche soltanto se previste dalla contrattazione collettiva. Queste clausole ora potranno essere stabilite anche dalle parti individuali. Sempre in merito è stata modificata altresì la durata del preavviso minimo per ricorrere a tali clausole flessibili elastiche, che scende da 5 giorni a 2 giorni (art. 22 c. 4 L. 183/2011).

 

CUNEO FISCALE

Per le donne e per i giovani di età inferiore a 35 anni, occupati a tempo indeterminato il cuneo fiscale ai fini Irap sale a € 10.600 annuo e in alcune regioni del sud a € 15.200 (art. 2 c. 2 DL 201/2011 conv. in L. 214/2011)

 

DECONTRIBUZIONE

Confermato lo sgravio contributivo sugli emolumenti legati alla produttività contenute negli accordi di secondo livello depositati presso DTL e gli enti previdenziali/assistenziali/assicurativi interessati (art. 26 DL 98/2011 conv. in L. 111/2011 - art. 33 c. 1 L. 183/2011)

 

DETASSAZIONE IRPEF

Confermata la detassazione con applicazione di imposta sostitutiva del 10% in luogo di Irpef e addizionali sugli emolumenti legati alla produttività. Un DPCM definirà la conferma o meno dei limiti previsti per la detassabilità (6000 €) e per il requisito soggettivo del reddito (ora € 40.000) (art. 26 DL 98/2011 conv. in L. 111/2011 – art. 33 c. 12 L. 183/2011).

 

DICHIARAZIONE PER LE DETRAZIONI

Lavoratori dipendenti e percettori di reddito assimilato non sono più obbligati, se la situazione è rimasta immutata, a rinnovare al proprio datore di lavoro la dichiarazione delle detrazioni per carichi di famiglia così come non sono più obbligati a richiedere le detrazioni per lavoro dipendente; queste devono essere assegnate (salvo rinuncia) automaticamente (DL 70/2011 in L. 106/2011).

 

DISABILI E PROSPETTO INFORMATIVO

Per l’anno 2012 il termine dell’invio del prospetto informativo disabili e categorie protette (situazione al 31/12/11) in considerazione delle novità del DL 138/2011 in L. 148/2011 in materia di compensazione automatica (imprese multilocalizzate e appartenenti a un gruppo) è differito al 15.02.12 (Decreto 15.12.2011).

 

ENASARCO

Rivalutazione dei minimali e massimali contributivi e delle aliquote in base al nuovo regolamento in GU 186/2011.

 

ENPALS E INPDAP

Art. 21 del DL 201/2011 in L 214/2011, determina la soppressione dell’Inpdap e Enpals. Le funzioni dei due enti sono attribuite all’Inps a decorrere dal 01/01/2012. entro il 30/05/12 dovrà avvenire il trasferimento all’Inps delle risorse strumentali, umane e finanziarie degli enti soppressi.

 

INPS E TFR VERSATO ALLA PREVIDENZAZA COMPLEMENTARE

Dal 01.01.12 la riduzione (per il datore di lavoro) dei contributi minori dovuti all’INPS quale misura compensativa per la perdita del TFR (destinato alla previdenza complementare ovvero al fondo tesoreria), passa da 0,25 punti percentuali a 0,26 punti percentuali (DL 203/2005 - L. 248/2005).

 

INPS GESTIONE COMMERCIANTI

Per gli iscritti l’aliquota contributiva dal 01.01.12 aumenta del 1,3% (complessivamente sale al 21,3% e al 22,3% più lo 0,09% per la rottamazione delle licenze (art. 24 DL 201/2011 conv. in L. 214/2011).

 

INPS GESTIONE SEPARATA

Dal 01.01.2012 è incrementata di un punto percentuale attestandosi al 27,72% per i soggetti non iscritti ad altra forma pensionistica obbligatoria e non pensionati, al 18% per i soggetti iscritti ad una forma previdenziale obbligatoria e pensionati (art. 22 c. 1 L. 183/2011).

 

INTERESSI LEGALI

Dal 01.01.12 la misura del saggio degli interessi legali passa dal 1,5% al 2,5% (DM 12.12.2011).

 

LAVORO ACCESSORIO

L'art 6 c. 2 del DL 216/2011 Milleproroghe 2012 (in attesa di conversione) conferma per il 2012 la possibilità di instaurare rapporti di lavoro occasionale accessorio in qualsiasi settore dai titolari di contratti part-time e da parte dei percettori di prestazioni integrative del salario o con sostegno al reddito nel limite massimo di € 3.000,00.

 

LICENZIAMENTO E TEMPO DETERMINATO

Il termine di 60 giorni per impugnare il licenziamento ed il termine di 270 giorni per il deposito del ricorso (applicabile anche ai contratti a tempo determinato), introdotti dall’art. 32 della L. 183/2010 (Collegato Lavoro) e successive modificazioni, hanno acquisito efficacia dal 31.12.2011.

 

PART TIME

Dal 01.01.12 soppresso l’obbligo di convalida presso la DTL della trasformazione di lavoro da full-time a part-time e abrogate le modifiche previste dalla L. 247/07 che subordinavano la facoltà di ricorrere alle clausole flessibili ed elastiche soltanto se previste dalla contrattazione collettiva. Queste clausole ora potranno essere stabilite anche dalle parti individuali. Sempre in merito è stata modificata altresì la durata del preavviso minimo per ricorrere a tali clausole flessibili elastiche, che scende da 5 giorni a 2giorni (art. 22 c. 4 L. 183/2011).

 

PENSIONAMENTO E DIVIETO DI LICENZIAMENTO

Nel periodo di flessibilità (tra 66 e 70 anni per gli uomini e 62/70 per le donne) non sarà possibile procedere al licenziamento per raggiunti limiti di età (art. 24 DL 201/2011 conv. in L. 214/2011).

 

PREVENZIONE INCENDI

Il termine con cui le strutture turistico alberghiere ricettive con oltre 25 posti letto devono adeguarsi alla normativa antincendio è prorogato al 31/12/12 (art 15 c. 7 DL 216/2011 Milleproroghe 2012 in attesa di conversione)

 

770 MENSILE

Il termine di decorrenza del 770 mensile stabilito dall’art. 44-bis della L. 326/2003 è prorogato al mese di gennaio 2014, previa sperimentazione, a partire dall’anno 2013 con modalità stabilite di concerto tra Aagenzia delle Entrate ed IINPS (art. 29 c.7 DL 216/2011 Milleproroghe 2012 in attesa di conversione).

 

17 gennaio 2012

Maurizio Falcioni