Novità fiscali dell’1 dicembre 2008: UNICO persone fisiche 2009: il nuovo quadro per i contribuenti minimi; regime comunitario delle franchigie doganali


 






 


Indice:


 


1) Regime comunitario delle franchigie doganali


 


2) Unico persone fisiche 2009: Pubblicate anche le ulteriori bozze (fascicoli 2 e 3) – il nuovo quadro per i contribuenti minimi


 


3) Brevi fiscali


 


 


1) Regime comunitario delle franchigie doganali: Novità dal 01/12/2008


La G.U. dell’UE n. L 85 del 27/3/2008 ha pubblicato il regolamento (CE) ) n. 274/2008 del Consiglio del 17/3/2008 che modifica il regolamento (CEE) n. 918/83, relativo alla fissazione del regime comunitario delle franchigie doganali.


Tale regolamento si applica a decorrere da oggi (01/12/2008) e modifica il citato regolamento n. 918/83 al fine di uniformare talune norme applicabili in materia di franchigie doganali a quelle esistenti in materia di IVA e di accise.


In particolare, le modifiche apportate al regolamento (CEE) n. 918/83 dall’art. 1 del regolamento (CE) n. 274/2008 sono le seguenti:


– L’art. 1, paragrafo 1, è sostituito così da escludere le importazioni di merci, che beneficiano della franchigia doganale, dall’applicazione delle misure di difesa commerciale;


– viene soppresso il Titolo IV del Capitolo I, concernente le disposizioni relative alla franchigia per effetti e oggetti mobili destinati all’arredamento di una residenza secondaria di una persona fisica avente la residenza normale al di fuori della Comunità;


– nell’art. 27 il valore di 22 ECU viene sostituito da 150 euro;


– viene completamente modificato il titolo XI, relativo alle merci contenute nei bagagli personali dei viaggiatori.


Premesso ciò, l’Agenzia delle Dogane di concerto con l’Agenzia delle Entrate, ha fornite le seguenti indicazioni ed istruzioni che dovranno essere applicate a partire dal 01/12/2008, nel caso di oggetti e generi di consumo importati a seguito dei viaggiatori.


Soglie monetarie


1) Sono esentate dai dazi doganali, dall’IVA e dalle accise le merci che i viaggiatori, provenienti da Paesi terzi o da un territorio in cui non si applicano le norme comunitarie in materia di IVA o di accisa, portano con sé nel proprio bagaglio personale, a condizione che si tratti di importazioni di natura non commerciale e che il valore delle stesse merci non superi complessivamente 300,00 euro per viaggiatore.


Detto importo è aumentato a 430,00 euro nel caso di viaggiatori aerei e viaggiatori via mare;


2) per i viaggiatori di età inferiore ai 15 anni, le suddette soglie monetarie sono ridotte a 150,00 euro per viaggiatore, indipendentemente dal mezzo di trasporto utilizzato;


3) ai fini del calcolo delle soglie monetarie sopraindicate, il valore delle singole merci non può essere frazionato;


4) ai fini del calcolo delle soglie monetarie sopraindicate, non si tiene conto del bagaglio personale di un viaggiatore che viene importato temporaneamente o reimportato a seguito di esportazione temporanea, né dei valori dei medicinali corrispondenti alle sue necessità personali;


Limiti quantitativi


Relativamente a taluni prodotti vengono fissati dei limiti quantitativi, oltre i quali non è prevista l’applicazione di alcuna franchigia.


Il valore di tali prodotti non deve essere preso in considerazione per il calcolo delle soglie monetarie.


Conseguentemente, eventuali quantitativi eccedenti i limiti previsti non possono essere importati in franchigia neanche ricomprendendoli in una eventuale capienza residuale della soglia monetaria.


1) Per quanto riguarda i prodotti del tabacco ed i prodotti alcolici,


l’esenzione è accordata entro i limiti quantitativi massimi indicati nella seguente tabella A.


2) Per quanto riguarda i carburanti, l’esenzione è accordata limitatamente ai quantitativi contenuti nel serbatoio normale di qualsiasi mezzo di trasporto, oltre al carburante eventualmente contenuto in un recipiente portatile avente capacità massima di 10,0 litri.


3) I viaggiatori di età inferiore a 17 anni sono esclusi dall’esenzione applicabile ai prodotti indicati nella seguente tabella A.


 


Tabella A
















Denominazione delle merci


 


Quantità massima per viaggiatore


a) prodotti del tabacco


200 sigarette, oppure


100 sigaretti, oppure


50 sigari, oppure


250 grammi di tabacco da fumare Per sigaretti si intendono i sigari di peso massimo pari a 3 grammi al pezzo


 


b) alcol e bevande alcoliche


1 litro di alcol o bevande alcoliche con titolo alcolometrico volumico superiore a 22% o alcol etilico non denaturato con titolo alcolometrico volumico pari o superiore a 80%, oppure


2 litri di alcol e bevande alcoliche con titolo alcolometrico volumico non superiore a 22%


 


c) altre bevande alcoliche


 


4 litri di vino tranquillo e 16 litri di birra


Da notare che tra i prodotti sopraelencati è stata inserita anche la birra.


 


Disposizioni particolari per i residenti delle zone di frontiera


Per le importazioni di merci effettuate dalle persone che hanno la loro residenza nelle zone di frontiera, dai lavoratori frontalieri e dal personale dei mezzi di trasporto utilizzati nel traffico da Paesi terzi o da un territorio in cui non si applicano le norme comunitarie in materia di IVA o di accisa verso l’Unione europea, le soglie monetarie sopra riportate sono ridotte ad euro 20,00.


Per i soggetti indicati al comma precedente, l’esenzione sui prodotti del tabacco e sui prodotti alcolici è accordata entro i limiti dei quantitativi massimi ridotti indicati nella sotto riportata tabella B.


Per i medesimi soggetti l’esenzione sui carburanti è accordata limitatamente ai soli quantitativi contenuti nel serbatoio normale di qualsiasi mezzo di trasporto.


Sono esclusi dall’esenzione applicabile ai prodotti indicati nella tabella B i soggetti di età inferiore ai 17 anni.


 


Tabella B
















Denominazione delle merci


 


Quantità massima per viaggiatore


a) prodotti del tabacco


 


20 sigarette, oppure


10 sigaretti, oppure


5 sigari, oppure


25 grammi di tabacco da fumare


Per sigaretti si intendono i sigari di peso massimo pari a 3 grammi al pezzo


b) alcol e bevande alcoliche


12,5 centilitri di alcol o bevande alcoliche con titolo alcolometrico volumico superiore a 22% o alcol etilico non denaturato con titolo alcolometrico volumico pari o superiore a 80%, oppure


25,0 centilitri di alcol e bevande alcoliche con titolo alcolometrico volumico non superiore a 22%


 


c) altre bevande alcoliche


 


25,0 centilitri di vino tranquillo


(Agenzia delle Dogane, circolare del 28/11/2008, n. 43/D)


 


 


2) Unico persone fisiche 2009: Pubblicate anche le ulteriori bozze (fascicoli 2 e 3) – Il nuovo quadro per i contribuenti minimi


Una delle principali novità è data dalla creazione del nuovo quadro denominato CM che dovranno compilare quei contribuenti che hanno aderito al cd. regime dei minimi al fine di dichiarare i redditi conseguiti.


Quadro CM (contribuenti minimi) del modello unico PF 2009 (redditi 2008)


 
























































































RIGO


Descrizione


Importi in euro


CM1


Codice attività


 


 


Determinazione del reddito


 


CM2


Totale componenti positivi


 


                 ,00


CM3


Rimanenze finali 2007


                 ,00


CM4


Differenza (CM2 – CM3)


                 ,00


CM5


Totale componenti negativi


                 ,00


CM6


Reddito lordo (o perdita)


                 ,00


CM7


Contributi previdenziali e assistenziali


                 ,00


CM8


Reddito netto


                 ,00


CM9


Perdite pregresse


                 ,00


CM10


Reddito al netto delle perdite soggetto ad imposta sostitutiva


                 ,00


 


Determinazione dell’imposta


 


CM11


Imposta sostitutiva 20%


                 ,00


CM12


Crediti di imposta


                 ,00


CM13


Imposta netta


                 ,00


CM14


Ritenute d’acconto


                 ,00


CM15


Imposta a debito


                 ,00


CM16


Imposta a credito


                 ,00


CM17


Eccedenza di rimanenze di cui al rigo CM3


                 ,00


CM18


Eccedenza contributi previdenziali e assistenziali di cui al rigo CM7 (riportare tale importo nel quadro RP)

PRODOTTI CONSIGLIATI


Partecipa alla discussione sul forum.