Le novità di agosto in tema di federalismo fiscale

vediamo quali novità ha portato il mese di agosto nel mondo degli enti locali e del federalismo fiscale…

Spettanze trasferimenti da federalismo fiscale 2011

A seguito della registrazione da parte della Corte dei conti dei decreti ministeriali 21 giugno 2011, emanati ai sensi dell’articolo 2, commi 7 e 8, del decreto legislativo n. 23 del 2011, ed in corso di pubblicazione sulla gazzetta Ufficiale, sono disponibili sul sito internet www.finanzalocale.interno.it i dati relativi alle assegnazioni finanziarie per l’anno 2011 spettanti ai comuni delle Regioni a statuto ordinario a titolo di federalismo fiscale municipale, nonché alle risorse ancora dovute a titolo di trasferimenti erariali non fiscalizzati. La Direzione Centrale finanza locale ha iniziato la procedura per il pagamento degli importi spettanti a titolo di trasferimenti erariali non fiscalizzati, mentre, per le assegnazioni a titolo di federalismo fiscale municipale, i pagamenti sa ranno disposti appena sarà perfezionato il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze che istituisce i nuovi capitoli di spesa e mette a disposizione le relative risorse finanziarie. A breve sarà divulgata una nota metodologica esplicativa della definizione delle assegnazioni da federalismo fiscale municipale.

 

In GU il decreto di proroga del bilancio di previsione 2011

Il Decreto del Ministero dell’Interno dell’11 luglio scorso, recante il differimento del termine per la presentazione del certificato del bilancio di previsione, è stato pubblicato sulla G.U. n. 165 del 18 luglio.

 

Certificato al rendiconto 2010: comunicato della Direzione Finanza Locale

La Direzione Finanza Locale del Ministero dell’Interno ha comunicato che il decreto e i modelli relativi al certificato del rendiconto al bilancio 2010 sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 170 del 23 luglio 2011, supplemento ordinario n. 177.

 

Trasferimenti da federalismo municipale: analisi comparativa 2010/2011

Al fine di rispondere alle numerose richieste di informazioni in merito alle differenze tra le spettanze relative ai trasferimenti erariali inerenti l’esercizio 2010 e le assegnazioni per l’anno 2011, la Direzione Finanza Locale del Ministero dell’Interno ha predisposto, per ciascun comune appartenente alle regioni a statuto ordinario interessato dall’applicazione della disciplina normativa in materia di federalismo municipale di cui al decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, un prospetto analitico illustrativo delle differenze tra i due esercizi finanziari in argomento. Pertanto nella pagina della Direzione Centrale della Finanza Locale, sotto la voce “Comuni confronto trasferimenti erariali 2010/2011”, dopo l’accesso alla maschera delle spettanze del comune, si potrà visualizzare l’analisi delle voci relative alla differenza delle assegnazioni tra 2010 e 2011.

 

Ulteriori chiarimenti sulla compilazione del certificato al bilancio di previsione 2011

La Direzione Finanza Locale del Ministero dell’Interno ha emesso il seguente comunicato.

Come già rappresentato nel comunicato del 17 febbraio 2011 (aggiornato 12 luglio 2011) e per rispondere ad alcune richieste di chiarimenti, si rammenta che i comuni delle regioni a statuto ordinario che hanno approvato il bilancio di previsione 2011 prima dell’entrata in vigore delle disposizioni di cui al decreto legislativo n. 23 del 2011 – ovvero anche successivamente – con la previsione di risorse in entrata da trasferimenti erariali atteso che non erano ancora note le attribuzioni per entrate da federalismo, predisporranno il certificato al bilancio di previsione 2011 indicando le previsioni in entrata da trasferimenti erariali così come riportate nel bilancio di previsione 2011 approvato. In proposito, si fa presente che il certificato al bilancio di previsione (ed analogamente anche il certificato al rendiconto di bilancio) riproduce i dati del relativo atto di bilancio e, quindi, deve essere ad esso conforme, tant’è che la seconda pagina del certificato (si riporta a titolo di riferimento solo quella del modello previsto per comuni e unioni di comuni) richiede espressamente di attestare la conformità dei dati con le previsioni di competenza del bilancio di previsione deliberato. Inoltre, sembra superfluo rappresentare, per i predetti comuni che hanno approvato il bilancio di previsione 2011 prevedendo come voci dell’entrata i trasferimenti erariali – atteso che non erano ancora noti i dati delle risorse da federalismo fiscale – che sarà necessario effettuare le necessarie variazioni al bilancio di previsione 2011 al fine di considerare tali nuove voci di entrata in luogo dei trasferimenti erariali, ad eccezione dei trasferimenti erariali che sono stati mantenuti anche nel nuovo assetto (trasferimenti non fiscalizzati ; contributi per gli interventi dei comuni e delle province, ossia l’ex contributo sviluppo investimenti)”.

 

Questionari Fabbisogni Standard: sanzioni

In sede di Conferenza Stato-Città ed Autonomie Locali in data 27 luglio 2011, nella quale è stata definita l’intesa concernente la procedura amministrativa per l’applicazione dell’art. 5, c. 1, lett. c del decreto-legislativo 26 novembre 2010, n. 216, è stato stabilito, tra l’altro, che il Ministero dell’Interno procede alla pubblicazione, sul sito internet, della lista degli enti inadempienti all’obbligo di restituire alla Sose spa i questionari debitamente compilati affinchè gli stessi possano regolarizzare la propria posizione direttamente con Sose spa entro 60 giorni dall’invio della comunicazione da parte del medesimo Dicastero.

Si preme sottolineare che la mancata regolarizzazione tramite la Sose spa entro il predetto termine comporterà la sospensione, con il primo pagamento utile, del Fondo Sperimentale di Riequilibrio.

 

2 settembre 2011

Matteo Esposito

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it