Novità fiscali del 27 maggio 2010: approvata la manovra economica; redditi 2009: si approssima il versamento delle imposte; assegni ai soci non passati in contabilità: applica accertamento induttivo; modello 730/2010 entro il 31 Maggio la presentazione del modello; studio associato con IRAP; software di compilazione modello Unico SP 2010 e consolidato; lotta a evasione fiscale internazionale: sotto controllo banche italiane per movimenti con San Marino; versamento sanzioni con F24; altre di fisco

 






 


Indice:


 


1) Redditi 2009: Si approssima il versamento delle imposte


 


2) Approvata la manovra economica


 


3) Assegni ai soci non passati in contabilità: Si applica accertamento induttivo


 


4) Modello 730/2010: Entro il 31 Maggio la presentazione del modello tramite professionisti abilitati e Caf


 


5) Lavori estivi: Con quale forma conviene ai datori assumere


 


6) Studio associato con Irap


 


7) Pubblicato il software di compilazione modello Unico SP 2010  e consolidato


 


8) Lotta a evasione fiscale internazionale: Sotto controllo banche italiane per movimenti con San Marino


 


9) Giochi e scommesse sportive: Istituiti due codici tributo per pagare con F24 Accise gli interessi maturati in seguito a ritardati pagamenti


 


10) Versamento sanzioni su preu con F24: Istituiti due nuovi codici tributo


 


11) Acquisto certificato: Notai ed Associazioni dei consumatori spiegano la nuova disciplina energetica degli immobili


 


12) Altre di fisco


 


 


1) Redditi 2009: Si approssima il versamento delle imposte


E’ ormai vicino l’appuntamento con le scadenze di versamento delle imposte e degli eventuali contributi risultanti dalla dichiarazione dei redditi modello Unico 2010, a tal fine ecco di seguito un quadro che riassume i principali adempimenti in scadenza.


Una delle novità più importanti riguardanti il pagamento delle imposte e la loro compensazione è la possibilità concessa con la circolare 56/E/2009 dell’Agenzia delle Entrate, secondo la quale i soci o associati delle società di persone possono acconsentire che le proprie ritenute vengano poi nuovamente “riattribuite” alle stesse società/associazioni, qualora eccedano il debito Irpef dei soci/associati, affinché vengano da queste utilizzate in compensazione delle imposte a debito.


Classiche scadenze


Due sono le scadenze “tipiche” dei redditi, tranne possibili proroghe auspicate dalle associazioni di categoria:


– il prossimo 16 giugno 2010 scadrà e il termine entro il quale i contribuenti dovranno provvedere al versamento delle imposte derivanti da Unico 2010. Il versamento riguarda sia il saldo relativo al periodo d’imposta 2009, quanto il primo acconto per il periodo d’imposta 2010. Il secondo acconto sarà invece versato entro il 30 novembre 2010;


– il versamento delle imposte, ordinariamente in scadenza il 16 giugno, potrà essere effettuato anche entro il 16 luglio 2010 con versamento di una maggiorazione pari allo 0,4%.


Irpef – Irap


I versamenti dovuti dalle persone fisiche e dalle società di persone seguono le medesime regole previste per i versamenti dovuti dalle persone fisiche (quindi scadenza al 16 giugno 2010 ovvero al 16 luglio con maggiorazione).


Ires e società di capitali


Le società di capitali hanno un termine di versamento che è legato alla chiusura del periodo d’imposta ed in parte alla data di approvazione del bilancio:


– In caso di approvazione del bilancio entro il 120° giorno dalla chiusura del periodo d’imposta (situazione ordinaria): il termine per il versamento delle imposte è il giorno 16 del sesto mese successivo alla chiusura del periodo d’imposta; pertanto le società che chiudono l’esercizio il 31 dicembre 2009, verseranno le imposte entro il 16 giugno 2010.


– In caso di approvazione del bilancio oltre i 120 giorni: il versamento dovrà essere effettuato entro il giorno 16 del mese successivo quello in cui è avvenuta l’approvazione del bilancio (se l’approvazione è intervenuta nel mese di maggio il versamento sarà effettuato entro il 16 giugno; se l’approvazione è intervenuta nel mese di giugno, il versamento dovrà essere effettuato entro il 16 luglio); se il bilancio non è approvato entro i 180 giorni dalla chiusura del periodo d’imposta, il versamento deve comunque essere effettuato entro il giorno 16 del mese successivo a quello previsto (in pratica, per i periodi che si chiudono al 31 dicembre, entro il 16 luglio).


Diritto camerale


Il pagamento deve essere effettuato a mezzo modello F24 entro il 16 giugno 2010, ovvero entro il termine previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi, oppure entro 30 giorni dalla data di scadenza con la maggiorazione dello 0,40%.


Inps


Per quanto riguarda le scadenze, il contributo dovuto sul minimale per il 2010 dovrà essere versato nelle seguenti date tramite modello F24 in quattro scadenze:


1a rata: 16 maggio 2010;


2a rata: 16 agosto 2010;


3a rata: 16 novembre 2010;


4a rata: 16 febbraio 2011.


Iva


L’importo dovuto a titolo di saldo Iva ordinariamente in scadenza al 16 marzo potrà essere versato dai soggetti che presentano il modello Unico entro il termine per il versamento a saldo delle imposte in esso liquidate, quindi:


– per il versamento entro il 16 giugno 2010 dovrà essere applicata una maggiorazione dello 0,4% per mese o frazione di mese compreso tra il 17 marzo ed il 16 giugno;


– per il versamento entro il 16 luglio 2010 occorrerà applicare agli importi già maggiorati per il versamento al 16 giugno un’ulteriore maggiorazione dello 0,4%;


– il saldo Iva può essere compensato con eventuali crediti risultanti dalla dichiarazione (sulla quota parte di tale credito compensata non è dovuta la maggiorazione dello 0,40%);


Compensazione dei crediti


I contribuenti che hanno debiti e crediti risultanti dal modello Unico, dall’Iva o dall’Irap possono effettuare le compensazione incrociata tra dare ed avere di tributi, contributi e premi diversi.


Tutti i crediti risultanti dalle dichiarazioni annuali possono essere utilizzati per compensare debiti dal giorno successivo a quello della chiusura del periodo d’imposta per il quale tale dichiarazione viene redatta.


Da ricordare che l’utilizzo in compensazione del credito Iva annuale in misura superiore a  € 10.000,00 può essere effettuato a partire dal 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione dalla quale esso emerge.


Se tale credito fosse invece superiore ad € 15.000,00 l’utilizzo della compensazione è subordinato all’apposizione di visto di conformità nella dichiarazione da parte di un professionista abilitato. 


 


 


2) Approvata la manovra economica


Il governo il 25 maggio 2010 ha approvato la manovra economica:


Ecco di seguito le prime anticipazioni/conferme, si veda, infatti, l’articolo di ieri sullo stesso argomento. (La fonte é dell’ANSA).



























































































Stop contratti pubblico impiego


 


Stop agli aumenti degli stipendi dei dipendenti pubblici già a partire da quest’anno. Il congelamento vale quattro anni, fino al 2013.


 


Tagli ai ministeri, giro vite su auto blu


 


La sforbiciata è del 10% ma su formazione o missioni si arriva al dimezzamento della spesa. Arriva anche un giro di vite sulle auto blu.


 


Esclusi: presidenza consiglio e protezione civile


 


Saltano dal testo i tagli alla Presidenza del Consiglio e i limiti alla Protezione Civile.


Tagli ai partiti


 


Dimezzato il contributo per le spese elettorali e stop alle quote annuali se c’è uno scioglimento anticipato delle camere. Il taglio ai rimborsi per i partiti scende dal 50 al 20%.


È quanto prevedrebbe, secondo quanto si apprende, la versione del decreto legge sulla manovra approvata dal Consiglio dei ministri.


La riduzione porterebbe dunque il rimborso da 1 euro a 20 centesimi per elettore.


Cala del 20% (e non viene dimezzato come inizialmente ipotizzato) il contributo per le spese elettorali.


Pagamenti e tracciabilità


 


Tetto a 5.000 euro (e non 7.000 come da prime ipotesi) per i pagamenti in contanti. Obbligo di fattura telematica oltre i 3.000 euro.


Arriva bancomat p.a.


 


Addio ai libretti di deposito bancari o postali al portatore.


In compenso arriva la carta elettronica istituzionale per effettuare i pagamenti da parte delle P.a.


Comuni e lotta evasione


I comuni che collaboreranno incasseranno il 33% dei tributi statali incassati.


Tassa su alberghi per roma capitale


 


Arriva un «contributo di soggiorno» fino a 10 euro per i turisti negli alberghi di Roma per finanziare «Roma Capitale».


Stangata su manager e stock option


 


Salgono le tasse sulle stock option ma anche sui bonus dei manager e dei banchieri che eccedono il triplo della parte fissa della retribuzione.


Tempi sprint per cartelle


 


L’accertamento e l’emissione del ruolo diventano contestuali rendendo più corto il tempo per contestazioni e ricorsi.


Stretta sul gioco clandestino


 


L’evasione dell’imposta sui giochi, una volta accertata, avrà riflessi anche ai fini delle imposte dirette. Nasce l’Agenzia che sostituisce i Monopoli.


Condono edilizio e case fantasma


 


Confermata invece la sanatoria sugli immobili fantasma. Si ipotizza però un ampliamento di questa norma.


Come in tutti i condoni la proposta potrebbe arrivare in Parlamento.


La sanatoria andrà fatta entro il 31 dicembre.


Pensione invalidità


 


Sale a 80% (altre fonti parlano dell’85%). Sotto questa soglia niente benefici. Previsti anche 200.000 controlli in più.


Irap zero per nuove imprese sud


 


Le regioni del Mezzogiorno avranno la possibilità di istituire un tributo proprio sostitutivo dell’Irap per le imprese avviate dopo l’entrata in vigore del dl con l’opportunità di ridurre o azzerare l’Irap.


Reti impresa e zone “zero burocrazia”


 


Tremonti annuncia la creazione di reti d’impresa, per ottenere benefici fiscali e migliorare la capacità di incidere sui mercati, ma anche zone a burocrazia zero, nelle quale per aprire un’attività ci si potrà rivolgere ad un solo soggetto.


Stop turn-over p.a.


Confermato per altri due anni.


Tagli anche a magistrati


 


Lo stipendio verrà decurtato per il 10% nella parte eccedente gli 80.000 euro.


Taglio del 10% anche per i magistrati del Csm.


Manager p.a., sforbiciata 5-10%.


Sotto i fari gli stipendi oltre i 90.000 e oltre i 130.000 euro.


Insegnati sostengo


Congelato l’organico.


Dividendi a riduzione debito


 


A partire dal 2011 500 milioni di dividendi che arrivano dalle società statali saranno impiegati per la riduzione degli oneri sul debito pubblico.


Tagli a costi politica pro cassa integrazione


 


Le riduzioni di spesa che decideranno il Quirinale, il Senato, la Camera e la Corte Costituzionale, nella loro autonomia, serviranno a finanziare la Cassa Integrazione.


Pensioni


Dalle “finestre fisse” alla finestra “mobile” o ‘”a scorrimento”. È quanto prevede la manovra per la decorrenza delle pensioni di anzianità o di vecchiaia.


Il provvedimento varato prevede che si possa andare in pensione dodici mesi (contro gli attuali nove per effetto del sistema di finestre vigente) dopo la maturazione dei requisiti vigenti nel caso dei lavoratori dipendenti pubblici e privati.


La decorrenza sale a diciotto mesi (contro i 15 attuali) dopo la maturazione dei requisiti nel caso dei lavoratori autonomi.


I trattamenti pensionistici decorrono inoltre dal primo giorno del mese successivo alla scadenza dei termini del nuovo sistema di decorrenze.


Per le pensioni non è dunque previsto nessun intervento strutturale che riguardi requisiti, età, quote ma solo un cambiamento nel sistema delle finestre.


La novità è invece l’accelerazione dei tempi per l’aumento dell’età pensionabile a 65 anni per le donne dipendenti del pubblica amministrazione che avverrà a gennaio 2016.


Definanziamento leggi inutilizzate


 


Si recuperano risorse attraverso il definanziamento degli stanziamenti improduttivi.


Saranno destinate al fondo ammortamento dei titoli Stato.


Taglia-enti


 


Vengono soppressi Ipsema,, Ispel e Ipost. Ma anche l’Isae, l’Ice e l’Ente italiano Montagna.


Salta o viene ridotto inoltre il finanziamento a 72 enti.


Controllo mef su protezione civile


 


Si prevede tra l’altro che le ordinanze di Protezione civile con cui viene dichiarato lo stato d’emergenza siano emanate di concerto con il ministero dell’Economia.


Controllo spesa farmaci


 


Acquisti centralizzati per le asl per trattare meglio il prezzo con i fornitori e interventi sui farmaci con una modifica delle quote di spettanza dei grossisti e dei farmacisti sul prezzo di vendita al pubblico delle specialità medicinali di classe a.


13 mld da autonomie territoriali


 


Alle Regioni vengono chiesti tagli per oltre 10 miliardi in due anni (2011 e 2012); ai Comuni e Province vengono chiesti risparmi di 1 miliardo e 100 nel 2011 e 2 miliardi e 100 nel 2012.


Pedaggi su raccordi per autostrade


 


Si inserisce la possibilità di “pedaggiamento” di tratti di strade di connessione con tratti autostradali.


Addio a sir e rel


 



Partecipa alla discussione sul forum.