Antiriciclaggio: la nuova comunicazione per i professionisti

di Antonio Gigliotti

Pubblicato il 31 gennaio 2012



ecco quali sono gli obblighi antiriciclaggio per i professionsiti dopo la stretta sull'uso del contante: cosa comunicare se un cliente effettua un'operazione pari o maggiore a 1.000 euro?

Ai sensi dell’art. 51, D.Lgs. n. 231/2007 i soggetti interessati al rispetto degli obblighi antiriciclaggio (dottori commercialisti ed esperti contabili, società di servizi in ambito contabile/tributario, avvocati, ecc.) devono comunicare al MEF, entro 30 giorni, le infrazioni circa l’uso del contante delle quali gli stessi hanno avuto cognizione. Per violazioni d’importo inferiore a € 250.000, la comunicazione va inoltrata alla
competente Direzione Provinciale.

Ora con le modifiche portate dal D.L. 201/2011 la comunicazione relativa alle violazioni dell’uso del contante dovrà essere inviata oltre che al MEF (o alla competente Direzione Provinciale) anche all’Agenzia delle Entrate.

Scarica il documento