Vademecum sulla chiusura delle liti “minori”

20 pagine per capire le possibilità di chiusura delle liti inferiori a 20.000 euro, come previsto dalla Manovra estiva: le istruzioni, i versamenti da effettuare, i casi dubbi…

Novella

Il decreto-legge 6 luglio 2011, n. 981, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, ha previsto l’articolo 39, comma 12,che così statuisce “Al fine di ridurre il numero delle pendenze giudiziarie e quindi concentrare gli impegniamministrativi e le risorse sulla proficua e spedita gestione del procedimento dicui al comma 92 le liti fiscali di valore non superiore a 20.000 euro in cui è partel’Agenzia delle entrate, pendenti alla data del 1° maggio 2011 dinanzi allecommissioni tributarie o al giudice ordinario in ogni grado del giudizio e anchea seguito di rinvio, possono essere definite, a domanda del soggetto che haproposto l’atto introduttivo del giudizio, con il pagamento delle sommedeterminate ai sensi dell’articolo 16 della legge 27 dicembre 2002, n. 289”.Alla lettera f) dello stesso comma 12 si prevede che “con uno o più provvedimenti del Direttore dell’Agenzia saranno stabilite le modalità di versamento, di presentazione della domanda di definizione ed ogni altra disposizione applicativa” riguardante la norma in commento.

 

Continua nel pdf…

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it