Via libera al contributo sulla rottamazione di auto e moto

di Enrico Larocca

Pubblicato il 2 marzo 2009

il contributo va qualificato per l'acquirente, quale contributo in conto impianti e come tale gestito, alternativamente: a) come ricavo pluriennale da imputare gradualmente ai vari esercizi di durata utile del bene strumentale con la tecnica dei risconti; b) come riduzione diretta del costo ammortizzabile del bene strumentale acquistato
Scarica il documento