Notiziario enti locali


Scadenza da ricordare:


Si rammenta che entro il 30 giugno 2009, gli organi consiliari degli enti locali sono chiamati ad esprimersi sul mantenimento o la dismissione delle partecipazioni. Lo prevede l’art. 3, comma 28, della legge n. 244/2007 (finanziaria 2008). Il successivo comma 29 prevede la cessione delle partecipazioni in società che non gestiscono attività di produzione di beni o servizi attinenti le loro finalità istituzionali, tramite procedure ad evidenza pubblica. 


In merito alla tempistica degli adempimenti previsti dai citati c. 27-29 art. 3 L. 244/2008, è utile richiamare il parere n. 48/2008 espresso dalla Corte dei Conti Lombardia, in cui si specifica che “stante i vincoli posti dal legislatore con l’introduzione dell’art.3 comma 29 della legge 244/2007, l’interpretazione che appare conforme al principio di buon andamento della pubblica amministrazione, induce a considerare il 30 giugno 2009, quale termine entro la quale deve essere già avviato, ma non obbligatoriamente perfezionato, il programma di dismissione delle società e delle partecipazioni vietate”.    


Osservatorio normativo


Firmata l’ipotesi di CCNL personale enti locali biennio economico 2008/2009


In data 4.6.2009 è stata sottoscritta presso l’ARAN l’Ipotesi di CCNL per il personale del Comparto Regioni-Autonomie Locali, relativa al biennio economico 2008-2009.


L’Intesa prevede per i lavoratori un incremento, a regime, del trattamento stipendiale mensile pari a circa € 63. Analogamente a quanto già avvenuto nei precedenti rinnovi contrattuali, viene riconosciuta agli Enti del Comparto anche la disponibilità di risorse aggiuntive per la propria contrattazione integrativa, qualora abbiano rispettato nei precedenti anni il Patto di stabilità interno e gli obblighi di contenimento della spesa di personale e siano e siano in possesso di specifici parametri di virtuosità economico-finanziaria, definiti dal testo contrattuale.


Si ricorda che, trattandosi di una ipotesi di accordo, la nuova disciplina non è ancora operativa. Essa, infatti, potrà trovare effettiva applicazione solo dal momento della sottoscrizione definitiva del CCNL, in esito alla complessiva procedura delineata dall’art.47 del D.Lgs.n.165/2001.


Leggi l’ipotesi di CCNL 2008/2009.



Patto di stabilità 2009/2011: in arrivo il decreto per l’invio degli obiettivi programmatici


E’ ormai pronto il decreto del MEF che definisce le modalità per la costruzione e l’invio degli obiettivi programmatici relativo al patto di stabilità 2009/2011. L’invio deve avvenire esclusivamente utilizzando il sito www.pattostabilita.rgs.tesoro.it entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale. Il mancato invio costituisce inadempimento al patto.



Altre news di interesse


– Patto di stabilità


E’ in arrivo un contezioso presso la Corte Costituzionale sulla materia del patto di stabilità interno. Infatti con ordinanza n. 125 del primo giugno 2009, la Corte dei Conti Lombardia ha sollevato la questione di legittimità costituzionale sul patto di stabilità interno per l’anno 2007, nella parte in cui prevede il conseguimento del saldo di cassa pari a quello medio riferito agli anni 2003-2005. 


– Utilizzo di internet nei luoghi di lavoro


Il ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha firmato una direttiva riguardante l’utilizzo sul luogo di lavoro di Internet e della casella di posta elettronica istituzionale. La direttiva, in corso di registrazione presso la Corte dei Conti, richiama le regole per l’esercizio del potere di controllo e i doveri di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni nell’utilizzo dei strumenti informatici. In particolare vengono richiamati i principi contenuti nelle linee guida del Garante della protezione dei dati personali e nel Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni.


Scarica la direttiva.


– Il bilancio consolidato negli enti locali


L’osservatorio per la finanza locale e la contabilità ha approvato il principio contabile n. 4, dedicato interamente alla redazione del bilancio consolidato negli enti locali. Si prevede un periodo transitorio per l’entrata a regime del principio, con possibili sperimentazioni da parte di alcuni enti.


– Incentivi ai progettisti interni: in vista una schiarita definitiva


La disciplina degli incentivi alla progettazione sarà oggetto di un’audizione in programma il 10 giugno, a Roma, presso la sede dell’Autorità di Vigilanza dei lavori pubblici (AVLP). L’autorità ha predisposto un documento, inviato alla Funzione Pubblica, all’ANCI, all’UPI e alla Ragioneria dello Stato, nel quale ha raccolto le problematiche emerse in questi mesi.


Scarica il documento dell’AVLP.



Federico Gavioli e Matteo Esposito


11 Giugno 2009


Partecipa alla discussione sul forum.