Confermati gli interessi di mora

anche per il prossimo semestre rimangono invariati gli interessi sulle dilazioni commerciali

Come è prassi il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunicato (v. G.U. n. 31 dl 9/02/2011) il saggio degli interessi moratori per le dilazioni sui pagamenti (ai sensi dell’art. 5 c. 2 D.Lgs. 231 del 2010) per il primo semestre 2011.


Nessuna novità per gli operatori commerciali, il tasso d’interesse cosiddetto “di mora2 rimane inalterato rispetto al semestre precedente, nonostante il rialzo del tasso d’interesse legale all’1,5% dall’1 gennaio 2011. Sulle dilazioni commerciali continueranno ad essere corrisposti interessi pari all8% (per tutte le transazioni economiche) ed al 10% (solo per le transazioni riguardanti prodotti alimentari deteriorabili).


I tassi rimangono in vigore al prossimo 30 giugno, ma ricordiamo che è oramai prassi che le comunicazioni delle variazione siano successive alla data di applicazione del tasso.




Ricordiamo che l’applicazione di tale tasso servirebbe a scoraggiare le dilazioni sui crediti commerciali, in quanto si tratta di tassi tendenzialmente più elevati rispetto a quelli praticati dal sistema bancario. In particolare si dovrebbe scoraggiare la pratica di finanziarsi allungando i pagamenti ai fornitori rispetto alle scadenze pattuite.




Il problema di tale tasso “di mora”, tuttavia, è relativo alla sua esigibilità. E’ vero che si può esigere tale tasso dai debitore, ma… Se il debitore non dispone della liquidità per pagare almeno la sorte, che possibilità ci sono di esigere anche questi interessi?




Abbiamo sviluppato un ottimo software per il calcolo degli interessi di mora e dei piani di rientro, clicca qui per maggiori informazioni




11 febbraio 2011


Commercialista telematico




Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it