Novità fisco del 28 ottobre 2008: opzione IRAP: mancano pochi giorni, aleggia incertezza tra i contribuenti; in scadenza anche la richiesta di rimborso IVA…


 






 


Indice:


 


1) Opzione IRAP: Mancano pochi giorni, aleggia incertezza per i contribuenti


 


2) In scadenza anche la richiesta di rimborso IVA


 


3) Brevi fiscali


 


 


1) Fisco: opzione IRAP: mancano pochi giorni, aleggia incertezza tra i contribuenti


Alle società di persone e agli imprenditori individuali in contabilità ordinaria rimangono ancora pochi giorni per potere scegliere di calcolare l’IRAP seguendo le regole dei soggetti Ires, infatti tale opzione può essere esercitata entro il 31/10/2008.


In particolare, la normativa concede a tali contribuenti la possibilità di adottare previa opzione il metodo di calcolo Irap dei soggetti Ires.


Le procedure sono contenute nel provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 31/3/2008 che ha approvato il modello per la comunicazione dell’opzione.


Al fine di agevolare l’esercizio dell’opzione un nuovo provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate del 29/5/2008 ha poi fissato al 31 ottobre 2008 il nuovo termine entro il quale i contribuenti sono tenuti alla presentazione del modello di comunicazione dell’opzione.


La convenienza della scelta circa l’eventuale opzione è data dal diverso metodo di calcolo della base imponibile.


“Per le società di capitali e gli enti commerciali l’art. 5 del D.Lgs. n. 446/1997 come riformulato dalla legge 244/2007, dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007, prevede la rilevanza dei dati contabili.


Il comma 50 della legge n. 244 del 24/12/2007 ha invece introdotto l’art 5-bis nel D.Lgs. n. 446/1997 finalizzato a individuare il valore della produzione netta delle società di persone e delle imprese individuali.


In base a tale disposizione questi contribuenti determinano la base imponibile come differenza tra l’ammontare dei ricavi di cui all’articolo 85, comma 1, lettere a), b), f) e g), del presente Testo unico, e delle variazioni delle rimanenze finali di cui agli articoli 92 e 93 del medesimo testo unico, e l’ammontare dei costi delle materie prime, sussidiarie e di consumo, delle merci, dei servizi, dell’ammortamento e dei canoni di locazione anche finanziaria dei beni strumentali materiali e immateriali.


Decisiva è l’ulteriore affermazione secondo cui i componenti rilevanti si assumono secondo le regole di qualificazione, imputazione temporale e classificazione valevoli per la determinazione del reddito d’impresa ai fini dell’imposta personale.


Per esemplificare ciò comporta che ai fini Irap una società di capitali nel 2008 (comportandosi in modo corretto da un punto di vista contabile) non subirà le limitazioni previste alla deducibilità dei costi auto, mentre i soggetti Irpef sentiranno gli effetti della indeducibilità (parziale) stabilità dall’art. 164 del Tuir anche nel mondo dell’imposta regionale sulle attività produttive.


Proprio per questo è stata concessa una via d’uscita (per evitare penalizzazioni).


Le società di persone e le imprese individuali in regime di contabilità ordinaria possono optare per la determinazione del valore della produzione netta secondo le regole previste per le società di capitali e gli enti commerciali.


Al fine di proporre un possibile percorso di convenienza sono differenti i punti da considerare.


In primo luogo si consideri che il legame tra opzione e contabilità ordinaria è assoluto.


Ciò significa che esercitando l’opzione ne nasce un vincolo (3 anni) anche con riguardo al tipo di contabilità, la seconda considerazione riguarda l’irrevocabilità dell’opzione”.


Per cui nel caso venisse esercitata nel 2008 la stessa “produrrebbe i suoi effetti (sempre e in ogni caso) anche nel 2009 e 2010”.


Calcolo Irap ancora incerto per i soggetti Ires


La nuova base imponibile dell’IRAP disegnata dalla legge finanziaria lascia ancora aperti molti dubbi che i pochi interventi della prassi sul tema non hanno rimosso.


Infatti, la risoluzione 2/2008 del Dipartimento delle politiche fiscali ha solo chiarito che il nuovo quadro normativo riguardante l’imposta regionale non influisce sull’abituale trattamento riservato lavoro interinale e distacco di personale.


Mentre la circolare 12/E del 2008 e la risoluzione n. 204/E del 19 maggio 2008 hanno invece offerto una risposta in tema di trattamento degli accantonamenti e dei successivi utilizzi dei fondi.


Con la circolare 57/E del 25 settembre 2008 sono state fornite, infine, le indicazioni sulla nuova disciplina dei conferimenti d’azienda (e di fusioni e scissioni).


Si tratta, quindi, di documenti di prassi che non hanno tolto i dubbi che permangono sulle nuove modalità di calcolo della base imponibile IRAP.


(Norberto Villa, in Italia Oggi del 20/10/2008)


 


 


2) In scadenza anche la richiesta di rimborso IVA


Il 31/10/2008 sarà anche l’ultimo giorno per presentare la richiesta di rimborso Iva (o di compensazione del credito), relativa al 3° trimestre 2008.


Peraltro, si tratta dell’ultima possibilità per il 2008, poiché scaduto tale termine si dovrà poi attendere il rimborso annuale.


Presentazione telematica del modello IVA TR


Infine, si ricorda che il Decreto del Ministero delle Finanze del 3/3/2008, varato in attuazione di quanto previsto dall’art. 1, co. 215 della Legge n. 244/2007 (Finanziaria 2008), ha eliminato la possibilità di presentare il modello cartaceo, obbligando all’invio telematico, con le modalità di cui al Provvedimento del Direttore delle Entrate del 20/3/2008.


Avvertono le istruzioni ministeriali che il modello IVA TR deve essere utilizzato dai contribuenti che hanno realizzato nel trimestre un’eccedenza di imposta detraibile di importo superiore a 2.582,28 euro e che intendono chiedere in tutto o in parte il rimborso di tale eccedenza ovvero intendono utilizzarla in compensazione anche con altri tributi, contributi e premi, ai sensi dell’art. 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.


Ai sensi dell’art. 38-bis, secondo comma, il credito IVA infrannuale può essere richiesto a rimborso unicamente dai contribuenti in possesso dei requisiti previsti dalle lettere a), b) ed e) del terzo comma dell’art. 30, nonché dai soggetti che si trovano nelle condizioni stabilite dalla lettera c) dello stesso articolo, con alcune limitazioni rispetto all’ipotesi di rimborso annuale.


In alternativa, come previsto dall’art. 8 del D.P.R. 14 ottobre 1999, n. 542, lo stesso credito può essere utilizzato in compensazione nel modello F24.


Per tutti i particolari, si rimanda alla lettura delle suddette istruzioni ministeriali, disponibili sul sito www.agenziaentrate.it.


 


 


 


3) Brevi fiscali






 


– Comunicazioni per i dati Tarsu entro aprile 2009


Prorogato fino a fine aprile 2009 il termine per effettuare la trasmissione dei dati Tarsu/Tia da parte di Comuni e gestori dell’Agenzia delle entrate.


Inoltre, il primo invio riguarderà i dati 2007 e 2008 e potrà non comprendere i dati catastali.


L’obbligo è stato introdotto con l’art. 1, commi  105 e 106 della L. n. 296 del 2006.


(Luigi Lo vecchio, in Il Sole 24 Ore del 25/10/2008)


 


 


– Commercialisti: Nuova circolare sulla cessione di quote di S.r.l.


Nel quotidiano Il Sole 24 Ore è stata pubblicata la nuova circolare sulla cessione di quote n. 6/Ir del 22 ottobre 2008 del Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili.


Tra i temi trattati anche l’applicabilità della legge 133 agli atti costitutivi di usufrutto e di pegno sulle partecipazioni di Srl e le indicazioni sui controlli eseguiti dagli intermediari.


(in Il Sole 24 Ore del 27/10/2008)


 


 


– Gas di petrolio: Decreto di concessione agevolazioni in G.U.


E’ stato pubblicato in G.U. il “Regolamento concernente le modalita’ di concessione dell’agevolazione prevista dal punto 15 della tabella A allegata al testo unico delle accise, approvato con il decreto legislativo n. 504/1995, per l’impiego del GPL negli impianti centralizzati per usi industriali”.


(Decreto del 06/08/2008 n. 165, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 251 del 25/10/2008)


 


 


– Telematizzazione accise: Depositi fiscali di prodotti energetici


Dal 17 novembre 2008 è modificata la condizione CN05, che regola la compilazione del campo 24 (Mittente/Destinatario) del tipo record B del tracciato OLIMDA (Movimentazioni del deposito fiscale di prodotti energetici).


(Comunicato stampa Agenzia Dogane 24/10/2008)


 


 


– Esenzione ICI nel settore del non profit: Cassazione


L’esenzione dall’Ici spetta esclusivamente a condizione che gli immobili appartenenti ai soggetti di cui all’art. 73 del Tuir siano effettivamente destinati al soddisfacimento degli scopi istituzionali degli stessi, escludendo, inoltre, “l’esenzione per i beni immobili non direttamente utilizzati per lo scopo istituzionale, indipendentemente dalla natura, gratuita od onerosa, con la quale ne risultasse ceduto ad altri l’utilizzo”.


Ai fini, del beneficio fiscale (esenzione ICI), occorre il contestuale verificarsi della duplice condizione dell’utilizzazione diretta dei beni immobili da parte della società di mutuo soccorso e della loro destinazione diretta e immediata al perseguimento dei fini istituzionali.


(Corte di Cassazione, sentenza n. 22201/2008)


 


 


– Bollo sulla domanda di adesione all’autorizzazione per l’installazione e l’avvio di un impianto che produce emissione inquinanti in atmosfera


Si applica l’imposta di bollo sulla domanda di adesione all’autorizzazione generale, data dall’autorità competente, per l’installazione e l’avvio di un impianto che produce emissione inquinanti in atmosfera.


Ciò poiché l’istanza fa si che gli effetti dell’approvazione preventiva data in via generale diventino operativi anche per il singolo richiedente, rientrando quindi tra quegli atti finalizzati all’emanazione di un singolo provvedimento amministrativo, sui quali, secondo il Dpr 642/1972 che disciplina l’imposta, si applica il bollo.


(Agenzia delle Entrate, risoluzione del 27/10/2008, n. 402/E)


 


 


– Avviso relativo  alla  pubblicazione  nel  sito  internet  dell’Agenzia  delle dogane, il  giorno  16  ottobre  2008,  della  nota n. 34826/ACVCT/V


L’Agenzia delle Dogane ha reso noto che nel sito internet dell’Agenzia delle dogane, il giorno 16 ottobre 2008, é stata pubblicata la nota del Direttore dell’Area Centrale Verifiche e Controlli, recante istruzioni per la presentazione delle domande di partecipazione all’assegnazione, per l’anno 2008, di 70.000 tonnellate di biodiesel agevolato prodotto a seguito della sottoscrizione di contratti di coltivazione realizzati nell’ambito di intese di filiera e di contratti quadro, ai sensi dell’art. 22-bis, comma 1, del D.Lgs. 504/95 e del Decreto interministeriale n. 156/08.


(Agenzia delle Dogane, comunicato del 25/10/2008)


 


 


 


– Locazioni – Indice ISTAT settembre 2008


Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale gli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati relativi al mese di settembre 2008, resi noti ai fini delle locazioni di immobili.


L’indice di settembre 2008 è stato rilevato in misura del 3,7%.


(Comunicato stampa ISTAT 24/10/2008, G.U. 24/10/2008, n. 250)


 


 


– Commissioni tributarie – Sezioni e organici: in G.U. la neo determinazione


È stato pubblicato in G.U. il decreto di rideterminazione del numero dei componenti degli organi di giustizia tributaria e delle relative sezioni.


(D.M. Ministero economia e finanze 11/04/2008, G.U. 25/10/2008, n. 251)


 


 


 


A cura di Vincenzo D’Andò


Partecipa alla discussione sul forum.