Può un revisore svolgere il proprio incarico presso lo stesso Comune se ha già ricoperto tale mandato per ben due volte non consecutive?

risposta a cura Matteo Esposito e Federico Gavioli

L’art. 235 comma 1 del Testo Unico prevede che “l’organo di revisione contabile dura in carica tre anni a decorrere dalla data di esecutività della delibera o dalla data di immediata eseguibilità nell’ipotesi di cui all’art. 134, comma 3, e sono rieleggibili per una sola volta”. La ratio di tale limitazione sta nel tutelare la terzietà e l’indipendenza del revisore, impedendo che lunghi e ripetuti incarichi incrinino l’oggettività del suo giudizio, nello svolgimento del delicato ruolo che gli è proprio. Si deve perciò concludere che è in ogni caso vietata la rielezione dello stesso Revisore! una terza volta, dopo lo svolgimento di due mandati presso lo stesso ente, indipendentemente dalla circostanza che il nuovo mandato sia consecutivo o meno ai precedenti.


 


Matteo Esposito e Federico Gavioli


4 Marzo 2009

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it