Le novità 2011 per il versamento del diritto annuale Camera di Commercio


Il periodo delle dichiarazioni dei redditi è il periodo in cui le imprese versano il diritto annuale alla Camera di Commercio di competenza. Con l’anno 2011 ci sono alcune novità per i soggetti iscritti nella Sezione Speciale del Registro delle Imprese.

 

1) Diritto annuale per i soggetti iscritti al R.E.A.

La principale novità del 2011 riguarda i soggetti iscritti solamente al R.E.A., che fino all’anno scorso erano esentati dai versamenti. Da quest’anno tali soggetti sono obbligati a versare un diritto fisso di € 36,00.

 

2) Variazione dei diritti in misura fissa

Sono aumentati alcuni diritti da pagare in misura fissa per le imprese iscritte nella Sezione Speciale del registro delle Imprese per l’anno 2011; vediamone il dettaglio:

    • Società semplici agricole diritto dovuto € 100,00

    • Società semplici non agricole diritto dovuto € 200,00

    • Società tra avvocati diritto dovuto € 200,00

Gli imprenditori individuali iscritti nella Sezione Speciale del Registro delle Imprese continuano a pagare un diritto fisso di € 88,00.

 

3) Regime transitorio per l’anno 2011

Solo per il 2011 le società semplici e le società tra avvocati (ex art. 16 c. 3 D.Lgs. 96/2001) verseranno il diritto in misura fissa come indicato sopra; infatti, il D.Lgs. n. 23 del 15 febbraio 2010 ha innovato sostanzialmente la disciplina del diritto annuale: solo le imprese individuali iscritte o annotate al Registro delle imprese e i soggetti iscritti nel REA, sono tenuti al versamento di un diritto annuale in misura fissa, mentre tutti gli altri soggetti sono tenuti al versamento di un diritto annuale commisurato al fatturato dell’esercizio precedente.

Tuttavia, il decreto ministeriale di determinazione delle misure del diritto annuale per l’anno 2011, ha previsto, per i soggetti che sono stati interessati dalle innovazioni normative, un regime transitorio: in definitiva, per l’annualità 2011, le società semplici e le società tra avvocati verseranno ancora un importo fisso.

A seguito delle citate novità dal prossimo anno 2012 anche le società semplici e le società tra avvocati dovranno determinare il diritto annuale in base al fatturato dell’esercizio precedente.

 

4) Termini per il pagamento nel 2011

Il termine naturale per il pagamento del diritto annuale è quello del versamento del primo acconto delle imposte sui redditi (ex art. 8 c. 2 D.M. 359/2011), cioè il 16 giugno con possibilità di pagamento maggiorato dello 0,4% al 16 luglio.

A seguito dell’emanazione del D.PC.M del 12 maggio 2011, che ha prorogato i termini per i contribuenti persone fisiche e per i contribuenti soggetti agli studi di settore (vedi il nostro articolo del 17 maggio, La proroga per i versamenti), è stato prorogato anche il termine di versamento del diritto annuale per i contribuenti indicati nel decreto. Ricordiamo che le nuove date di versamento sono il 6 luglio ed il 5 agosto (data per il pagamento con la maggiorazione dello 0,4%).

Nota: gli importi segnalati nel presente articolo non tengono conto delle maggiorazioni deliberate dalle singole Camere di commercio

30 maggio 2011

Luca Bianchi

 

Abbiamo predisposto un semplice software in excel per il calcolo del diritto annuale CCIAA…      

Partecipa alla discussione sul forum.