Il riassunto del provvedimento approvato nel week end

Il maxi emendamento alla legge di stabilità appena approvato dal Parlamento presenta molte novità interessanti.

Vediamone un riassunto…

 

Partiamo da semplificazioni e liberalizzazioni.

 

Territorio nazionale a “burocrazia zero”

Si tratta di una semplificazione a livello nazionale. In via sperimentale, fino al 31dicembre 2013, sull’intero territorio nazionale si applica la disciplina delle zone a burocrazia zero introdotta dalla manovra di primavera del 2010.

 

Ordini professionali, liberalizzazioni

Entro 12 mesi dall’entrata in vigore della legge di stabilità gli ordini professionali devono essere riformati. Le principali novità previste sono:

  • l’abolizione delle tariffe minime dei professionisti;

  • la possibilità di costituire società per l’esercizio di attività professionali;

  • le future società tra professionisti potranno essere costituite anche per l’esercizio di più attività professionali.

 

Collegi sindacali

Sempre nell’ottica di snellimento dei costi amministrativi delle imprese, è prevista una riduzione dei “sindaci” operativi nelle società di più ridotta dimensione.

Nelle S.p.A. con ricavi o patrimonio netto inferiore ad un milione di euro basterà il sindaco unico.

 

Liberalizzazioni servizi pubblici locali

Se gli enti locali non procederanno alla deregulation il Governo potrà esercitare il potere sostitutivo.

 

Un importante pacchetto di provvedimenti riguarda il mondo del lavoro, dalle pensioni alle aliquote previdenziali ed agevolazioni a vario titolo

 

Pensioni: dal 2026 a 67 anni

Per chi andrà in pensione a partire dal 2026, l’età minima di accesso alla pensione di vecchiaia sarà di 67 anni. Lo stabilisce l’articolo 4 bis del maxiemendamento del Governo al ddl di stabilità.

 

Gestione separata, aumenta di un punto l’aliquota

L’aliquota contributiva pensionistica per gli iscritti alla gestione separata e la relativa aliquota contributiva per il computo delle prestazioni pensionistiche sono aumentate di un punto percentuale.

 

Apprendistato, stop ai contributi

Stop ai contributi per i primi tre anni di contratto di apprendistato, per promuovere l’occupazione giovanile.

 

Part time più facile

La misura favorisce l’utilizzo delle clausole flessibili (relative alla variazione della collocazione temporale della prestazione lavorativa) ed elastiche (relative alla variazione in aumento della durata della prestazione stessa), che potranno nuovamente essere liberamente stabilite dalle parti individuali, nel rispetto di quanto eventualmente stabilito dalla contrattazione collettiva.

 

Contratti aziendali del settore privato

Dal 2012 ogni regione, sempre nel rispetto dei vincoli del patto di stabilità, potrà disporre la deduzione della base imponibile dell’IRAP delle somme erogate ai lavoratori dipendenti del settore privato in attuazione di quanto previsto dai contratti collettivi aziendali o territoriali di produttività.

 

Incentivi per il rilancio del cd. Telelavoro

In arrivo incentivi al telelavoro reversibile per la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro: la norma prevede che tra i progetti volti a consentire alle lavoratrici e ai lavoratori di usufruire di particolari forme di flessibilità degli orari e dell’organizzazione del lavoro vi possa essere l’utilizzazione del telelavoro anche nella forma del contratto a termine, e reversibile.

Nello stesso pacchetto, altre norme sono finalizzate a facilitare l’inserimento lavorativo dei disabili sempre attraverso l’uso del telelavoro e per facilitare il reinserimento nel mercato del lavoro.

 

Contratto di inserimento per le donne

Arriva il contratto di inserimento per le donne nelle aree territoriali in cui è più accentuata la differenza di genere nel tasso di disoccupazione. Riguarda donne di qualsiasi etá prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi residenti in una area geografica in cui il tasso di occupazione femminile sia inferiore almeno del 20% rispetto a quello maschile o in cui il tasso di disoccupazione femminile superi del 10% punti percentuali quello maschile.

 

Credito d’imposta per nuove assunzioni nelle aree svantaggiate

E’ prevista un’accelerazione delle procedure per dare piena operatività al credito di imposta per nuovo lavoro stabile nel Mezzogiorno.

 

Carburanti, aumentano le accise

Nuovi aumenti nel 2012 delle accise sui carburanti. E’ previsto che l’aliquota sulla benzina e sul gasolio saliranno rispettivamente “a 614,20 euro e a 473,20 per mille litri di prodotto” per l’anno 2012 e “a decorrere dal primo gennaio 2013 a 614,70 euro e a 473,70 per mille litri di prodotto”.

 

Lavoro intermittente e accessorio nel turismo e nei pubblici servizi

Viene estenso al settore del turismo e dei pubblici esercizi la possibilità, per il datore di lavoro, di assumere lavoratori avvalendosi degli istituti del lavoro intermittente e del lavoro accessorio. E’ prevista inoltre l’estensione ai lavoratori stagionali del turismo della formazione sulla sicurezza, finanziata dal fondo INAIL.

 

Passiamo ai dipendenti pubblici.

Pubblico impiego, arriva la “mobilità” per i dipendenti in soprannumero

I dipendenti pubblici considerati in soprannumero potranno essere posti «in disponibilità». In pratica, avranno un’indennità pari all’80% dello stipendio per due anni.

Le pubbliche amministrazioni che hanno situazioni di soprannumero sono tenute a osservare le procedure in tema di mobilità e collocamento in disponibilità dei dipendenti. Le amministrazioni che non adempiono alla ricognizione annuale non potranno effettuare assunzioni.

L’amministrazione potrà risolvere il contratto di lavoro per chi ha compiuto l’anzianità massima contributiva di 40 anni. In subordine, scatterà la mobilità.

 

Autostrade, defiscalizzazione per realizzarne nuove

Defiscalizzazione in arrivo per realizzare nuove autostrade si agirà su Irap e Iva.

 

Ci sono importanti previsioni per gli enti locali e la gestione/riduzione del loro debito

Certificazione dei debiti degli enti locali

Gli enti locali che hanno dei debiti dovranno, su istanza del creditore, certificare che i loro debiti sono “certi, liquidi ed esigibili”, ciò al fine di facilitare la cessione dello stesso credito a banche o intermediari finanziari.

Se l’ente locale non certifica il debito entro sessanta giorni il Tesoro nomina un commissario ad acta.

 

Debito pubblico ed enti locali

A decorrere dall’anno 2013 gli enti locali dovranno ridurre il proprio debito.

 

Giustizia

Un pacchetto di norme riguarda la giustizia.

Per prima cosa aumenta il contributo unificato del 50% nei giudizi di appello e del 100% nei giudizi in Cassazione.

Inoltre verrà maggiormente incentivato l’uso della posta elettronica certificata per snellire le procedure.

Per diminuire il contenzioso civile pendente davanti alla Cassazione e alle Corti di appello. Per i procedimenti, in corso da oltre due anni, la cancelleria avviserà le parti costituite dell’onere di presentare istanza di trattazione del procedimento. Le impugnazioni si intendono rinunciate se nessuna delle parti, con istanza sottoscritta personalmente dalla parte, dichiara entro sei mesi la persistenza dell’interesse alla loro trattazione.

 

E’ previsto anche un piano di dismissione del patrimonio immobiliare pubblico

 

Dismissioni degli immobile pubblici tramite conferimento a fondi comuni

E’ prevista la dismissione degli immobili pubblici attraverso il conferimento degli stessi a uno o più fondi comuni di investimento immobiliari e a una o più società, le cui quote o azioni saranno poi oggetto di offerta pubblica di vendita e il ministero dell’Economia potrà accettare come corrispettivo anche titoli di Stato.

 

Dismissione di terreni agricoli, agevolazioni per i giovani

Entro tre mesi il ministero delle Politiche agricole individuerà i terreni dello Stato a vocazione agricola e non utilizzabili per altre finalità da vendere. I terreni verranno ceduti mediante trattativa privata per gli immobili se di valore inferiore ad € 400.000 e mediante asta pubblica per quelli di valore pari o superiore ad € 400.000 euro.

E’ stato previsto un diritto di prelazione a favore dei giovani imprenditori agricoli.

 

Fondo nuovi nati, proroga dei prestiti agevolati

Proroga fino al 2014 dei prestiti a tassi agevolati previsti del Fondo di credito per i nuovi nati.

 

Terremoto in Abruzzo, rateizzazione tasse

I cittadini della zona che ha subito il terremoto restituiranno le tasse sospese dopo il sisma del 6 aprile in 120 rate mensili dall1 gennaio 2012 per un importo del 40% del dovuto.

14 novembre 2011

Commercialista Telematico

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it