Depositi IVA: le novità 2011/2012

Premessa e quadro normativo
Nel corso del 2011, il legislatore è intervenuto più volte per modificare la disciplina
dei depoisti Iva, di cui all’art. 50-bis del D.L. n. 331/93. In particolare, i
provvedimenti normativi sono stati i seguenti:
· art. 7, c. 2, lett. cc-ter, del D.L. 70/2011: ha introdotto l’obbligo di prestazione
di garanzia per i beni importati in libera pratica ed immessi in un deposito Iva senza
pagamento dell’imposta (art. 50-bis, c. 4, lett. b, del D.L. 331/93),
· art. 2, c. 36-viciester del D.L. 138/2011: ha previsto che l’estrazione dei beni
dal deposito Iva può essere effettuata solamente da soggetti passivi Iva iscritti da
almeno un anno alla Camera di Commercio, che siano in grado di dimostrare
un’effettiva operatività, nonché di attestare la regolarità dei versamenti Iva, con le
modalità che dovranno essere definite da un provvedimento direttoriale…

per continuare la lettura clicca sul PDF (riservato abbonati)

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it