I.R.P.E.G., le massime della C.T.R. Lazio

casi difficili e contenzioso: alcune interessanti massime in tema di I.R.P.E.G.

CTR Roma – Sez. n. 1 – Sent. n. 75/1/2010 – dep. 3/3/2010 – Presidente Varrone – Relatore Lunerti.

Imposizione diretta – IRPEG – Versamenti non dovuti – Termine per la presentazione della domanda di rimborso – Decorrenza – Criterio.

Il termine di decadenza per la richiesta di rimborso dell’imposta indebitamente pagata decorre dall’ultimo versamento quando solo in tale momento si manifesta la non debenza; mentre, in caso di erroneo versamento di tributo ab origine non dovuto, il termine di cui all’art. 38 del DPR 602/1973) decorre fin dal primo versamento.

Nel caso in esame, le somme derivavano dalla mancata variazione in diminuzione di fondi accantonati, il cui trattamento fiscale era ancora incerto al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi.

Riferimenti normativi: DPR n. 602/1973, art. 38; L. n. 133/1999.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. n. 13478/2008.

Prassi: RM n. 46 del 22/3/1999 e n.142 del 12/9/2000.

 

CTR Roma – Sez. n. 37 – Sent. n. 32/37/2010 – dep. 3/3/2010 – Presidente Caliento – Relatore Musumeci.

Imposizione diretta – IRPEG – Immobili con redditi fondiari adibiti a attività strumentali dell’azienda – Esenzione – Sussiste.

La AUSL, intesa, quale ente non profit e non avente fine di lucro, è esente dall’IRPEG anche per gli immobili posseduti, con redditi fondiari propri, adibiti alle attività strumentali menzionate nell’art. 88, c. 2, del DPR n. 917/1986.

Riferimenti normativi: DPR n. 917/1986, art. 88, c. 2, art. 22 e art. 108; D.Lgs. n. 460/1997, art. 3.

 

CTR Roma – Sez. n. 22 – Sent. n. 41/22/2010 – dep. 18/3/2010 – Presidente Mongiardo – Relatore Serani.

Imposizione diretta – IRPEG – Credito d’imposta – Rimborso tardivo – Richiesta di danno ulteriore rispetto a quello ex art. 44 DPR n. 602/1973 – Giurisdizione tributaria – Esclusione.

Un profilo di danno che comporti un esborso pecuniario dell’ufficio, ulteriore rispetto a quello ex art. 44 DPR n.602/1973 può nascere se si riscontra un comportamento doloso-illecito dell’Amministrazione finanziaria,ma questo può essere vagliato solo in sede di giurisdizione ordinaria.

Riferimenti normativi: DPR n. 602/1973, artt. 41, 41-bis e 44.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. n. 12382/2004.

 

CTR Roma – Sez. n. 4 – Sent. n. 286/4/2010 – dep. 05/10/2010 – Presidente Liotta – Relatore Belloni.

Agevolazioni ed esenzioni – IRPEG – Società operanti aree depresse – Deroga all’immediata fruizione del credito d’imposta disposta da una successiva legge – Diniego del rimborso – Legittimità.

E’ legittimo il diniego del rimborso di una somma versata a titolo di imposte e contributi a seguito del mancato riconoscimento della piena fruizione del credito d’imposta maturato sulla base della disciplina normativa di cui all’art. 8 della L. n. 388/2000, norma vigente al momento della realizzazione degli investimenti nelle aree depresse, in deroga all’utilizzazione limitata disposta dal successivo art. 62 della L. n. 289/2002 e dal DM di attuazione del 06/08/2003.

Riferimenti normativi: L. n. 388/2000, art. 8; L. n. 289/2002, art. 62; DM di attuazione del 06/08/2003.

 

CTR Roma – Sez. n. 21 – Sent. n. 213/21/2010 – dep. 13/11/2010 – Presidente Silvestri – Relatore Valentini.

Imposizione diretta – IRPEG – Rimborso – Prescrizione – Termine decennale – Interpretazione dell’art. 2,c. 58, L. n. 350/2003 – Non modifica tale termine.

In materia di rimborsi dell’IRPEG il termine di prescrizione decennale decorre dalla data di presentazione della dichiarazione.

La previsione contenuta nell’art.2, c. 58 della L. n.350/2003 non modifica i termini di prescrizione ordinaria,ma si limita a invitare l’amministrazione a non far valere tale prescrizione.

Riferimenti normativi: L. n. 350/2003, art. 2, c. 58.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. n. 2787/2007.

 

CTR Roma – Sez. n. 14 – Sent. n. 396/14/2010- dep. 27/11/2010 – Presidente Cellitti – Relatore Pennacchia.

Imposizione diretta – IRPEG – IRAP- Credito d’imposta – Mancata attivazione nei termini della procedura di liquidazione o accertamento da parte dell’amministrazione – Consolidamento del credito e diritto al rimborso – Sussiste.

Per il rimborso di un credito esposto in dichiarazione il contribuente non deve più compiere alcun adempimento diretto a tale fine, come presentare un’istanza nei termini di cui all’art.38 del DPR n.602/1973.

Riferimenti normativi: DPR n. 602/1973, art. 38; DPR n. 600/1973, art.36-bis; L. n. 449/1997, art. 28.

Riferimenti giurisprudenziali: Cass. n. 6940/2006, 1967/2005; Ord. 5066/2004; n. 2687/2007.

 

12 luglio 2011

Commercialista Telematico

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it