Le novità del nuovo modello per la Comunicazione Unica











La comunicazione unica d’impresa:
come farla nascere in un solo giorno…

Il Commercialista Telematico
Il Commercialista Telematico
Il Commercialista Telematico



 

Le novità del nuovo modello per la Comunicazione Unica pubblicato in G.U. : il neo Decreto per la nascita dell’impresa


Nel nuovo modello sono state precisate le amministrazioni destinatarie della comunicazione Unica con l’introduzione dell’Albo delle Imprese artigiane e del Ministero del Lavoro.


Inoltre, è stato introdotto il paragrafo “Compilazione delle informazioni sul domicilio PEC”. Ciò poiché la legge ha definito la posta elettronica certificata.


È stato, infatti, pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 282 del 03.12.2009 (si veda ne Il Sole 24 Ore del 04.12.2009), il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 19.11.2009, con cui è stato approvato il modello di comunicazione unica per la nascita dell’impresa.


Il nuovo modello sostituisce quello precedente approvato con Decreto 02.11.2007, in conformità al D.P.C.M. del 06.05.2009.


Avverte l’art. 3 del neo Decreto che il modello di comunicazione unica viene reso disponibile in formato elettronico sul sito internet www.sviluppoeconomico.gov.it.


La legge prevede che la comunicazione unica valga per le dichiarazioni già previste dalle modulistiche del Registro Imprese, Agenzia delle Entrate, INAIL, INPS, Albo Artigiani, Ministero del Lavoro nel caso di inizio attività d’impresa, sue modifiche e cessazione.


Gli adempimenti presi in esame per la definizione del modello sono quelli previsti dal DPCM di regole tecniche.


Struttura della pratica


Ogni comunicazione unica d’impresa è una collezione di file, strutturata in:


Modello Comunicazione


– Un file con i dati del modello-unico-di-comunicazione, con la funzione di descrivere  il soggetto, l’oggetto della comunicazione, il riepilogo degli altri file allegati (relativi a modulistiche e atti) con l’impronta digitale di ciascuno
– Un file-distinta-della-comunicazione con la rappresentazione di stampa (PDF) del modello-unico-di-comunicazione, da sottoscrivere digitalmente.


Modulistica Registro Imprese in formato specificato da Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, contenente la modulistica ai fini INPS (Artigiani e Commercianti).


Modulistica Albo Artigiani, integrata con la modulistica Registro Imprese, secondo le specifiche tecniche indicate dalle amministrazioni competenti;
– Un file-pratica-registro-imprese: file informatico sulla modulistica RI, contenente i dati previsti dai paragrafi precedenti


– Eventuali moduli aggiuntivi: documenti informatici da allegare a particolari adempimenti, es. modello di iscrizione all’Albo delle Cooperative, da sottoscrivere digitalmente


– Eventuali documenti allegati: documenti informatici previsti per alcuni adempimenti, es. copia autentica dell’atto, da sottoscrivere digitalmente
o Un file-distinta: documento informatico firmato digitalmente, che riporta in formato di stampa le informazioni del modello così come scritte nel file-pratica, da sottoscrivere digitalmente


Un file-riepilogo


Modulistica Agenzia delle Entrate, AA7 e AA9 come prevista dai provvedimento dell’Agenzia Entrate;


– Un file-pratica-AA7/AA9


– Un file-distinta-della-dichiarazione con la rappresentazione di stampa (PDF), da  sottoscrivere digitalmente


– Modulistica INAIL


– Modulistica INPS


Regole di navigazione negli applicativi informatici


Nel neo modello sarà necessario osservare le regole comuni e per una corretta compilazione.
In caso di comunicazione di nuova impresa o di inizio attività, sono possibili casi alternativi:


– Costituzione di un’impresa con immediato inizio attività, in tal caso si deve valorizzare il corrispondente tipo di adempimento (impresa con dipendenti oppure impresa agricola e cosi via);


– costituzione di un’impresa senza inizio attività, in tal caso si deve valorizzare il corrispondente tipo di adempimento, come nel caso dell’Agenzia delle entrate, se si richiede l’assegnazione del codice fiscale e/o della partita IVA.


In caso di comunicazione di variazione, in tal caso si deve valorizzare il corrispondente tipo di adempimento.


Se l’impresa ricade sotto la gestione prevista per Artigiani e commercianti, deve essere compilata la relativa modulistica prevista nella parte Registro Imprese; se l’impresa ha dei dipendenti, deve essere compilata la relativa modulistica prevista nel documento per INPS DM.


Infine, in caso di comunicazione di cessazione, sono possibili casi alternativi:
Cessazione dell’attività, in tal caso si deve valorizzare l’adempimento di cessazione, con enti e modulistiche come segue: 


– Agenzia delle entrate;


– Registro Imprese ed eventualmente Albo Artigiani;


– INAIL;


– INPS.


Altresì, il dichiarante dovrà indicare la casella (PEC) che rappresenta il domicilio elettronico dell’impresa ai fini delle ricevute previste dalla comunicazione unica. Peraltro, l’indicazione del domicilio PEC nel modulo di comunicazione unica non costituisce richiesta d’iscrizione del dato al registro delle imprese.


 


Vincenzo D’Andò


15 dicembre 2009


Partecipa alla discussione sul forum.