Gli effetti dello scudo fiscale (parte prima)

di Gianfranco Ferranti

Pubblicato il 13 ottobre 2009

la nuova versione del cosiddetto scudo fiscale ricalca i provvedimenti precedenti, alle cui norme è stato fatto esplicito e largo rinvio. Si ricorda che, al fine di intensificare la lotta alle pratiche evasive, è stata introdotta una presunzione relativa di imponibilità delle attività detenute all’estero in violazione dei vincoli di legge e sono state raddoppiate le sanzioni amministrative per omessa e infedele dichiarazione in relazione alle attività detenute in Paesi e territori a fiscalità privilegiata
Scarica il documento