Il contratto di inserimento



 



PREMESSA


 


La disciplina principale del contratto di inserimento è contenuta negli articoli 54-59 del Decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276 (come modificato dal D.Lgs. n. 251/2004), emanato in attuazione della legge delega 14 febbraio 2003, n. 30.


In data 11 febbraio 2004, tra Confindustria, con altre confederazioni di rappresentanza delle imprese e CGIL, CISL, UIL e UGL è stato sottoscritto un accordo interconfederale con il quale sono stati definiti gli elementi ritenuti essenziali per consentire ai datori di lavoro, in tutti i comparti produttivi, una fase di prima applicazione dei contratti di inserimento e reinserimento previsti dalle citate disposizioni di legge.


In base all’intesa raggiunta è, pertanto, possibile procedere, a partire dalla suddetta data, alle assunzioni con contratto di inserimento/reinserimento.


L’accordo ha efficacia transitoria e comunque sussidiaria della contrattazione collettiva, per cui resterà in vigore fino a quando non verrà sostituito dalla apposita disciplina che sarà definita dalla contrattazione collettiva ai vari livelli, come indicato dal D.Lgs. n. 276/2003.


 


Restano, quindi, pienamente validi gli accordi sulla materia già eventualmente stipulati a livello settoriale, territoriale, aziendale.


In seguito, ulteriori modifiche sono state introdotte dal Decreto-Legge 14 marzo 2005, n. 35, convertito con modificazioni in legge 14 maggio 2005, n. 80 (art. 1-bis, comma 1, lett. c).


E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 302 del 29 dicembre 2008 il decreto ministeriale 13 novembre 2008, emanato ai sensi dell’art. 54, comma 1, lett. e) del D.Lgs. n. 276/2003, di individuazione, per l’anno 2008, delle aree geografiche con particolari situazioni di occupazione/disoccupazione femminile al fine di dare attuazione alla disciplina relativa ai contratti di inserimento anche nei confronti della categoria “donne residenti in particolari aree geografiche”.


 


Con circolare n. 31/2004 il Ministero del lavoro ha fornito criteri interpretativi in materia, mentre l’INPS, con circolari n. 51/2004 e n. 74/2006, e l’INAIL, con circolare n. 32 del 26 giugno 2006, hanno comunicato le modalità operative per la fruizione dei benefici contributivi e assicurativi correlati a questa particolare tipologia contrattuale.


Nel presente lavoro sono riepilogate le suddette disposizioni, tenendo anche conto delle indicazioni fornite in materia da Confindustria. In Appendice sono riportate integralmente le fonti unitamente ad alcune bozze e schemi contrattuali, al fine di agevolare gli adempimenti operativi.


Come sempre il lavoro, di taglio eminentemente pratico, verrà periodicamente aggiornato per mantenere la sua validità operativa nel tempo.


 


INDICE


 


Capitolo 1° – Definizione e campo di applicazione


1.1. Definizione pag. 4


1.2. Datori di lavoro pag. 4


1.3. Soggetti che possono essere assunti pag. 4


1.3.1. Soggetti di età compresa tra i 18 e i 29 anni pag. 5


1.3.2. Disoccupati di lunga durata da 29 fino a 32 anni di età pag. 5


1.3.3. Lavoratori con più di 50 anni privi di un posto di lavoro pag.5


1.3.4. Lavoratori che desiderino riprendere un’attività lavorativa e che non abbiano lavorato per almeno due anni pag. 5


1.3.5. Donne residenti in particolari aree geografiche pag. 6


1.3.6. Persone riconosciute affette da un grave handicap fisico, mentale o psichico pag. 6


 


Capitolo 2° – Divieti, condizioni e limiti


2.1. Divieti pag. 7


2.2. Mantenimento in servizio di lavoratori già assunti con contratto di inserimento pag. 7


2.3. Limiti quantitativi pag. 8


 


Capitolo 3° – Il progetto e il contratto


3.1. Il progetto individuale di inserimento pag. 9


3.1.1. La qualificazione pag. 9


3.1.2. La formazione pag. 9


3.1.3. Registrazione delle competenze acquisite pag. 9


3.2. Il contratto pag. 10


3.3. Requisiti di forma pag. 10


 


Capitolo 4° – Disciplina del rapporto di lavoro


4.1. Durata pag. 11


4.1.1. Durata minima e massima pag. 11


4.1.2. Proroga pag. 11


4.1.3. Prosecuzione del rapporto oltre il termine pag. 11


4.1.4. Rinnovo pag. 11


4.2. Periodo di prova pag. 12


4.3. Orario di lavoro – Eventuale part-time pag. 12


4.4. Inquadramento contrattuale e trattamento retributivo pag. 12


4.5. Servizi aziendali pag. 12


4.6. Trattamento di malattia pag. 12


4.6.1. Conservazione del posto pag.12


4.6.2. Trattamento economico e indennità di malattia pag. 13


4.7. Disciplina del contratto a termine e contratto di inserimento pag. 14


4.7.1. Disciplina applicabile pag. 14


4.7.2. Disciplina non applicabile pag. 14


4.8. Risoluzione del rapporto pag. 15


4.8.1. Recesso durante il periodo di prova pag. 15


4.8.2. Scadenza del termine pag. 15


4.8.3. Recesso prima della scadenza del termine pag. 15


4.9. Trasformazione a tempo indeterminato pag. 15


4.9.1. Computo del periodo nell’anzianità di servizio pag. 15


4.9.2. Esclusione degli scatti di anzianità e della mobilità professionale automatica pag. 15


4.10. Servizio militare o civile pag. 16


4.11. Prestazioni previdenziali pag. 16


4.11.1. Trattamenti di famiglia pag. 16


4.11.2. Indennità di maternità, di malattia e TBC pag. 16


4.11.3. Indennità di disoccupazione pag. 16


4.11.4. Indennità di mobilità pag. 16


4.11.5. Integrazioni salariali pag. 17


 


Capitolo 5° – Benefici normativi e sgravi contributivi


5.1. Benefici normativi pag. 18


5.1.1. Sottoinquadramento del lavoratore pag. 18


5.1.2. Esclusione dal computo dei limiti numerici pag. 18


5.2. Sgravio contributivo pag. 18


5.2.1. Ambito di applicazione delle agevolazioni contributive pag. 18


5.2.2. Regime delle agevolazioni contributive pag. 19


5.2.3. Donne residenti in particolari aree geografiche pag. 20


5.2.4. Condizioni generali per l’accesso alle agevolazioni in misura superiore al 25% pag. 21


5.2.5. Durata delle agevolazioni pag. 22


5.2.6. Modalità di compilazione del mod. DM10/2 pag. 22


5.2.7. Modalità di compilazione del mod. E-Mens pag. 22


5.2.8. Contribuzione aggiuntiva ex art. 3 legge n. 297/1982 e detrazioni dal trattamento di fine rapporto pag. 22


5.3. Sgravio assicurativo INAIL pag. 22


 


Capitolo 6° – Adempimenti del datore di lavoro


6.1. Adempimenti connessi all’assunzione e allo svolgimento del rapporto pag. 24


6.2. Adempimenti in caso di cessazione del rapporto pag. 24


6.3. Adempimenti in caso di trasformazione del rapporto pag. 24


 


Capitolo 7° – Sanzioni pag. 25


 


APPENDICE


Legge 14 febbraio 2003, n. 30 


Decreto Legislativo 10 settembre 2003, n. 276


Decreto interministeriale 13 novembre 2008.


• Accordo interconfederale 11-2-2004 per la disciplina transitoria dei contratti di inserimento reinserimento


Circolare dell’INPS – Direzione generale dell’INPS – n. 51 del 16-3-2004


Circolare dell’INPS – Direzione generale dell’INPS – n. 74 del 19-5-2006.


Circolare dell’INPS – Direzione generale dell’INPS – n. 22 del 19-2-2009


Circolare del Ministero del lavoro n. 31 del 21-7-2004.


Nota del Ministero del Lavoro – Prot. n. 25/SEGR/0004570 del 25-5-2006


Nota del Ministero del Lavoro – Prot. n. 25/I/0002604 del 20 febbraio 2009 (Interp. n. 14/2009).


* * *


Fac-simile di lettera di assunzione con contratto di inserimento


Fac-simile di progetto individuale di inserimento


Fac-simile di modulo di registrazione delle competenze


Modulo di autocertificazione per fruizione dei benefici contributivi


 


Massimo Pipino


19 Ottobre 2009


 



Partecipa alla discussione sul forum.