Modelli 2010: le novità principali novità dei nuovi modelli CUD e 730

Con buon anticipo, visto che si è da poco conclusa la stagione dichiarativa 2009, l’Agenzia delle Entrate ha diffuso le bozze dei modelli Cud e 730 2010. Tra le novità salienti meritano nota alcune informazioni riguardanti la previdenza complementare, il Tfr e l’indicazione dei familiari a carico ai fini delle detrazioni.


 


CUD 2010


Le novità da segnalare riguardano principalmente:


§        le informazioni relative alla previdenza complementare per i soggetti di prima occupazione;


§        i dati da inserire nella sezione corrispondente ai trattamenti di fine rapporto;


§        l’identificazione dei familiari a carico ai fini delle detrazioni d’imposta. Il punto 9, inserito nella parte A, dati generali, è ora titolato data iscrizione al fondo nel quale indicare la data di iscrizione al fondo di previdenza complementare effettuata successivamente al 1° gennaio 2007, relativamente ai lavoratori di prima occupazione; il punto 51, nella parte B dati fiscali, che sostituisce il punto 52 della precedente versione, richiede l’indicazione dei contributi versati alla previdenza complementare nell’anno 2009 dal lavoratore di prima occupazione e dal datore di lavoro (è stato soppresso il punto 53 che richiedeva l’indicazione dei medesimi contributi ma relativi ai precedenti anni 2008 e 2007); il punto 61, nella parte B dati fiscali, che ha sostituito il punto 291 della precedente versione, richiede l’indicazione del bonus straordinario erogato dal sostituto d’imposta a norma dell’art. 1 del Dl n. 185/2008 (legge n. 2/2009);


§        i punti da 130 a 133-bis nella parte B dati fiscali, sono da compilare in questo modo: nel punto 130 l’ammontare di Tfr maturato fino al 31 dicembre 2000 trattenuto presso il datore di lavoro; nel punto 131 l’ammontare di Tfr maturato dal 1° gennaio 2001 trattenuto preso il datore di lavoro, ovvero destinato al fondo tesoreria Inps; nel punto 132 l’ammontare maturato fino al 31 dicembre 2000 destinato a forme pensionistiche complementari entro il 31 dicembre 2006; nel punto 133 l’ammontare di Tfr maturato dal 1° gennaio 2001 al 31 dicembre 2006 versato a forme pensionistiche complementari entro il 31 dicembre 2006; nel punto 133-bis l’ammontare di Tfr maturato dal 1° gennaio 2007 e versato a forme pensionistiche complementari. E’, altresì, richiesto di indicare, nelle annotazioni, i dati relativi ai familiari che nel 2009 sono risultati  fiscalmente a carico del lavoratore cui viene rilasciato il Cud ai fini dell’attribuzione delle detrazioni d’imposta. L’indicazione del familiare sarà richiamata con il codice BO, e per ognuno dovrà essere indicato: il grado di parentela (C per coniuge, F1 per primo figlio, F per figli successivi al primo, A per altro familiare, D per figlio portatore di handicap), il codice fiscale, il numero dei mesi a carico, figlio di età inferiore all’anno,  percentuale di detrazione spettante e percentuale di detrazione spettante per famiglie numerose. Nel caso in cui al primo figlio spetti la detrazione per coniuge a carico per l’intero anno, indicare come percentuale di detrazione spettante la lettera C. Se tale detrazione non spetta per l’intero anno, occorre compilare per lo stesso figlio due volte le annotazioni, esponendo sia la detrazione spettante per il figlio che quella come coniuge.


 


Sono disponibili anche le istruzioni per la compilazione del quadro C relativo ai dati previdenziali e assistenziali Inps, Inpdap e Ipost. Al riguardo non si segnalano novità rispetto alla certificazione Cud 2009, fatta eccezione per i riferimenti temporali.


 


730/2010


Il nuovo modello è stato reso disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate il 2 novembre u.s. Rispetto alla dichiarazione 2009 le novità presenti sono poche, e derivano, principalmente, dall’evoluzione normativa fiscale.


Da segnalare:


§        nella sezione coniuge e familiari a carico è stata soppressa la colonna che richiedeva le informazioni sul bonus incapienti cessato con il 2009;


§        nel quadro relativo ai redditi di lavoro dipendente e assimilati, la sezione riservata all’indicazione dell’imposta sostitutiva del 10% è stata rinominata somme per incremento della produttività, perdendo quindi il riferimento agli straordinari e alle ore supplementari. E’ stata aggiunta la sezione relativa al beneficio riservato al personale del comparto sicurezza;


§        il quadro relativo agli oneri e spese contiene due nuove informazioni: nella sezione oneri per i quali è riconosciuta la detrazione d’imposta del 20% è presente un punto nuovo riservato all’indicazione delle spese sostenute per l’acquisto di mobili, elettrodomestici, apparecchi televisivi e computer finalizzati all’arredo dell’immobile ristrutturato (Dl n. 5/ 2009, art. 2, legge n. 33/2009); nella sezione spese per interventi di risparmio energetico per le quali spetta la detrazione d’imposta del 55% è stata inserita una nuova colonna per l’indicazione della rideterminazione delle rate da parte degli eredi e dagli acquirenti di immobili oggetto di interventi di riqualificazione energetica, realizzati nel 2008.


 


Anche quest’anno non tutti i sostituti d’imposta (o intermediari) riceveranno i mod. 730/4 (dati contabili per i conguagli in busta paga libro unico del lavoro) per via telematica direttamente dall’Agenzia delle Entrate: sarà un provvedimento dedicato ad individuare i sostituti interessati.


 


13 Novembre 2009


Angelo Facchini

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it