DURC – imprese del settore edile senza personale operaio – aggiornamento Sportello Unico


Con il messaggio n. 13327 del 10 giugno scorso, l’Inps ha richiamato gli aspetti principali contenuti nell’interpello del Ministero del Lavoro n. 56/08, in cui era stato chiarito che l’obbligo di iscrizione alle Casse Edili ricorre solo per le imprese inquadrate o inquadrabili nel settore dell’edilizia, restando escluse da tale obbligo quelle che, seppur inquadrate o inquadrabili in tale settore o che applicano il relativo contratto, non occupano operai da denunciare alle Casse Edili, ma solo personale tecnico amministrativo.


 


Fermi restando i suddetti principi, il Ministero del Lavoro, unitamente agli Enti preposti al rilascio del Durc, ha dato parere favorevole in merito alla possibilità che il documento di regolarità contributiva sia emesso dalle Casse Edili anche per le imprese dell`edilizia che non occupino personale operaio.


 


In tale caso, però, ricorda la nota, la regolarità o irregolarità contributiva sarà solo nei confronti di Inps ed Inail. Per i rapporti di lavoro pregressi, eventuali debiti nei confronti della Cassa edile comportano, ovviamente, un Durc irregolare.


 


Dal punto di vista operativo, è stato implementato l`applicativo Sportello Unico; in particolare, nella sezione relativa al CCNL applicato, è possibile selezionare l`opzione “Edile con solo impiegati e tecnici”.


Una volta avviata la richiesta, la procedura, in automatico, inoltrerà la pratica ad Inps, Inail e alla Commissione Nazionale per le Casse Edili (CNCE), che gestisce tale tipologia di Durc.


 


Si evidenzia, infine, che il Documento di regolarità contributiva riporterà, oltre alle attestazioni di Inps ed Inail, anche  la precisa indicazione che “l`impresa non è tenuta ad iscriversi alla Cassa edile in quanto dichiara di non avere dipendenti operai”.


 


Massimo Pipino


7 luglio 2009


Partecipa alla discussione sul forum.